Frequento il quinto anno del Liceo Scientifico.
Non ho mai avuto grosse difficoltà con lo studio, me la sono sempre cavata, ma non ottenevo i risultati che desideravo.
Passavo giorni e giorni a studiare, sottolineando, evidenziando riassumendo, per poi ottenere voti mediocri e inferiori alle mie aspettative. Praticamente dedicavo tantissimo tempo allo studio inutilmente e non potevo dedicarlo a me stessa.
Per non parlare dello stress e dell’ansia pre-interrogazione che quasi sempre mi confondevano le idee, portandomi alla cosiddetta “scena muta”.

Dopo aver frequentato il corso “Genio in 21 giorni” nella sede di Rende ho ridotto di tantissimo il tempo impiegato a studiare e migliorato molto l’esposizione!
Inoltre, grazie al nuovo metodo di studio vado alle interrogazioni molto più tranquilla e sicura, eliminando l’ansia.
Ora riesco a preparare un’interrogazione in una, massimo due ore grazie alla lettura strategica e le mappe mentali, ottenendo ovviamente voti che mi hanno soddisfatto di più e non rinunciando al mio tempo libero!
Ad esempio, sono riuscita a sintetizzare tre capitoli di italiano utilizzando solo tre fogli A4, voto 8!
Vorrei ringraziare lo staff di Genio in 21 Giorni di Rende e l’istruttore Giuseppe Catania per la professionalità e l’attenzione che dedica a noi corsisti.
Il grazie più grande va alla mia preparatrice personale Elisa Vinco per avermi seguito sempre e per aver avuto fiducia in me!


Ho 20 anni, sono uruguaiana e frequento l’ultimo anno del liceo linguistico “Lucrezia della Valle”.
Ho deciso di iscrivermi a Genio in 21 Giorni perché avendo perso due anni scolastici nel corso della mia vita, avevo smarrito quella voglia che avevo e gli stimoli che mi spingevano a studiare.
Inizialmente ero molto scettica e non credevo fosse possibile studiare divertendosi ma dopo aver fatto il corso nella sede di Rende, in Calabria, posso assicurarvi che mi sono dovuta ricredere.
Sono passata da un 5 in matematica ad un 7, da una sufficienza scarsa in fisica ad un 6.5 (e non è poco avendo una prof severa) da un 6 in filosofia ad un 7.5.
Prima di un qualsiasi orale o compito ero nervosa ed ansiosa, ho sempre lasciato le cose da studiare all’ultimo secondo ed ora invece sono una delle prime della classe a proporsi ad un orale.
Consiglio caldamente di frequentare il corso! Ringrazio lo staff di Genio ma particolarmente il mio preparatore personale Vincenzo Crivaro.


Ho 14 anni e frequento il primo anno al Liceo Scientifico F. Bruno di Corigliano.
Quando ancora ero alle medie mi piaceva studiare e mi impegnavo al massimo per raggiungere buoni voti, anche se significava studiare tutto il pomeriggio e anche la sera. A settembre però con l’inizio delle superiori non riuscivo ad essere costante e brava come prima essendo gli argomenti più difficili. Persi quasi totalmente la voglia di studiare e i risultati si vedevano.

A dicembre ho assistito alla presentazione del corso e a Gennaio l’ho frequentato. Inutile dire mi ha cambiato totalmente il modo di vedere lo studio, ora riesco a studiare nella metà del tempo e con molti più risultati. Ho notato notevoli miglioramenti anche nelle materie in cui prima mi bloccavo e continuavo a ripetere ore e ore. Adesso, anche dopo settimane, ricordo tutto ciò che studio, cosa che invece prima era più unica che rara in quanto imparavo quasi tutto a memoria. Sono davvero fiera della mia media scolastica che ho alzato dal sette all’ otto in due mesi; tutto questo grazie al team straordinario di Genio in 21 giorni. Un grazie speciale va alla mia preparatrice personale Elisa Vinco senza la quale non sarei mai riuscita ad ottenere certi risultati.


Questa è la mia seconda testimonianza: nella prima parlavo di come fosse stato utile il corso già dal giorno successivo, in cui ho discusso la mia tesi di laurea in Scienze biologiche; ora parlerò, invece, dei miei risultati nella mia prima sessione di esami della laurea magistrale in Biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Modena.

La prima sessione prevedeva 5 esami e, grazie al metodo, sono riuscita a prepararmi al meglio e finire in anticipo la sessione. Ho sostenuto:

Interfacce biotecnologiche 30
Biotecnologie microbiche 28
Miglioramento genetico dei lieviti 30
Analisi dei dati biologici idoneità
Struttura ed energetica delle macromolecole biologiche 30 L

Il tempo impiegato per ciascun esame é stato di circa 3-5 giorni, eccetto l’idoneità preparata in 2 ore. Dopo il secondo esame mi sono anche concessa una vacanza di 5 giorni in montagna, perché ero certa di essermi organizzata bene ed ero tranquilla. Ho, inoltre, sostenuto l’idoneità e l’ultimo esame nella stessa mattina a distanza di un’ora, perché coincidevano inevitabilmente gli appelli, però mi sentivo comunque preparata per affrontare entrambi.

Prima del corso avevo già dei buoni risultati, però il nuovo metodo mi ha permesso di preparare esami in meno tempo e con dei risultati superiori. Prima del corso non sarei mai andata in vacanza a metà sessione e non avrei affrontato due esami in uno stesso giorno, per paura di non dedicare il giusto tempo ad entrambi.

