Luca Marras studia ingegneria chimica e prima di fare il corso aveva la media del 26, ma preparare un esame gli richiedeva troppo tempo.

Dopo aver imparato le tecniche di studio che insegno al corso alla prima sessione disponibile ha dato tutti gli esami, recuperandone anche uno arretrato, e li ha superati tutti con la media del 28 preparandoli in non più di una settimana.


Anche tu quando vai agli esami incontri uno dei nemici peggiori per uno studente, l’ANSIA?

Marzia Dragotti usando il metodo del Corso Genio in 21 Giorni e una buona dose di sicurezza ha riscritto del tutto la sua storia di studentessa. Ascoltalo da lei stessa!


Gaetano Piccolo, ex consulente finanziario presso Poste Italiane, anche grazie agli strumenti che ha appreso al corso Genio è diventato un analista finanziario presso un colosso bancario come Deutsche Bank.

Nel tempo libero si è preparato per L’IELTS e per essere ammesso a un master all’Università Bocconi di Milano.


Studi ingegneria e quando si avvicina la sessione d’esami hai lo stesso effetto degli arresti domiciliari?

Ti rinchiudi in casa per ore e ore a studiare e magari arrivi a dover scegliere tra studio (COSA CHE SAI ESSERE IMPORTANTE ) e sport?
Ecco questa è la situazione che vivono molti studenti, tra cui Gelsy Russo, studentessa alla Federico II di Ingegneria Gestionale, che arrivava a dedicare anche 9 ore al giorno allo studio in vista degli esami. Scopri come ha fatto a passare da 9 ore a 3 includendo anche le sue grandi passioni, tutto questo grazie al Corso Genio in 21 Giorni.


Marco Alessandro Greco, giovane medico odontoiatra, non è un novellino anzi lo potremmo definire un esperto nell’applicazione del metodo “Genio in 21 giorni”.

Nonostante prima del corso fosse sempre andato bene nei suoi studi, quando si è presentato nel mondo dell’università il carico di lavoro era cosi alto da farlo sentire frustrato, perché pur impegnandosi moltissimo non riusciva a performare come voleva. Per questo già al primo anno di università scelse di scoprire i segreti del metodo “Genio in 21 giorni” da applicare direttamente a esami come Fisiologia e Microbiologia con risultati, forse perché sono di parte, straordinari sia per le tempistiche che per il voto.


Studentessa 17enne del liceo linguistico. Ha scelto di apprendere il metodo “Genio in 21 Giorni” perché si era resa conto che la sua situazione scolastica era molto difficile.

Aveva voti bassi o al limite della sufficienza e pur dedicando molte ore allo studio non trovava una via d’uscita, tanto da scegliere di non dare degli esami per la certificazione della lingua cinese…

Vedeva nel corso la possibilità di una svolta e cosi è stata. Grazie al metodo appreso nel corso ora riesce a organizzare e portare a lungo termine il ricordo dei concetti. E oltre ad aver migliorato la sua media scolastica, ora punta alla certificazione della 3° lingua.


Enzo Renzulli, studente della facoltà di Medicina e Chirurgia all’Università di Salerno.
Ha scelto di imparare il metodo “Genio in 21 Giorni” per conciliare lo sport, pratica il karate praticato da 17 anni, e la sua passione per il canto con lo studio di materie che normalmente richiedono molto tempo, dedizione e fatica!

La molla che ha fatto scattare Vincenzo è stato il blocco su uno dei primi esami, molto difficile del percorso di medicina, ANATOMIA 2. Se studi medicina o hai avuto a che fare con questa materia, sai benissimo di cosa stiamo parlando.

Le difficoltà incontrate nell’apprendere delle sezioni anatomiche con tutti i particolari, NECESSARI per il superamento dell’esame ma soprattutto per la pratica medica.

Vincenzo è passato da studiare una sessione anatomica in più di 1 ora leggendo e ripentendo senza essere sicuro di ricordala nel lungo termine a dopo il corso, memorizzarla in 15 minuti avendo la certezza di trattenere quell’informazione per sempre!


Taddeo Roviaro, studente di economia commercio al terzo anno, ha frequentato il corso Genio in 21 Giorni ad Aprile del 2017, con risultati straordinari fin da subito.

