Frequento il quinto anno del liceo scientifico e dopo aver fatto il corso Genio ‪in 21 giorni‬ appartengo a quella piccola categoria di studenti che non hanno alcuna preoccupazione al pensiero di affrontare l’esame di maturità.

Cos’è cambiato? Ho frequentato il corso ad aprile 2017 e nella mia vita c’è stata veramente una svolta, ho sempre avuto un rapporto conflittuale con i libri, il fatto di dover dedicare così tanto tempo allo studio mi faceva provare un fortissimo senso di sconforto perché in tutte quelle ore di studio il tempo che restava per me stessa era sempre troppo poco per i miei gusti . In tutta la mia carriera da studentessa liceale la voglia di studiare e mettermi in gioco diminuiva sempre di più e ogni volta che dovevo affrontare materie scientifiche ( come la biologia, la chimica o la fisica) o semplicemente la letteratura latina ricca di dettagli, nomi, eventi storici e date, la voglia di studiare con il “metodo” (se così si può definire) leggi e ripeti era veramente pochissima, le mie emozioni peggioravano quando consapevolizzavo il fatto che quelle informazioni con il passare del tempo sarebbero andate perse. Con questi presupposti l’atteggiamento con il quale affrontavo lo studio era veramente pessimo e di conseguenza anche il mio livello di concentrazione era molto basso.

Risultato: studiare era diventata una vera tortura e di conseguenza ho sviluppato alcune convinzioni depotenzianti riguardo le mie capacità di apprendimento e la sensazione che provavo quando sostenevo un’ interrogazione o una verifica era quella di non essere abbastanza preparata, sensazioni che i professori avvertivano durante una prova.

Dopo aver frequentato il corso Genio e applicando il metodo che viene insegnato tutto quello che ho descritto fin ora non esiste più, con le mappe mentali ho fatto degli enormi salti di qualità, su una mappa inserisco con facilità 50 pagine o più avendo una visione globale di quello che studio che mi fa sentire estremamente sicura. Fondamentali sono state le tecniche di rilassamento che mi permettono di avere una concentrazione alta quando studio, determinante per quanto riguarda il fattore tempo, 6 mesi fa studiavo almeno 5 ore al giorno ricordando veramente ben poco ed escludendo la maggior parte dei dettagli che consideravo impossibili da ricordare , oggi studio 2 ore al giorno, solo in casi eccezionali sostengo 3 cicli di studio, non tralasciando più quelle parti che ai miei occhi erano troppo articolate.

Questo ha fatto totalmente la differenza perché per un professore del liceo più ne sai meglio è, anche se resta fondamentale la parte che riguarda l’esposizione. Grazie agli strumenti che il corso mi ha fornito anche il mio modo di comunicare è migliorato notevolmente, avendo la sicurezza di non perdere le informazioni che studiavo e avendo una visione globale, sostenere un’interrogazione e guardare dritto negli occhi il mio professore ,piuttosto che guardare gli uccellini fuori dalla finestra o contare quante carte ci sono appallottolate sotto il banco della prima fila, è diventata una cosa normalissima.

Subito dopo il corso ho studiato e mappato tutto il programma di letteratura latina del quarto anno in soli 5 cicli di studio, sostenendo l’interrogazione con la massima serenità e guadagnandomi il mio primissimo 7 in letteratura latina. Il risultato più eclatante l’ho ottenuto quando ho sostenuto all’inizio di settembre l’esame di recupero di storia, ho letto, studiato e mappato in soli 8 cicli di studio tutto il programma di storia ( dall’assolutismo di Luigi XIV alla crisi di fine 800) circa 350 pagine, prendendomi la mia rivincita nei confronti di tutti quei professori che pensavano che io fossi una nulla facente, la verità è che con me il metodo leggi e ripeti non funziona. Per non parlare delle interrogazioni preparate in zero cicli di studio, nel senso che seguendo le lezioni e mappandole in classe una volta tornata a casa tutto quello che mi limito a fare sono i richiami programmati.

