Frequento il secondo anno di Medicina e Chirurgia all’università di Pisa.

Ho frequentato il corso Genio in 21 giorni a luglio dell’anno scorso per prepararmi al test d’ingresso nazionale.

Nonostante fossi molto brava a scuola e avessi già degli ottimi risultati, era impossibile per me riuscire a preparare in meno di un mese tutto il programma per il test (anatomia, biologia, chimica, fisica e matematica), sia per la quantità di informazioni e dettagli da memorizzare, sia per il poco tempo a disposizione.

Dopo il corso sono riuscita a studiare perfettamente tutto il programma di anatomia e biologia in solo 2 settimane e questo mi ha permesso di poter fare più simulazioni, avendo più tempo a disposizione.

Ero molto sicura delle mie capacità e di ricordare le informazioni, ho superato ben 3 concorsi nazionali di medicina: a Pisa, al Campus Biomedico a Roma (superando sia il test scritto che la prova orale) e a Tirana, classificandomi prima in quest’ultima sede.

Continuo ad ottenere ottimi risultati anche negli esami universitari, infatti ho superato tutti e 8 gli esami del primo anno, essendo perfettamente in pari con la media del 27.

Le tempistiche di studio si sono ridotte notevolmente permettendomi di essere tranquilla nel rispettare i ritmi che l’università mi richiede e di continuare a coltivare la danza, che è la mia passione!


Frequento il secondo anno della magistrale di Pedagogia all’università di Bologna. Ho frequentato il corso Genio ‪in 21 giorni‬ a settembre di quest’anno e sono cambiate molte cose.
Prima del corso studiavo in parte perché dovevo farlo e in parte perché gli argomenti mi interessavano ma il mio approccio verso lo studio era sempre molto nervoso e poco produttivo. Stavo sui libri tutta la giornata ininterrottamente e non ottenevo grandi risultati, nella media.
Ora invece, a sole 6 settimane dal corso:
-ho quadruplicato la mia velocità di lettura e la mia comprensione;
– prendo appunti in diretta con le mappe;
-organizzo meglio il mio studio e lo affronto con un atteggiamento più positivo;
-sono più concentrata;

Ad oggi non ho ancora avuto l’occasione di dare esami ma ciò che mi rende più orgogliosa è l’aver preparato l’esame di psicopatologia del ciclo di vita in sole 2 ore e mezza questa mattina e ora non vedo l’ora di darlo!

Ringrazio moltissimo la mia tutor Ippolita Abelli, il mio migliore amico Matteo Ghiacci che mi ha fatta iscrivere e tutti i super collaboratori del centro di Bologna! Vi voglio bene.


Pratichi uno sport e ti è capitato qualche volta di rinunciare a degli allenamenti o gare perché lo studio era diventato opprimente?
Marta Scarangella studentessa di Scienze motorie e atleta agonista ti racconta come grazie al Corso Genio in 21 Giorni riesce ad avere tempo per gareggiare in 2 campionati e dare 3 esami in 1 settimana!


Fino ad ora sono stato lavoratore e tentato studente.

Tentato perché in due anni di ingegneria informatica ho dato soltanto tre esami, perché avevo una repulsione nei confronti dei libri.

Questa cosa mi portava disagio perché stavo buttando tempo e soldi (di babbuccio) e quindi ho deciso di smettere di studiare e iniziare a lavorare come web master.

Nel frattempo mi sono iscritto all’Accademia di belle arti ma in un anno sono riuscito a dare solo cinque esami pratici.

Poi al corso con il metodo imparato sono riuscito ad arrivare a studiare otto pagine in un’ora, cosa che prima non mi riuscuva neanche in un mese.

Ora sono sicuro che riuscirò a portare a termine il percorso.

 


Ciao, ho 21 anni e studio al terzo anno di Management Delle Imprese Turistiche all’Università degli Studi Napoli Parthenope e ho piacere di raccontarvi la mia esperienza col Corso.

Ho deciso di fare il Corso non perché avessi difficoltà nello studio, visto che riuscivo già a ottenere risultati soddisfacenti, ma perché lavorando durate le estati mi sono ritrovato a fine terzo anno con sei esami da dare, e quindi avevo il desiderio di recuperarli il prima possibile. .

Tra le altre cose non tolleravo che anche se riuscivo a superare gli esami, dopo pochi giorni dimenticavo gli argomenti studiati, ed è una cosa che mi rallentava non poco visto che nel mio corso di studi spesso ci sono argomenti che si ripetono nei vari esami, ed io ero quindi costretto a sprecare tempo per ripetere cose che già avrei dovuto sapere.

Una volta fatto il Corso, anche se sfortunatamente a causa della mancanza di date non ho potuto ancora affrontarne un esame, sono riuscito a preparare l’esame di Economica e Gestione Delle Imprese Turistiche in appena una settimana, non studiando più di 6 ore al giorno e avendo anche la sicurezza di ricordarlo! Una cosa che per me era impensabile visto che senza il Corso ci avrei messo almeno un mese, date le numerose ripetizioni per ricordare.