Fin dall’inizio il corso gli ha permesso di diminuire i tempi di studio: prima del corso Taddeo dedicava tanto tempo della sua giornata sui libri, sacrificando tempo alle relazioni e allo sport. Il corso è stato un punto di svolta importante perché grazie al metodo “Genio in 21 giorni” è riuscito a preparare gli esami in meno tempo e con risultati migliori, ha potuto dedicare più tempo agli amici e alla famiglia. Il primo risultato è stato superare un esame con successo dopo due giorni dal corso con un 27 nell’esame di “Storia economica”. Come se non bastasse ha avuto anche il tempo di prendere una certificazione di inglese, raggiungendo il livello che sperava potendo così, continuare gli studi nella laurea specialistica. Il corso lo ha aiutato tantissimo sia dal lato tempistico per diminuire il tempo di studio, dal lato delle capacità che ha potuto mettere in atto e nella sicurezza con cui affronta gli esami.


Ti presento Sonja, studentessa del liceo di Scienze Umane, ha frequentato il corso Genio in 21 Giorni ad Aprile del 2016.

Prima di fare il corso aveva iniziato ad avere attacchi di panico che l’hanno portata anche a non frequentare più la scuola per lunghi periodi! Questo è accaduto perché sentiva di non avere un metodo di studio e si sentiva molto insicura delle sue capacità.

Dopo il corso è cambiato tutto. Ha iniziato a rifrequentare la scuola e a mettersi in gioco anche con tutte le difficoltà che stava vivendo perché era molto impegnativo avere attacchi di panico e allo stesso tempo concentrarsi e studiare.

Grazie al corso è riuscita a cambiare indirizzo passando dal liceo Artistico al liceo di Scienze Umane facendo 2 anni in 1 (avendone già persi 2), avendo le tecniche si sentiva capace di poter affrontare questa sfida e non voleva più perdere tempo. Grazie al Metodo Genio è riuscita a dare tutti quanti gli esami, scritti e orali, con la media del 10.


Sono un ragazzo di 19 anni che frequenta il primo anno di storia in Statale a Milano.
Ho fatto il corso a luglio in vista dell’inizio delle lezioni di settembre.
Con assiduo allenamento ho fatto miei tutti gli insegnamenti e ho iniziato in modo straordinario questa nuova avventura universitaria che fino a qualche mese prima mi creava disagio al solo pensiero. Può sembrare strano, vista la mia scelta, ma, in tutta la vita da studente, conoscevo solo la data della scoperta dell’America e mi sono sempre rifiutato di imparane altre nonostante una grande passione per questa materia.
Sin da piccolo sono stato molto curioso e avevo sempre voglia di apprendere cose nuove in materie anche molto diverse tra loro, ma fare tutto e bene è stato difficile, non abbiamo tutto quel tempo: “Andres bisogna scegliere una strada e portarla avanti” questo mi hanno sempre detto tutti.
Al liceo, infatti, sono sempre andato abbastanza bene, ma non sono mai riuscito a fare tutto in modo eccellente, con gli 8 e i 9 si accompagnavano molto spesso i 6 o i 5 (anche nella stessa materia).
Questa incostanza era dovuta al fatto che perdevo molto tempo a leggere e rileggere senza mai sentire i concetti sufficienti miei. Col Sistema di Genio in 21 giorni ora mi sento più sicuro di me , sia nei macro argomenti che nei più piccoli dettagli (nomi, date ecc..) ma soprattutto mi sento capace di poter seguire più strade contemporaneamente.Questo grazie soprattutto alle mappe mentali, che mi permettono di avere tutti i concetti di un libro in una bustina per fogli A4.
Oltre al corso di studi in storia sto migliorando il mio spagnolo e l’inglese senza pagare corsi lunghi ed esosi e, inoltre, sto completando lo studio per la CCNA: un corso di informatica dal costo non indifferente.
Corso che con le capacità attuali ora farei tranquillamente da privatista e, per la prossima certificazione,sarà sicuramente così. Fra 5 anni sono sicuro che non avrò soltanto una laurea in mano: cosa che per l’ambiente umanistico è vitale.
Nonostante tutti questi impegni, è fantastico avere il sabato e la domenica tutti per me e senza nessun senso di colpa che mi divora da dentro.
adesso vedendo come è cambiato il mio approccio vorrei tanto che a scuola ci avessero insegnato come studiare, sicuramente molti miei amici non si sarebbero persi per strada,cambiando indirizzo o addirittura finendo nelle costose, quanto inutili, scuole private.