Sono una studentessa di Giurisprudenza all’Università della Calabria e sono attualmente al 5° anno.

Sono stata sempre una ragazza ambiziosa ed eclettica. Ho sempre aspirato a far tante cose e ad essere brava in ognuna di queste.

Con lo studio, in particolar modo, son sempre stata molto analitica e precisa. Scrivevo quaderni di riassunti con il timore costante di dimenticare quelle minuzie che, puntualmente, finiscono col chiederti all’esame.

Spesso, però, la mancanza di tempo, mi provocava stress, ansia, paura di non riuscire. Da qui, quindi, risultati non soddisfacenti che finivano con il demoralizzarmi.

Con il corso di Genio in 21 giorni, che ho frequentato nella sede di Rende, ho avuto modo di acquisire un metodo di studio che mi ha permesso non solo di impiegare nell’approfondimento il tempo che perdevo nel riscrivere e nel ripetere, ma anche di dedicarmi maggiormente alle mie passioni più grandi.

Nell’ultimo mese ho:
– dato 3 esami da 10 CFU
– esposto le mie opere in 2 musei
– curato 3 mostre in diverse parti della Calabria
– iniziato a lavorare come Social Media Marketer all’interno di un’azienda
– intrapreso collaborazioni importanti con brand di un certo spessore

Tutto ciò mi ha reso estremamente fiera di me stessa e delle mie capacità, dandomi la possibilità, anche, grazie al mio impegno, di aprirmi diverse strade nel mondo del lavoro, nonché di comprendere e memorizzare più velocemente informazioni decisamente complesse da ricordare!

Questo grazie a Genio in 21 giorni, alle tecniche insegnatemi e alla mia preparatrice personale, Elisa Vinco, senza la quale l’applicazione del metodo del mio studio non sarebbe risultato così semplice e produttivo!


Ho 22 anni e ho da sempre il sogno di entrare nelle forze dell’ordine (polizia più di tutte), appena finito il liceo inizio a studiare le banche dati e a provare concorsi. Ma in 3 anni non ho mai superato nessun concorso perché mi risultava troppo difficile memorizzare quelle banche dati strapiene di domande, dalle 5000 alle 8000 a secondo dei concorsi!

Un giorno però incontro una ragazza, allora era una sconosciuta ma ad oggi posso dire che è stata la mia salvezza, che mi parla di Genioin21giorni. Quando andai in presentazione a vedere di cosa si trattasse ero molto scettico a riguardo: infatti non mi sono iscritto subito.. sono andato via dalla presentazione senza aver deciso di fare il corso. Sono ritornato due ore dopo ad iscrivermi perché ho capito ragionandoci che era veramente una grande possibilità e quello che avevo visto meritava di essere acquisito.

Decisi di fidarmi totalmente di quelle persone, e posso dire che dal quel giorno la mia vita è cambiata. Con il mio preparatore personale Giannantonio Fico mi sono posto un primo obiettivo cioè quello di memorizzare una banca dati di 5000 domande (Polizia Penitenziaria) per allenarmi con il metodo.

Sono riuscito a memorizzare tutte le domande in circa 20 giorni studiando non più di due ore al giorno perché lavoro e mi alleno in palestra, ho da poco fatto una simulazione con Gianni e su 80 domande ho fatto solo 4 errori!

Un risultato grandissimo per me perché questo è solo allenamento ma quando dovrò affrontare il vero concorso dedicherò più tempo ad esso è sarà semplicissimo preparami per la banca dati in brevissimo tempo con l’obiettivo di fare zero errori.

Un ringraziamento va al mio tutor Giannantonio Fico perché in soli due appuntamenti di tutoring con lui ho migliorato la mia velocità nel memorizzare le domande passando da 33 in 50 minuti a circa 100, è sempre al mio fianco in ogni difficoltà e senza il suo aiuto sarebbe stato difficile raggiunge questo risultato.


Frequento il corso di formazione per Medici di Medicina Generale a Pavia da febbraio 2018, dopo aver terminato gli studi di Medicina sempre a Pavia.

Prima del corso, e per tutti i 6 anni, avevo la mania di fare gli schemi. Fogli su fogli su fogli. Ho sempre saputo che per me il metodo migliore era avere un riassunto schematico dell’argomento da studiare per poi ripeterlo ad alta voce. A volte, non soddisfatta, facevo pure gli schemi degli schemi, per fissare i punti principali. Questo si traduceva nel passare gli esami con media del 24, ma dimenticandosi dei dettagli, che ahimè fanno la differenza a Medicina, ad esempio geni, percentuali, marcatori, farmaci, dettagli anatomici eccetera.

Ho scelto di frequentare il corso dopo che me ne aveva parlato una mia amica, medico anche lei. Mi aveva colpito la possibilità di leggere più velocemente, di ricordarsi i dettagli ma soprattutto di capire cosa fossero le Mappe Mentali.