Se ti mancano ancora degli esami alla laurea e le date degli esami sono molto vicine fra loro tanto da pensare di non riuscire a darli tutti in tempo, avere il metodo di studio giusto fa la differenza.
Silena Bertoncelli​ ti spiega come tutto questo è “realtà”.


Sono iscritta al 1’ anno della facoltà di Giurisprudenza alla Federico II di Napoli.

Prima di frequentare il corso passavo intere giornate e anche weekend sui libri (tra riassunti, appunti, mappe, sbobinature) rinunciando a tante cose.
Ho dovuto smettere di prendere lezioni di pianoforte perché andando in un’altra città necessitavo di tanto tempo. Quando la mattina mi svegliavo e facevo il resoconto della giornata stavo male solo all’idea di non fare tutto nell’arco delle 24h e seppur riuscivo a portare tutto a termine non era soddisfacente in quanto avevo sempre quella sensazione di insicurezza e preoccupazione.
La mia voglia di migliorare/crescere sempre di più e di realizzare tutti i miei sogni mi ha spinta a frequentare il corso a settembre.
Adesso, grazie al mio master plan settimanale, sono più rilassata in quanto ho ben chiaro tutti gli impegni e sono riuscita a riprendere tutte le attività (tra cui pianoforte) che avevo tralasciato, in più riesco a dedicare anche del tempo alla mia famiglia.
Dopo il corso decisi di prendere la patente (obiettivo irraggiungibile per me prima del corso) e in una settimana ho preparato l’esame teorico che a breve sosterrò.
Sono sicura andrà benissimo!

Un grazie va al mio preparatore personale, Giannantonio Fico, che mi segue con costanza e mi sostiene in tutto ciò che faccio con tanta pazienza permettendomi di raggiungere tutti i miei obiettivi!


Frequento il quinto anno del liceo scientifico e dopo aver fatto il corso Genio ‪in 21 giorni‬ appartengo a quella piccola categoria di studenti che non hanno alcuna preoccupazione al pensiero di affrontare l’esame di maturità.

Cos’è cambiato? Ho frequentato il corso ad aprile 2017 e nella mia vita c’è stata veramente una svolta, ho sempre avuto un rapporto conflittuale con i libri, il fatto di dover dedicare così tanto tempo allo studio mi faceva provare un fortissimo senso di sconforto perché in tutte quelle ore di studio il tempo che restava per me stessa era sempre troppo poco per i miei gusti . In tutta la mia carriera da studentessa liceale la voglia di studiare e mettermi in gioco diminuiva sempre di più e ogni volta che dovevo affrontare materie scientifiche ( come la biologia, la chimica o la fisica) o semplicemente la letteratura latina ricca di dettagli, nomi, eventi storici e date, la voglia di studiare con il “metodo” (se così si può definire) leggi e ripeti era veramente pochissima, le mie emozioni peggioravano quando consapevolizzavo il fatto che quelle informazioni con il passare del tempo sarebbero andate perse. Con questi presupposti l’atteggiamento con il quale affrontavo lo studio era veramente pessimo e di conseguenza anche il mio livello di concentrazione era molto basso.

Risultato: studiare era diventata una vera tortura e di conseguenza ho sviluppato alcune convinzioni depotenzianti riguardo le mie capacità di apprendimento e la sensazione che provavo quando sostenevo un’ interrogazione o una verifica era quella di non essere abbastanza preparata, sensazioni che i professori avvertivano durante una prova.

Dopo aver frequentato il corso Genio e applicando il metodo che viene insegnato tutto quello che ho descritto fin ora non esiste più, con le mappe mentali ho fatto degli enormi salti di qualità, su una mappa inserisco con facilità 50 pagine o più avendo una visione globale di quello che studio che mi fa sentire estremamente sicura. Fondamentali sono state le tecniche di rilassamento che mi permettono di avere una concentrazione alta quando studio, determinante per quanto riguarda il fattore tempo, 6 mesi fa studiavo almeno 5 ore al giorno ricordando veramente ben poco ed escludendo la maggior parte dei dettagli che consideravo impossibili da ricordare , oggi studio 2 ore al giorno, solo in casi eccezionali sostengo 3 cicli di studio, non tralasciando più quelle parti che ai miei occhi erano troppo articolate.

Questo ha fatto totalmente la differenza perché per un professore del liceo più ne sai meglio è, anche se resta fondamentale la parte che riguarda l’esposizione. Grazie agli strumenti che il corso mi ha fornito anche il mio modo di comunicare è migliorato notevolmente, avendo la sicurezza di non perdere le informazioni che studiavo e avendo una visione globale, sostenere un’interrogazione e guardare dritto negli occhi il mio professore ,piuttosto che guardare gli uccellini fuori dalla finestra o contare quante carte ci sono appallottolate sotto il banco della prima fila, è diventata una cosa normalissima.

