Sono un host presso Bounce a Torino.

Ammetto che nel mio lavoro non ho tanto a che fare con libri universitari ed esami da passare, ma ho a che fare tanto con persone di ogni età e provenienza.

Per me è sempre stato fondamentale poter parlare quindi in lingua straniera.
Confrontandomi con tante persone straniere mi rendevo conto che non riuscivo spesso ad esprimere ciò che volevo dire, questo perché avevo delle carenze in lingua inglese.
Premetto che ho sempre saputo che l’inglese nel mio lavoro sarebbe stata una competenza fondamentale da possedere, ma ogni qualvolta io cercavo di mettermi a studiare la lingua, mi rendevo conto che avevo mille difficoltà nel memorizzare lessico e forme grammaticali, questo tra l’altro fatto nel poco tempo libero che avevo a disposizione extra lavorativo, mi portava tanta noia e stanchezza, rifiutandomi cosi di impararlo.

Consapevole di questo ho sempre pensato che avrei avuto bisogno di organizzare meglio il mio tempo, e gestire bene i tempi morti della giornata.

Un giorno i miei cugini mi parlarono di questo corso Genio che avevano fatto insieme, mi dissero che per me il mio lavoro sarebbe stato d’aiuto, scelsi cosi di frequentarlo.

Dopo il corso a livello lavorativo son cambiato un po di cose:
Con l’inglese ho studiato oltre 1200 vocaboli, e da che avevo difficoltà a creare discorsi con clienti, ora mi diverto a simpatizzare con tante persone.
Oltre questo, ho memorizzato del lessico tecnico per il mio lavoro.

In ambito organizzativo adesso riesco grazie a diversi strumenti appresi al corso, a fare molte più attività durante l’arco della mia settimana.

Oggi mi sento molto più produttivo e organizzato, tra l’altro ho scelto di iniziare da settembre a rimettermi in gioco nel settore universitario.

Ringrazio tantissimo il team di GenioIn21Giorni e soprattutto il mio tutor Aurelio Febbraro.


Ho 19 anni e ho appena finito gli esami di maturità al liceo scientifico.

Prima del corso ero una ragazza perennemente in ansia, insicura di se stessa e spesso soffrivo di attacchi di panico. Tutto ciò, ovviamente si riversava sul mio andamento scolastico.

Passavo tante (direi troppe ore) a studiare e non riuscivo comunque ad essere sicura di ciò che studiavo. Grazie al mio nuovo metodo ed alle tecniche, però, ho avuto un cambiamento non indifferente, sia dal punto di vista della velocità nello studio, senza compromettere il rendimento, che da un punto di vista personale.

Ed ecco i miei risultati:
Sono riuscita a ripassare, ed in parte studiare, il programma di filosofia del quinto anno, in un solo giorno! È stato pazzesco.

Sono riuscita a mettere in un’unica mappa mentale (foglio A4) 33 pagine di storia sulla Seconda guerra mondiale, prendendo 8 all’interrogazione.

Per non parlare del fatto che, avendo fatto il corso a metà aprile, quindi a giochi già fatti, sono riuscita a ripassare e riprendere i concetti dimenticati con il tempo, di tutto programma di 5°, di tutte le materie attraverso le mappe mentali in sole due settimane! È stato davvero sorprendente e può sembrare incredibile, ma si può davvero raggiungere queste tempistiche con l’impegno e gli strumenti migliori!

Ringrazio con tutto il cuore la mia tutor, quella che tutti desidererebbero, Clara. Mi ha preso per mano insieme alle mie insicurezze e mi ha accompagnata in questo percorso. È grazie a lei se sono riuscita ad essere più consapevole di me stessa e delle mie capacità nello studio. Ringrazio inoltre le mie adorate Marika e Alessia che mi hanno consigliato questo corso. Ve ne sono davvero grata


Sono un Ingegnere libero professionista e docente delle scuole superiori; ho frequentato il corso Genio in 21 Giorni lo scorso gennaio nella sede di Pavia. La mia amica Virginia, un giorno mi parla in maniera entusiasta di questo corso, trasmettendomi un senso dì positività al solo racconto.

Devo dire che le mie giornate non sono certo caratterizzate da momenti morti, anzi, sembra che il tempo non basti mai. Ed ecco che avevo proprio bisogno di un metodo che mi aiutasse ad accorciare i tempi su molte cose, dalla lettura veloce di normative e perizie, alla memorizzazione di passaggi chiave nella direzione lavori dei miei cantieri edili o nella semplificazione e miglior resa delle mie lezioni nei confronti degli alunni a scuola.