Ho fatto il corso a Luglio 2017, dopo essermi laureata, con l’obiettivo di passare il Concorso per il corso di formazione per Medici di Medicina Generale in Lombardia che si sarebbe svolto ad ottobre 2017.

100 posti per 1136 iscritti.
Chance di farcela: 1 su 11.

Insomma, in un’estate dovevo ripassare quello che avevo studiato in 6 anni.
Fatto il corso mi si è aperto un mondo. Quello delle mappe mentali. Meno fogli, argomenti principali e dettagli in un’unica pagina, e tante ma tante piccole tecniche comodissime e divertenti per ricordarsi le cose. Il primo scoglio che ho affrontato sono stati gli antibiotici: “vediamo se questo corso funziona davvero” ho pensato. E con la mia Tutor Maria Stella Macchetta in un ora ho imparato le classi, i nomi, gli effetti collaterali, gli usi principali degli antibiotici. In un ora. E ho riso per tutti i 60 minuti, perché le tecniche che mi hanno insegnato al corso rendevano non solo le cose più facili, ma anche più divertenti e leggere.

Beh, le cose sono andate bene.
A febbraio 2018 ho iniziato il mio corso per diventare Medico di Famiglia. Ora ho davanti 3 anni di tirocinio e di studio che, sono sicura, affronterò in modo diverso dopo aver imparato come studiare.


Ho 45 anni, lavoro nell’ambito della pesatura industriale, presso la GSP SRL. Mi occupo della parte commerciale e della pianificazione delle attività.
La nostra Azienda, ricopre un ruolo importante nel settore ma, essendo ambiziosi ed ancora “giovani”, vogliamo fare di più ed ancora meglio. In questo periodo tra nuove Normative, nuovi rami di business, inserimento di nuovo personale, sentivamo la necessità di avere “una (o più) marce in più”.
La proprietà dell’Azienda, che ha partecipato, ha proposto il “Corso Genio in 21 giorni” a me ed alcuni collaboratori, finanziandolo, comprendendo che le nuove sfide che ci attendevano sarebbero state affrontate con maggiore stimolo, organizzazione e risolutezza. Dopo la presentazione ho capito l’opportunità che avevo di fronte ed ho accettato immediatamente. Ho anche coinvolto, ovviamente a mie spese, i miei 2 figli, Riccardo ed Eleonora (12 e 9 anni), seguendo e frequentando il corso insieme. Un’esperienza meravigliosa che raccomando.
Dopo il corso ho acquisito metodi e tecniche che mi permettono di imparare più velocemente (lettura + comprensione), di gestire meglio le trattative (organizzazione), di ottimizzare il mio “public speaking”, migliorando la mia capacità di analisi e decisionale. Il tutto con molto impegno, ma anche divertimento. 
Nello specifico, nei miei 21 giorni:
Dimezzato i tempi di lettura email / testi, con comprensione superiore
Imparato velocemente in 2 ore, nuove Normative (prima ci avrei messo almeno 2 giorni)
Memorizzato nuove linee prodotti attraverso l’uso delle mappe mentali
Maggiore capacità organizzativa a livello temporale con il master plan
Ottimizzato i testi commerciali, Marketing ed immagine aziendale
Arricchita la mia conoscenza personale della lingua inglese, con c.a. 300 nuovi vocaboli

Pronto ad affrontare meglio il nuovo business con più sicurezza e preparazione.
Sono davvero contento del percorso fatto, si è risvegliata in me la motivazione a migliorarmi, lavorando con maggiore consapevolezza e precisione, unendo testa e motivazione! Tutto questo grazie al mio titolare, il mio impegno, mia moglie che mi ha sopportato, i miei figli che mi hanno seguito e il metodo di apprendimento di Genio in 21 giorni.
Un grazie speciale va al il mio preparatore personale Alessandro Frulla, che ha saputo guidarmi con astuzia ed efficacia, ottimizzando i miei punti di forza ed elevando i miei standard. Consapevole che sarò determinante per far diventare la GSP la numero uno ed io uno dei più “fighi” del mio settore !


Sono una studentessa al terzo anno di Economia e Management, indirizzo Finanza all’università di Parma.
A ottobre 2016 ho deciso di frequentare il corso Genio perché volevo diminuire le ore che passavo a studiare.
Ero la classica studentessa che leggeva, sottolineava, ricopiava e ripeteva perdendo quindi un’infinità di tempo e dedicando intere giornate solo allo studio. 
Come se non bastasse non ero mai sicura di sapere. Spesso mi capitava di presentarmi all’esame con tantissima ansia, preoccupandomi di dimenticare tutto.Oggi le cose sono totalmente cambiate.