Risultato: studiare è diventato piacevole e mettermi in gioco non è più poi così difficile.
L’anno prossimo sceglierò la mia carriera universitaria e l’idea non mi spaventa affatto perché avendo frequentato il corso durante il liceo e avendo già acquisito il metodo sarà stimolante mettermi alla prova ad un altro livello con il metodo di studio impartitomi dal corso Genio ‪in 21 giorni‬.


Frequento la terza liceo scientifico Augusto Righi (BO).
Una settimana fa ho frequentato il corso Genio in 21 giorni.
È stata un’idea di mia madre essendo a conoscenza del mio pessimo rapporto con lo studio.

Inizialmente ero molto scettica riguardo all’efficacia del metodo ma ho cambiato subito idea dopo la presentazione fatta dalla mia attuale preparatrice personale Marina Rossi che ringrazio.

Non ho mai amato lo studio e ho sempre avuto l’abitudine di procrastinare e distrarmi in qualunque momento, arrivavo spesso impreparata in classe, non capivo le lezioni successive, avevo una bassa autostima e ho iniziato persino a dubitare delle mie capacità intellettive. 
I voti ovviamente non miglioravano la situazione,ero spesso sotto stress per colpa del mio andamento fino a quando non ho iniziato il corso.

Anche solo dal primo giorno di corso ho notato dei miglioramenti nella mia memoria e nella mia concentrazione, finalmente riuscivo ad avere dei risultati più che sufficienti che non avrei mai potuto immaginare.

Uno dei primi risultati l’ho ottenuto grazie alle mappe mentali.
Sono riuscita a memorizzare in diretta un’intera lezione di filosofia che prima avrei studiato in almeno 2 ore senza avere la sicurezza di ricordarmi tutte le informazioni.

Adesso mi sento più sicura di me stessa consapevole delle mie vere capacità.

Direi che è un ottimo inizio!


Sono iscritto alla facoltà di ingegneria civile della Federico II a Napoli. Sono uno studente fuori corso della magistrale, fuoricorso oramai da più di un anno , e il motivo principale è l’organizzazione allo studio , mancanza di concentrazione sempre più alta negli ultimi anni, studiavo molto ma rendo poco, ragion per cui nel momento che mi hanno proposto questo corso ho preso la decisione in poche ore di iscrivermi subito.

Da quando ho frequentato il corso genio in 21 giorni sono cambiate le basi con cui mi approcciavo allo studio quotidiano. Ero stanco oramai di rendere poco, essere stressato e poco motivato, rinunciavo a vivermi la vita, ad uscire a distrarmi, non ne potevo più! Grazie al metodo imparato riesco a produrre più pagine(ora possono essere 4/5 in un ora rispetto alla singola pagina all’ora, se andava bene ), mi fossilizzo meno sul foglio fisico , richiamo i concetti grazie a semplici parole ,che ho fissato in testa. Studio ingegneria, gli esami sono parecchio corposi e ricchi di dettagli, applicare il metodo mi sta aiutando a velocizzare il ricordo , recuperando tempo per me stesso . 

Un importante messaggio è che questo corso non fa miracoli , serve impegno e costanza , tanto voglia di cambiare. È paragonabile ad una palestra …se ti impegni escono i risultati, e a me pian piano stanno arrivando, nel senso che la mattina non mi sveglio scocciato e distratto , ma ho un metodo che mi aiuta (che è stata la chiave di volta della situazione) infatti sto preparando un esame che ,data la stazza, avrei concluso in tre mesi ,ora sono quasi alla fine in poco più di un mese!

In più ho riscoperto il piacere della lettura , ho finito un libro e ne sto leggendo già un’altro…se potessi tornare indietro sceglierei di frequentare il corso i primi anni del liceo , ma non è mai troppo tardi!