Grazie al corso sono riuscito ad apprendere le varie tecniche e a migliorare la mia vita professionale e di conseguenza anche la sfera privata.

Sono certo di poter migliorare ancora; il mio prossimo obiettivo è l’abilità con la lingua straniera, ed in questo caso, le mappe mentali ed i PAV sono sicuramente le cose che mi spianano la strada.

Non mi preoccupa l’impegno che dovrò mettere perché il mio precedente percorso come anche questo è caratterizzato dall’affiancamento di una persona professionale e determinata come il mio tutor Andreas Castiello.
Devo dire grazie a lui, se molte cose che prima affollavano la mia mente, oggi non sono più una minaccia al mio tempo.


Sono una studentessa della facoltà di Medicina e Chirurgia di Pisa.
Ho conosciuto il corso “Genio in 21 giorni” grazie a Rossella e a Valeria,due compagne di università.
Incuriosita dal loro metodo di studio apparentemente “strano” e dalle loro mappe ho scelto di frequentare il corso nel mese di Novembre 2017.

Sono sempre stata una ragazza studiosa, volenterosa e che ha sempre ottenuto bei risultati. 
Il mio “problema” è iniziato con Anatomia Umana. Ho iniziato ad avere dei blocchi e dei dubbi sulle mie capacità, perché non riuscivo a superare l’esame.
Oltre alla difficoltà dell’esame in sé, anche questi blocchi mentali mi ostacolavano parecchio e mi demoralizzavano.

Prima di frequentare il corso, ero abituata a leggere, sottolineare, a rileggere il paragrafo e a ripeterlo più volte, preparandomi già da subito con l’esposizione. 
Questo mi portava via troppo tempo per preparare gli esami e poi anche il giorno dell’orale non mi sentivo mai sicura degli argomenti studiati.

Il cercare parole chiave e il mettere tutto in mappa per me è stata una rivoluzione.
Mi ha permesso di comprendere a fondo il testo, di individuare le parti più importanti, di avere una più chiara visione di insieme, di preparare esami che io non avrei mai pensato di preparare e superare in un tempo decisamente inferiore a quello che impiegavo prima.

Il corso mi ha aiutata sia a livello emotivo sia dal punto di vista del profitto. 
Sono riuscita in pochi mesi a portare a casa tutti gli obiettivi fissati nelle rispettive sessioni:
⁃ a dicembre: Genetica Medica, Patologia Clinica e Biochimica Clinica;
⁃ a febbraio: Embriologia e Istologia;
⁃ a maggio: Biochimica(un esame abbastanza tosto di ben 12 crediti) e Biologia Molecolare.
Tutti passati al primo colpo senza che ci fosse il bisogno di ripresentarsi all’appello successivo, come invece prima accadeva. Inoltre mi ha permesso di organizzare al meglio il mio tempo, studiando ma dedicandomi anche ad altro per distrarmi.

Non smetterò mai di ringraziare Stefano, tutti i Tutor del corso, in particolare la mia Tutor Cristina, la quale ha creduto in me, mi ha spronata e motivata, dandomi la carica giusta per affrontare al meglio gli esami ed è grazie a lei che adesso, il giorno dell’esame sono molto più sicura di me stessa, del mio studio e delle mie potenzialità.


Sono uno studente iscritto al corso di economia e amministrazione delle imprese presso l’Università di Milano-Bicocca.

Ho frequentato il corso Genio a metà marzo perché avevo problemi legati all’organizzazione dello studio, al tempo impiegato per studiare, in poche parole mi sembrava di non avere tempo se non per studiare.

Prima di fare il corso il mio studio si basava sul leggere, sottolineare e ripetere finché non mi entrava in mente, quindi perdevo tantissimo tempo; invece le strategie imparate al corso mi hanno portato a preparare gli esami fino a 7/10 giorni in anticipo (cosa che mi sembrava impossibile con le mie vecchie strategie).

Ora riesco a gestire meglio anche il mio tempo perché riesco a capire quanto dovrò studiare per un determinato esame, infatti ho iniziato a lavorare nel weekend ed allenarmi 2/3 volte a settimana e mi avanza ancora tempo per uscire con i miei amici. Prima del corso, dopo aver studiato non mi sembrava di avere studiato veramente, perché a distanza di una settimana non ricordavo più nulla, o quasi; mentre con le nuove strategie riesco a ricordare tutti i concetti che mi interessano e anche i dettagli che occorrono, anche 2/3 settimane dopo gli esami. Per questo devo ringraziare il mio tutor Simone Bernardi e anche chi mi ha fatto conoscere il corso, Luis Miguel Chacha Guevara.


Sono una studentessa di ingegneria navale al terzo anno.