Due mesi dopo il Corso ho dato tre esami di 10 crediti ciascuno: Microeconomia, Intermediari Finanziari e Corporate Banking and Finance, in tre giorni consecutivi, cosa per me impensabile se non avessi avuto le tecniche di memorizzazione e le mappe mentali!

Oggi mi mancano solo tre esami alla laurea perché nel secondo semestre del secondo anno oltre a dare quelli previsti e fare il tirocinio, ho sostenuto anche gli esami a scelta. Ovviamente nei primi appelli e con il massimo dei voti.

Inoltre avendo a disposizione più tempo, ho ripreso a studiare inglese, ad andare in palestra e per essere indipendente economicamente ho deciso di iniziare a lavorare, rimanendo perfettamente in pari con gli esami e senza rinunciare a una media sopra il 26.
Senza il Corso non avrei mai pensato di poter fare tutte queste cose!


Sono un tecnico di laboratorio biomedico.
Ho fatto il corso Genio in 21 giorni a Gennaio 2016, a Cagliari, inizialmente per allenare e tenere sempre attiva la mia memoria e, onestamente, anche per capire l’entusiasmo delle mie due figlie che l’avevano fatto prima di me.

Non avevo un obiettivo preciso, ma già dal primo giorno ho capito che con il metodo che stavo sviluppando avrei avuto delle potenzialità inaspettate.
Subito ho capito quale potesse essere il mio obiettivo:
Riprendere a studiare inglese!

In un mese ho memorizzato 900 vocaboli e le principali regole grammaticali.
Questo mi ha permesso di iniziare a capire una conversazione base in inglese, ma soprattutto mi ha dato il coraggio di andare a fare il test d’ingresso nella principale scuola d’inglese della mia città per verificare il mio livello ed avere la soddisfazione di essere valutata direttamente livello B1.

Ti assicuro che a 50 anni, quando non tocchi un libro d’inglese da 30 anni e non hai nemmeno il coraggio di dire buongiorno alla reception di un hotel di Londra (dove vado spesso in vacanza con la mia famiglia), è un risultato fantastico! E questo lavorando tutte le mattine in laboratorio e occupandomi della mia famiglia.

Ed è stato solo l’inizio!
Ora so che posso arrivare al livello che voglio, che non è vero che non ero “portata per le lingue” , ma era il metodo di studio ad essere sbagliato, non io!

Ora utilizzo le tecniche anche nel mio lavoro, dove ogni analita ha un codice, ogni reattivo un numero di lotto e ogni paziente un suo ID, e dove non doversi scrivere tutto è fondamentale! Ora memorizzo appena leggo.
Inoltre usare le mappe mentali ai corsi di aggiornamento mi permette di ricordare tutto appena il corso è finito, quindi di alleggerire enormemente il lavoro a casa e di non avere più l’ansia per il test di verifica!


Sono una studentessa del quinto anno dell’istituto tecnico Rosa Luxemburg di Torino e ho appena fatto il corso a febbraio. Prima del corso avevo quattro materie gravemente insufficienti e ho sempre pensato che il problema fosse l’italiano in quanto non è la mia lingua madre. Mi sono resa conto,invece, che non avevo un metodo di studio! La mia organizzazione era un disastro, mi riducevo sempre all’ultimo e non avevo mai tempo per me! Così facendo mi trascinavo i compiti e lo studio e i voti non facevano altro che peggiorare! Ero arrivata a pensare di non essere portata per questo indirizzo e che alcune materie non le avrei mai capite.

Sono venuta a conoscenza del corso e l’ho voluto fare il prima possibile. Dopo il corso ho imparato a gestire meglio il mio tempo, non solo ho imparato ad organizzare il mio studio, ma sono anche riuscita a dedicarmi a quello che mi piace come per esempio allo sport. Sono riuscita a recuperare tutte le materie di cui avevo le verifiche, ma soprattutto se prima pensavo di dover cambiare l’indirizzo perché non portata per l’economia, sono passata dal prendere 3 di economia aziendale a prendere 9 ricevendo addirittura i complimenti del professore! Incredibile!
Ringrazio tantissimo la mia tutor Roberta Alice per il sostegno e perché ha sempre avuto fiducia nei miei confronti. Sento che questo è solo l’inizio e non vedo l’ora di ottenere tanti altri risultati come questi.


Sono una studentessa al terzo anno di lingue all’Università degli studi di Pavia. A Ottobre 2017 quella che poi è diventata la mia tutor Valentina Di Pino mi ha lasciato un volantino. Era la quarta volta che ne ricevevo uno, ma quella mattina ci ho riflettuto un attimo e con più’ maturità, ho colto l’occasione.