Dopo il corso Tommaso Lucentini si è laureato con ottimi voti alla prima sessione disponibile.

Subito dopo, come se non bastasse, è partito per uno stage in Thailandia di sei mesi, prima di trasferirsi a Londra da dove adesso gestisce una community di 18.000 persone. Tommaso è anche diventato ambassador di un’azienda internazionale nell’ambito del crowdsourcing.

Questa è la sua testimonianza su Genio in 21 Giorni!


Studio Scienze Motorie a Foggia.

Prima di aver frequentato il corso “Genio in 21 giorni”, ero una ragazza molto ansiosa e insicura di me stessa, anche quando mi presentavo agli esami molto preparata e sicura delle mie conoscenze, non riuscivo a non provare ansia e pressione.

Questo molto spesso mi portava a non ottenere i risultati che volevo e sopratutto che avrei potuto e mi sarei aspettata di raggiungere.

Spesso sentivo il peso del giudizio e delle aspettative degli altri, primo fra tutti del docente che mi interrogava; per esempio, il mio ultimo esame, teoria e metodologia del movimento umano, l’ho sostenuto due volte.
La prima volta non sono riuscita a passarlo, non ero riuscita a controllare me stessa e tutte le mie paure.

Quando si è ripresentata l’occasione di rifare l’esame, insieme alla mia tutor ho deciso che mi sarei preparata e che avrei affrontato quello che per me purtroppo oramai era diventato uno scoglio.

Ad essere sincera, non è stato molto semplice per me abbandonare il mio vecchio metodo di studio, ma la mia voglia di mettermi in gioco su qualcosa di nuovo e di farcela con questo esame, era forte. Così ho deciso di “rischiare” utilizzando uno strumento che vi dico che non avrei mai immaginato funzionasse così bene: le “miracolose” mappe mentali.

Così ho ripreso tutte le dispense e tutti gli argomenti, e chi si è mai trovato a dover ripreparare un esame sa bene che tipo di emozioni normalmente si provano, ma per me non è stato così: nel giro di soli tre giorni ero pronta a ripetere l’esame, riuscivo a padroneggiare gli argomenti e l’ansia si era trasformata in grinta e voglia di rivincita!

Risultato: TRENTA E LODE!

Ed il professore durante il mio esame ha fatto addirittura il tifo per me!

L’emozione che ho provato è inspiegabile e la sicurezza che ce l’avrei fatta era così forte da farmi ottenere il risultato che volevo!

Dopo aver raggiunto questo mio obiettivo non mi fermerò qui.
Sono orgogliosa anche per aver dato uno “schiaffo morale” a chi crede che questo corso sia solo una “bufala”, una “truffa” perché io sono la prova che non è vero.

Vorrei ringraziare il mio istruttore Salvatore, quella forza prorompente e spontanea che riempie la vita di chi lo circonda,i tutor che continuano a trasmettere carica ed energia. Ma un grazie particolare va alla mia tutor Clara,a lei così grande e straordinaria che mi infonde fiducia stimolandomi a fare sempre meglio.

Ora la voglia di crescere, migliorare è tanta e io sono disposta a fare tutto per ottenere nuovi risultati!


Ho partecipato al corso a Luglio, dopo la maturità.

Sono stato un estate senza applicare nulla di quello che mi era stato insegnato poiché, dopo la maturità, non ho avuto nient’altro da studiare, fare o apprendere.

Il salto di qualità vero e proprio l’ho avuto quando il 28 Agosto ho iniziato il mio percorso di studi alla John Cabot University, università americana; è stato qui che ho cominciato finalmente a capire la grandezza e l’importanza del metodo di studio appreso.

In questo momento sto facendo un corso linguistico intensivo pre-universitario per poter iniziare l’università (in lingua) al meglio; dai primi test, i primi esami, le prime prove, tutti hanno notato fin da subito la mia abilità e sicurezza nello svolgere compiti, nello studiare vocaboli di inglese avanzato o nel pormi nelle presentazioni orali.

