La nostra Responsabilità Sociale

Impatto Zero®

Impatto Zero® è il progetto di LifeGate che calcola, riduce e compensa le emissioni di CO2 generate dalle attività di persone ed enti, eventi e prodotti, aziende e organizzazioni. Per farlo acquista carbon credit generati con interventi di creazione e tutela di foreste in crescita e lo sviluppo di progetti di efficienza energetica e per la produzione di energia rinnovabile.

Genio in 21 Giorni ha scelto di aderire al progetto Impatto Zero® di Lifegate   che calcola, riduce e compensa le emissioni di CO2 in eventi come quello che si è svolto all’Ata Hotel di Pero (Milano) lo scorso 25 aprile. In linea con la coscienza etica di un Gruppo che lavora in particolare con i giovani, che rappresentano il futuro del pianeta, Genio in 21 Giorni, si è dunque impegnato a dare vita a una convention in cui i costi ambientali, calcolati da Lifegate in termini di emissioni di CO2 ed altre particelle nocive rilasciate in atmosfera, verranno compensati con il contributo alla creazione e alla tutela di foreste in crescita nel sud del mondo, oltre che con il sostegno a progetti di efficienza energetica e di produzione di energia rinnovabile secondo quanto previsto dal Protocollo di Kyoto.

Prodigio Divino®

Un vino fatto col cuore, da creativi liberi da pregiudizi. Un progetto con all’interno la voglia di eccellere, la voglia di uscire fuori dal comune esattamente come nella vita lavorativa e personale. I vitigni scelti con cura, hanno permesso di creare prodotti eccellenti e raffinati. Le esperienze personali si fondono agli schemi mentali avanguardisti e il progetto diventa anche una sfida per un mondo migliore, fatto di uguaglianza e che rispetti la libertà di gusto. Già la libertà di gusto; perche un parametro cosi soggettivo come il gusto, in realtà nasconde una grande oggettività: la libertà di esprimere se stessi. La filosofia di base vede il vino un veicolo e la “libertà di gusto” il messaggio. Il messaggio è una vera e propria sfida culturale: quella dei diritti civili. E alla valorizzazione di ogni diversità. Una parte del fatturato verrà infatti utilizzata per supportare attivamente campagne contro il bullismo in generale e contro quello omofobico in particolare.

Genio in 21 Giorni ha scelto di sostenere Prodigio Divino®

 

Tutti diversi, tutti uguali!

Genio in 21 Giorni! intende la diversità – nella sua accezione più ampia – come una qualità, e mai come un problema: le diversità – di razza, di religione, di orientamento sessuale, di punti di vista! – non sono un limite, ma anzi arricchiscono concretamente tutti noi. Per questo appoggiamo ed approviamo iniziative come il “Diversity Media Award, organizzato da Francesca Vecchioni e Fabio Canino: l’evento dell’anno, al quale è impossibile mancare, e in occasione del quale viene premiata la “comunicazione rispettosa della diversità”, ovvero le serie TV, gli articoli di giornali, i programmi radio, etc, che hanno affrontato il tema della diversità nel modo più “sano” e corretto. Il 23 maggio 2018, per la prima volta, abbiamo deciso di partecipare a questo “galà dinner”, acquistando anche un oggetto nell’asta di beneficenza che ha seguito la cena (nella foto il nostro CEO Massimo e sua moglie Chiara), e confermiamo in pieno l’impressione che avevamo avuto inizialmente: è una manifestazione di *enorme spessore etico*, ed intendiamo farci coinvolgere sempre più per l’edizione 2019, che si preannuncia fin da ora straordinaria!

 

Natale Geniale

Ogni anno dalle nostre sedi realizziamo il nostro “Natale Geniale”.

Durante la settimana che precede il Natale, consegniamo in prima persona dei grossi pacchi alimentari in cui è inserita una busta con un’offerta, alle famiglie più bisognose delle città in cui c’è una sede di Genio in 21 Giorni.

Ogni pacco è accompagnato da una lettera di auguri che recita un messaggio di speranza per chi è in difficoltà.

Non è un’iniziativa fatta per farci pubblicità. Le famiglie che ricevono i pacchi infatti non sanno chi è a consegnarli.

Lo facciamo in forma anonima per dare speranza e far sentire a chi non se la sta passando bene che, almeno a Natale, non è da solo.

Continua a leggere e scopri come sostenere anche tu questo Progetto!

Progetto Camerun

Questa è una storia vera. Irene è una ragazza nata in Camerun, in una di quelle realtà che per noi europei è difficile da comprendere a fondo.

L’Africa come sappiamo ha risorse straordinarie ma anche grandi problemi, uno di questi è l’alfabetizzazione. Secondo l’UNESCO, a inizio millennio 42 milioni di bambini non andavano a scuola e la metà degli iscritti riusciva a stento a finire l’equivalente della nostra scuola elementare. Non è sempre questione di scelte: a volte per raggiungere la scuola più vicina bisogna fare 40 chilometri e l’automobile è un lusso riservato a pochissimi.

Continua a leggere e scopri come sostenere anche tu questo Progetto!