Ho deciso di iscrivermi al corso Genio in 21 giorni subito perché, nonostante fossi all’ultimo anno del mio corso di laurea, avevo molti esami indietro e avevo quindi bisogno di un metodo di studio funzionante per non allungare troppo e inutilmente il mio percorso universitario.

Ho sempre avuto difficoltà nello studio e spesso avevo anche problemi a concentrarmi e a rendere effettivamente redditizio il mio impegno. Non riuscivo ad ottenere i risultati voluti a causa di un metodo poco funzionale e faticoso (riassumevo sempre tutto all’infinito).

Il corso mi ha permesso di diventare padrona di un metodo efficace e veloce, che ad oggi mi permette di studiare in modo molto meno noioso e più produttivo.

Grazie alle varie tecniche imparate al corso, ho ottenuto il mio primo 30 in università e ho addirittura fatto una cosa che mai avrei pensato prima: ho preparato un esame in inglese (300 pagine) che inizialmente non volevo sostenere in questa sessione. Poi, presa dall’entusiasmo del metodo acquisito in soli due giorni ho studiato e mi sono presentata all’esame.

È una sensazione che mi riempie di gioia, mi sento più sicura delle mie capacità e di me stessa in generale e ben disposta nei confronti dello studio, cosa che non avrei mai neanche lontanamente sperato.


Ho 26 anni e mi sono laureata a Luglio in Medicina. Ho sentito parlare per la prima volta del corso “Genio in 21 Giorni” quando, per puro caso, mi sono trovata ad accompagnare mia zia ad un corso di comunicazione ad ottobre del 2017.
Avevo sentito parlare altre volte di corsi di “memorizzazione” ma non ero mai stata colpita. Dopotutto ho finito il mio percorso di studi con il massimo dei voti ed alla prima sessione di Laurea disponibile, quindi nonostante il mio metodo di studio fosse faticoso e spesso mi avesse richiesto notevoli sacrifici ero convinta che fosse un buon metodo.
Le esperienze dei ragazzi che ho incontrato a quel famoso corso però, erano davvero fenomenali, e non ho potuto fare a meno di domandarmi: “come sarebbe andato il mio percorso universitario se qualcuno mi avesse parlato prima del corso Genio?”
Così sono andata a seguire la presentazione nella sede di Firenze, mi sono iscritta e ho seguito il corso a Gennaio 2018.
Il mio primo obiettivo è stato il test di Abilitazione: dovevo memorizzare una banca dati di 6723 domande.

Dopo il corso ho iniziato ad applicare le tecniche. E grazie a queste sono passata dal memorizzare 10 domande ogni mezz’ora fino a 50. In più ho sperimentato con mano l’efficacia dei ripassi programmati che mi hanno permesso di fissare in maniera precisa i concetti appresi nel lungo termine.
Nelle tre settimane che hanno seguito il corso, sono arrivata a memorizzare fino a 565 domande/quiz al giorno, un risultato che non avrei creduto possibile in così poco tempo. (Tempo fa per un altro concorso ho dovuto memorizzare 277 domande è ci ho impiegato 2 giorni interi!).
Il test di abilitazione è andato benissimo! Sono davvero contenta del mio primo traguardo e non vedo l’ora di raggiungere i miei prossimi obiettivi!


Sono una studentessa al secondo anno di sociologia a Milano.
All’inizio del mio percorso universitario sono andata un po’ in crisi, mi scrivevo agli esami e non mi presentavo, avevo l’ansia che aumentava di volta in volta e a causa di ciò mi sentivo sempre più insicura su quello che stavo studiando e nelle mie capacità. Avevo l’impressione di avere troppo da studiare e poco tempo per preparare qualunque esame, avevo paura di non essere all’altezza degli altri studenti.

Dopo essere stata contattata e aver visto alla presentazione cosa potevo ottenere grazie al corso Genio in 21 giorni, ho scelto di iscrivermi e dopo averlo frequentato sono riuscita a superare l’ansia e l’insicurezza che avevo in me stessa raggiungendo i miei obbiettivi universitari: riuscendo a preparare in un mese sei esami e riuscendo a superarli con ottimi voti.
Ricerca quantitativa 25
Ricerca qualitativa 26
Matematica 25
Storia contemporanea 28
Psicologia sociole 28
Demografia 25
Inoltre ho passato informatica che era un esame di sbarramento e che non riuscivo a superare e poi sono riuscita ad ottenere l’idoneità di inglese con i complimenti della professoressa.

Le strategie che mi sono state più utili sono: la concentrazione perché ora riesco a rimanere tranquilla e concentrata in tutto quello che faccio, la lettura strategica perché grazie a ciò sono riuscita a superare la mia lentezza nella lettura (sono DSA) e infine l’organizzazione perché con le mappe riesco a tenere sotto controllo tutto quello che studio.

Un grazie alla mia tutor Manuela Barazzetti