Ho da subito ottenuto le valutazioni più alte di tutti i ragazzi del mio corso; il tutto senza rinunciare alle mie 10h settimanali di allenamento, 4h settimanali di prove musicali (avendo anche una Band), la mia ora settimanale di lezione di pianoforte e un ora di incontro con i ragazzi del mio quartiere in oratorio per discutere di crescita personale e per organizzare numerose attività per i bambini.

Grazie alle tecniche di metodo di studio apprese, sono riuscito a ottenere altissimi risultati con il MINIMO sforzo e il MINIMO impegno di tempo.

In tutto questo c’è da sottolineare la QUALITÀ delle nozioni apprese e la DURATA di tenuta delle tali informazioni, cose che mi hanno permesso, ad un test fatto su argomenti studiati un mese prima, di prendere il MASSIMO dei voti (meno un punto toltomi per dei semplici errori di spelling) con un ripasso di appena, credetemi, 5 minuti. I miei professori hanno notato fin da subito questa mia “marcia in più” e l’hanno attribuita ad una mia speciale dote innata.

La verità è che io non sono mai stato così: ero sì bravo a studiare, ma sempre a discapito di tantissimo tempo passato sui libri con un acquisizione mediocre delle informazioni, tanto che quando mi trovavo a svolgere compiti su argomenti vecchi di anche solo 3 settimane, mi ritrovavo non solo a ripassarli come un matto, ma spesso quasi anche a ri-studiarli (il tutto calcolando che facevo almeno la metà delle attività che svolgo adesso). Voglio infine anche aggiungere che ho preso il voto più alto del mio corso in un test di public speaking (totalmente in inglese), prendendo 17/20; preciso, inoltre, che questa suddetta era una presentazione orale di un libro letto il giorno prima in appena 2 orette grazie alle tecniche di lettura veloce. 

Straordinari risultati, minimo sforzo e fatica che non viene sprecata nel lungo termine. L’investimento migliore e più IMPORTANTE che abbia mai fatto nella mia vita.


Ciao a tutti, ho 41 anni sono mamma di due ragazzi adolescenti e amministratore delegato di un’azienda nel settore metalmeccanico.

Ho sempre voluto migliorare il mio livello di inglese sia per soddisfazione personale che per poter crescere lavorativamente e occupare delle posizioni più privilegiate!

Per i miei ritmi serrati, i miei impegni personali ( tra casa e figli) e la mancanza di un metodo efficace ho sempre posticipato il mio obiettivo!!!

Dopo neanche una settimana dal corso mi sono resa conto di aver acquisito un metodo che mi permette non solo di studiare in poco tempo ma anche di ricordare a lungo termine!

Durante il secondo incontro con la mia tutor, Roberta Alice, ho studiato ben 163 vocaboli in soli 30′!!!! Un risultato che prima non mi sarei mai immaginata di ottenere! La cosa che mi entusiasma ancora di più è che questo è solo il primo risultato e soprattutto che a distanza di un giorno li so ancora tutti!!!”


Ciao a tutti. Studio ingegneria navale all’ università di Napoli Federico ll e sono attualmente iscritto al primo anno della laurea magistrale.

Ho sempre trovato molto difficile il poter apprendere una lingua straniera, in particolare quella inglese la quale è sempre stata il mio tallone d’ Achille. Per ciò che studio, e per quello che sarà il mio futuro lavoro,è fondamentale conoscere almeno una lingua diversa dalla propria.

Inoltre sono sempre stato legato al milione di riassunti che, con molta fatica, mi hanno permesso di continuare il percorso universitario, prendendo gran parte del mio tempo e costringendomi a rinunciare a molte attività.

Con il corso genio in 21 giorni ho scoperto con quanta facilità è possibile memorizzare e studiare in maniera più efficace e soprattutto divertente.