Ho frequentato il corso poco più di un anno fa, poi l’ho rifrequentato ad aprile di quest’anno perché sapevo di poter migliorare ancora le tecniche mi e serviva una spinta in più.

Sono sempre stata una ragazza che si pone molti obiettivi, e cosi faccio anche con gli esami programmando sessioni infinite con 6 o 7 esami da dare in un paio di mesi; prima del corso però non ero mai riuscita a rispettare i miei piani mentre ora sono riuscita a dare 5 esami in poco più di 3 mesi alcuni dei quali studiati mentre seguivo le lezioni.
Oltretutto sono una studentessa fuori sede e pendolare, non é stato sempre facile conciliare gli impegni del corso con gli altri che avevo ma ne é valsa la pena.

Per tutto questo devo ringraziare i miei tutor Luca Marras e Davide Mura e la mia amica Anna Maria Cavazzini che mi ha fatto conoscere il corso.


Sono Camilla, ho frequentato la 4° liceo scientifico tradizionale e ho preso parte al corso a giugno 2017 con mio fratello Federico che ha frequentato la 1° media.
Prima di fare il corso passavo molte ore sulle stesse pagine rileggendo più e più volte. Facevo già degli schemi, ma non riuscivo ad inserirvi tutti gli argomenti che mi servivano, ritrovandomi così a investire il doppio del tempo perché dovevo studiare sia dal libro sia dallo schema. Questo metodo mi scoraggiava perché non avevo mai abbastanza tempo per ripassare tutto. Per lo stress mi si è persino scatenata una dermatite atopica.
Ora prima di mettermi a studiare sui libri, converto tutti gli appunti in mappe mentali: studio poi solo su queste mappe in cui trovo tutte le informazioni necessarie in poche pagine…
Per la fine del quadrimestre, quando non avevo più né tempo né voglia di studiare, quando avevo tre verifiche al giorno, sono riuscita a studiare 100 pagine di letteratura italiana in soli due pomeriggi.
A Federico il corso è servito per affrontare il passaggio alle medie e l’incremento delle cose da studiare. Le mappe gli sono servite per memorizzare più velocemente le informazioni e per creare un discorso fluido e articolato in vista delle interrogazioni.
Entrambi abbiamo così ottenuto ottimi risultati a fine anno scolastico: ci riteniamo perciò molto soddisfatti del metodo appreso.
Provare per credere!


Sono un tecnico di radiologia medica e ho frequentato il corso Genio in 21 giorni dopo la laurea, su consiglio di una mia compagna di corso. Ho scelto di frequentarlo anche se mi ero già laureata per la necessità di continuare a formarmi e per lo studio per i concorsi, in particolare ero stufa di assimilare informazioni e dimenticarle dopo breve tempo, dovendole riprendere e partendo da capo con lo studio ad ogni concorso.
Dopo aver frequentato Genio ho partecipato ad un concorso a marzo 2018, e grazie alle tecniche di memoria sono riuscita a:
– mappare e memorizzare 80 pagine di test commentati in 2 ore
– memorizzare articoli di codice deontologico e normative inerenti alla mia professione ( che sono poi risultate essere 4 domande del concorso)
– entrare in graduatoria al posto 102 su circa 650 partecipanti, di cui 450 non ammessi
– Ottenere questo risultato lavorando full time in una clinica privata ad 1 h da casa, gestendo la mia casa, andando in palestra 3 h a settimana e a danza 2,30 h, e senza rinunciare a qualche serata con i miei amici

Questo perché a differenza dei concorsi preparati prima ho avuto la possibilità di organizzare meglio i concetti e memorizzarli velocemente e in modo “stabile” grazie alle mappe mentali, e di conseguenza sentirmi più sicura sulle mie conoscenze, evitando i dubbi che prima mi assalivano quando al test mi trovavo davanti alle domande.
La cosa più bella e gratificante é che a distanza di 3 mesi ricordo ancora le normative che ho studiato utilizzando le tecniche. 
La sensazione che ho è quella di avere finalmente un metodo di studio che mi permette di raggiungere gli obiettivi che mi pongo, consapevole che se mi impegno i risultati si vedono, e che facendomi ricordare le informazioni a distanza di tempo mi permette di percepire lo studio come utile per aumentare le mie conoscenze e non come una perdita di tempo.
Ringrazio la mia Tutor Francesca Paganelli per i consigli e la disponibilità, e per avermi aiutata a raggiungere questo risultato.


Sono un ragazzo di 23 anni che frequenta il II anno del corso di specialistica in management all’Università Bocconi di Milano.
A proposito del mio rapporto con “Genio” non è facile condensare 10 anni di esperienze in poche righe, ma farò del mio meglio.