Subito dopo il corso ho studiato e mappato tutto il programma di letteratura latina del quarto anno in soli 5 cicli di studio, sostenendo l’interrogazione con la massima serenità e guadagnandomi il mio primissimo 7 in letteratura latina. Il risultato più eclatante l’ho ottenuto quando ho sostenuto all’inizio di settembre l’esame di recupero di storia, ho letto, studiato e mappato in soli 8 cicli di studio tutto il programma di storia ( dall’assolutismo di Luigi XIV alla crisi di fine 800) circa 350 pagine, prendendomi la mia rivincita nei confronti di tutti quei professori che pensavano che io fossi una nulla facente, la verità è che con me il metodo leggi e ripeti non funziona. Per non parlare delle interrogazioni preparate in zero cicli di studio, nel senso che seguendo le lezioni e mappandole in classe una volta tornata a casa tutto quello che mi limito a fare sono i richiami programmati.

Risultato: studiare è diventato piacevole e mettermi in gioco non è più poi così difficile.
L’anno prossimo sceglierò la mia carriera universitaria e l’idea non mi spaventa affatto perché avendo frequentato il corso durante il liceo e avendo già acquisito il metodo sarà stimolante mettermi alla prova ad un altro livello con il metodo di studio impartitomi dal corso Genio ‪in 21 giorni‬.


Frequento la terza liceo scientifico Augusto Righi (BO).
Una settimana fa ho frequentato il corso Genio in 21 giorni.
È stata un’idea di mia madre essendo a conoscenza del mio pessimo rapporto con lo studio.

Inizialmente ero molto scettica riguardo all’efficacia del metodo ma ho cambiato subito idea dopo la presentazione fatta dalla mia attuale preparatrice personale Marina Rossi che ringrazio.

Non ho mai amato lo studio e ho sempre avuto l’abitudine di procrastinare e distrarmi in qualunque momento, arrivavo spesso impreparata in classe, non capivo le lezioni successive, avevo una bassa autostima e ho iniziato persino a dubitare delle mie capacità intellettive. 
I voti ovviamente non miglioravano la situazione,ero spesso sotto stress per colpa del mio andamento fino a quando non ho iniziato il corso.

Anche solo dal primo giorno di corso ho notato dei miglioramenti nella mia memoria e nella mia concentrazione, finalmente riuscivo ad avere dei risultati più che sufficienti che non avrei mai potuto immaginare.

Uno dei primi risultati l’ho ottenuto grazie alle mappe mentali.
Sono riuscita a memorizzare in diretta un’intera lezione di filosofia che prima avrei studiato in almeno 2 ore senza avere la sicurezza di ricordarmi tutte le informazioni.

Adesso mi sento più sicura di me stessa consapevole delle mie vere capacità.

Direi che è un ottimo inizio!


Sono iscritto alla facoltà di ingegneria civile della Federico II a Napoli. Sono uno studente fuori corso della magistrale, fuoricorso oramai da più di un anno , e il motivo principale è l’organizzazione allo studio , mancanza di concentrazione sempre più alta negli ultimi anni, studiavo molto ma rendo poco, ragion per cui nel momento che mi hanno proposto questo corso ho preso la decisione in poche ore di iscrivermi subito.

Da quando ho frequentato il corso genio in 21 giorni sono cambiate le basi con cui mi approcciavo allo studio quotidiano. Ero stanco oramai di rendere poco, essere stressato e poco motivato, rinunciavo a vivermi la vita, ad uscire a distrarmi, non ne potevo più! Grazie al metodo imparato riesco a produrre più pagine(ora possono essere 4/5 in un ora rispetto alla singola pagina all’ora, se andava bene ), mi fossilizzo meno sul foglio fisico , richiamo i concetti grazie a semplici parole ,che ho fissato in testa. Studio ingegneria, gli esami sono parecchio corposi e ricchi di dettagli, applicare il metodo mi sta aiutando a velocizzare il ricordo , recuperando tempo per me stesso . 

Un importante messaggio è che questo corso non fa miracoli , serve impegno e costanza , tanto voglia di cambiare. È paragonabile ad una palestra …se ti impegni escono i risultati, e a me pian piano stanno arrivando, nel senso che la mattina non mi sveglio scocciato e distratto , ma ho un metodo che mi aiuta (che è stata la chiave di volta della situazione) infatti sto preparando un esame che ,data la stazza, avrei concluso in tre mesi ,ora sono quasi alla fine in poco più di un mese!

In più ho riscoperto il piacere della lettura , ho finito un libro e ne sto leggendo già un’altro…se potessi tornare indietro sceglierei di frequentare il corso i primi anni del liceo , ma non è mai troppo tardi!