Non credevo fosse possibile, ma con il minimo sfrozo, dedicando solo 15 minuti al giorno, ho raggiunto il mio primo obbiettivo, e cioè quello di memorizzare all’incirca 800 vocabili in lingua inglese e ricordarli tutti senza alcuna necessità di ripeterli.Sono estremamente fiero di questo risultato, e ritengo opportuno sottolineare che prima del corso genio non avrei mai creduto possibile un’ impresa del genere. Questo incredibile risultato è stato frutto del mio impegno e della mia preparatrice Angelica Russo che ha contribuito significativamente al raggiungimento di questo primo traguardo.


Buonasera! Sono Chiara ho 21 anni e frequento il terzo anno di Lettere Moderne alla Federico II.

Nonostante non avessi particolari bisogni nello studio perché il mio rendimento è sempre stato buono ho scelto di frequentare il corso genio per velocizzarmi nello studio e soprattutto lavorare sull’ansia che accompagnava ogni mio esame, ahimè!

Dopo una settimana dal corso ho dato L esame di letteratura 2, riuscendo a richiamare con le mappe tutti gli argomenti e vedendo migliorato il mio atteggiamento. Votazione 28.

Sto continuando ad utilizzare le tecniche e sono sicura che i risultati non tarderanno ad arrivare. Ho letto recentemente un libro riuscendolo a mappare per portarlo a lungo termine visto che L esame in questione lo sosterrò a gennaio.

Consiglio questo corso a chi vuole concedersi del tempo per migliorarsi e migliorare il proprio rendimento nello studio e nella vita lavorativa in genere!


Ciao sono iscritto al 5 anno in corso della facoltà di giurisprudenza alla Federico II di Napoli e mi sono appena laureato. Prima di frequentare il corso il mio studio mi consentiva di avere una media del 26,8. Ma si basava sulle classiche molte ore di studio, rinunciando a molte cose. Mediamente sotto esami mi toccava studiare anche 12 ore al giorno.

Ho dovuto smettere di fare l’atleta a livello agonistico, perché necessitavo di allenarmi ogni giorno e lo studio non me lo consentiva, riuscendo a farlo massimo 2/3 volte a settimana.

Mi occupo di rappresentanza studentesca che mi richiede una presenza quotidiana in sede universitaria e almeno un ora al giorno per l’organizzazione, e quando non potevo essere sui libri era un continuo stress dover recuperare. Durante le giornate di studio spesso non avevo ore per fare null’altro. Ciò mi portava ad avere una continua insoddisfazione nei confronti della mia carriera universitaria quand’anche la mia media fosse alta. Questo mi avrebbe portato a continuare a rinunciare a tutto ciò che non fosse lo studio, al dover trovarmi impreparato se avessi dovuto svolgere un attività imprevista. La mia voglia di chiedermi di più e poter fare anche altro mi spinsero a frequentare il corso.

Da allora sono riuscito a diminuire le mie ore di studio studiando massimo 6 ore al giorno, e riuscendo a preparare esami da 8cfu anche in un giorno e mezzo. Ho reso più efficienti le ore che effettuo, riuscendo a produrre di più e alzare la mia media universitaria a 27,21 senza dover dedicare tutto il tempo di prima. Riesco a studiare anche nei ritagli di tempo di mezz’ora tra i vari adempimenti universitari o sui mezzi.

Nella scorsa sessione sono riuscito a preparare e sostenere 6 esami: diritto penale comparato, cooperazione giudiziaria, scienza delle finanze, diritto ecclesiastico, diritto dell’Unione Europea, etica e deontologia professionale. Tutti 30 e un 28, tutto tornando ad allenarmi almeno 5 volte a settimana, essendo presente tutti i giorni in università senza lo stress di dover pensare al fatto che non stessi studiando, e riuscendo a dedicarmi anche ad altre attività e divertimenti.