Il mio primo contatto con il corso Genio inizia nella mia Catania quando ero solo uno studente del secondo liceo. Ringrazierò sempre i miei genitori per aver avuto una mentalità così aperta da permettermi di essere stato tra i pochi ragazzi a frequentare quel corso agli albori della carriera scolastica. In effetti ripensandoci adesso, non ricordo quasi più come si studiava prima! E’ stato in questo momento che ho messo le basi per la creazione delle decine di mappe che avrei fatto in seguito.

Gli anni del liceo passavano senza intoppi. In seguito, grazie al supporto ed alla professionalità del mio “maestro” e amico Mauro Cantoia (istruttore del centro di CT), che mi ha orientato nella scelta della facoltà facendo una valutazione delle mie attitudini, ho potuto trasformare in realtà la mia determinazione ad entrare alla Bocconi di Milano. Ho infatti svolto una preparazione ad hoc basata sullo svolgimento dei test di accesso all’università, seguita dalla contestualizzazione e memorizzazione di ogni singolo errore che commettevo durante le simulazioni dei test.

Trasferitomi 5 anni fa, sono entrato in contatto con lo splendido centro di Milano e: “città che vai, tutor che trovi”, insieme al mio tutor Roberto Ciccione, ho puntato a nuovi risultati. In particolare, stavolta, mi sono concentrato sull’organizzazione e gestione efficace del tempo, tramite piani settimanali e master plan. Sono così stato in grado di concludere la laurea triennale in Economia aziendale e Management senza alcun problema. 
A coronamento di questo percorso mi sono trasferito a Roma per una bellissima esperienza di stage al Parlamento della Repubblica Italiana durante la quale ho collaborato con i Senatori Questori.

Nonostante una gratificante proposta di lavoro pervenutami da loro, ho scelto di ritornare alla Bocconi per continuare a studiare e formarmi iniziando la specialistica in Management. Adesso, dopo due anni, sto scrivendo la tesi che concluderà il mio percorso di studi. Nel frattempo, ho anche iniziato a lavorare per una azienda multinazionale anglo-tedesca nel settore del largo consumo.

Sono sempre stato volenteroso e focalizzato sui miei obiettivi, ma le tecniche mi hanno permesso di aumentare la mia efficienza e di risparmiare un sacco di tempo e fatica. Queste ultime agiscono da grande amplificatore che libera le potenzialità che sentiamo essere dentro di noi, ma che per qualche motivo non riusciamo ad esprimere.

Per concludere, l’osservazione più attenta che posso fare, in qualità di “corsista anziano”, è che le tecniche sono strumenti potenti ma pur sempre strumenti. Quello che per me ha fatto la differenza è stato frequentare questo ambiente che ha qualcosa di magico e stimolante, con in più un qualcosa di tanto profondo, quanto difficile da spiegare. Personalmente ho imparato a coltivare la mentalità che ho tratto da esso e che ancora oggi mi guida verso i nuovi risultati che mi prefiggo ogni giorno.
A chi non ha ancora scelto di mettersi in gioco, dico: “io non so cosa c’è per voi alla fine del vostro percorso con Genio, so però che troverete quello di cui avete bisogno. Non vi resta che gettare il cuore oltre l’ostacolo e andarvi a prendere ciò che vi meritate”.


Studio Comunicazione tecnologie e culture digitali, ho fatto il corso Genio in 21 giorni a Roma ad aprile.
Ho deciso dopo un po’ di tempo di iniziare il corso perché avevo un gran bisogno di un metodo di studio efficace, sono una di quelle che trascriveva il libro dieci volte e stava mesi per preparare un esame e non mi sentivo comunque mai sicura, ottenevo risultati buoni, però passavo la maggior parte del tempo rinchiusa in biblioteca o in casa, tanta era la mia ansia di non riuscire.

Già tre settimane dopo il corso ho fatto un esame, ed ho preso 29!!, che avevo tentato già due volte con scarsi risultati uno di quegli esami che sogni pure la notte e questo mi ha dato una carica pazzesca!! Ed ora a distanza di due mesi dal corso ho fatto il primo esame del secondo semestre un tema scritto( #ilmiopiugrandeNEMICO) di Scienze Politiche e sono riuscita a prendere 27 e non c’è bisogno di dire che ero al settimo cielo!
Quello che posso dire è “Ragazzi volere è potere” e con il giusto metodo di studio niente è impossibile per davvero!! E io devo ringraziare tutto il team di Genio in Particolare Sofia Anna Lo Presti, la mia tutor, per avermi dato questa grande opportunità di migliorare non solo il mio metodo, ma anche il modo di affrontare lo studio .