Ringrazio Federico Ghiacci per avermi consigliato il corso e la mia bravissima tutor Anna Maria Cavazzini per aver adattato perfettamente gli strumenti appresi durante il corso alle mie materie e alle mie esigenze.


Sono uno studente al terzo anno di scienze biologiche e vivo a Lecce.

Ho fatto il corso perché ero stanco del mio metodo di studio.
Il mio problema non erano i voti, perché in effetti avevo una media alta, ma il problema era il tempo che ci mettevo per preparare un esame.
Riassumevo i concetti e per alcuni esami particolarmente impegnativi ero in grado di scrivere anche 2 o 3 quaderni di sintesi! Due/tre quaderni… Ero un amanuense esperto praticamente.

Ora ho decisamente diminuito il numero di pagine fino a 1/4 di quelle che facevo prima, grazie alle mappe mentali. Oltretutto era fastidioso e stancante ripetere, mentre ora faccio molta meno fatica.

Da quando ho fatto il corso ho preso 30 in citologia e istologia, 30 in igiene, 27 in anatomia, idoneità in inglese, 27 in biochimica, 30 in biologia molecolare e 23 in probabilità.

In questo periodo sto iniziando a scrivere la tesi e sono incappato in un problema che in passato mi avrebbe fatto sudare freddo. Le fonti da cui informarmi per scrivere la tesi, sono tutte pubblicazioni scritte rigorosamente in inglese, gli articoli in italiano sono pochissimi e poco approfonditi. Quindi ho deciso che studierò inglese parallelamente allo studio delle materie universitarie e grazie alle tecniche di memoria ho già memorizzato 450 vocaboli!

Sono stato sempre pessimo in inglese ed è stata un emozione stupenda quando ho realizzato che lo sto effettivamente imparando, nonostante il poco tempo che gli sto dedicando.
Ovviamente dopo i vocaboli, studierò la grammatica e so che sarà estremamente facile non confondermi tra le regole e le eccezione perché conoscere i vocaboli semplifica tutto il processo di apprendimento della lingua!

Il capitolo “ansia e stress” è chiuso! Ora preparo gli esami con più tranquillità, sono in grado di apprendere qualsiasi lingua in poco tempo e sono molto soddisfatto dei risultati che sto avendo.
Tutto grazie al metodo scientifico di apprendimento che ho imparato al corso Genio in 21 giorni.


Volevo lasciare questa opinione sul corso “genioin21giorni” per condividere l’esperienza positiva vissuta implementando un nuovo metodo di studio imparato due anni fa mentre studiavo e lavoravo.

Ero al primo anno magistrale con la media del 24, non ero soddisfatto, anche se comunque non ho mai avuto veri problemi a studiare. Infatti mi riducevo sempre agli ultimi giorni, ogni tanto facendo qualche notte bianca, comunque riuscendo a portare a casa un risultato dignitoso.

Poi, quando mi si è presentata davanti questa opportunità in cui mi hanno detto che avrei studiato in meno tempo ottenendo più risultati, beh…senza troppi inutili pensieri… mi sono buttato. Da ché non avevo più voglia di studiare e non vedevo l’ora di smettere, adesso sto prendendo un’altra laurea. La magistrale l’ho chiusa con la media parziale di 28 e quest’altra laurea è in Scienze della Mediazione Linguistica. É un’altra triennale e sto studiando inglese spagnolo e arabo, infatti il metodo è anche per poliglotti. In ambito lavorativo sto trovando anche delle facilitazioni importanti sia grazie allo studio dell’esposizione efficace, sviluppando le soft skills comunicative come public speaking, motivational speaking, negotiation, debating ecc.. E anche perché so che se venissi cambiato di ruolo o di impiego non avrei difficoltà nell’apprendere quel nuovo modo di lavorare e di interfacciarmi col personale.

Quindi grazie al metodo, che ora mi porterò per sempre, non avrò più timori e stress derivati da estenuanti ore passate su testi necessari ma spesso noiosi.

Il Mio ringraziamento va a Marco Corino per avermi assistito nell’imparare il metodo “genio”, Daniele Cimello per avermene parlato al Fiera del libro di Torino e tutta la squadra di Torino. Infine ringrazio l’istruttrice della sede di Roma2 Luisa De Donno per avermi continuato a seguire nella formazione didattica e professionale dopo il mio spostamento per motivi lavorativi.


Sono iscritto al III anno di Scienze e Tecnologie Ambientali a Lecce.

Prima del corso mi trovavo ad avere difficoltà con alcuni esami che reputavo difficili, rimandando la preparazione.
La mia concentrazione nello studio era molto bassa e l’ansia prima di un esame mi portava ad avere una valutazione più bassa delle mie aspettative, per cui una volta venuto a conoscenza del corso Genio in 21 giorni, alla fine del secondo anno universitario, ho deciso di frequentarlo con l’intento di stare al passo con gli esami ma soprattutto migliorare la qualità del tempo impiegato nello studio.

La mia intenzione era far fruttare al massimo il mio impegno e per di più desideravo imparare l’inglese che prima di allora possedevo ad un livello molto basso.

Diciamo che le mie aspettative prima del corso erano moto alte. Dopo il corso ho avuto subito una grossa voglia di imparare sempre di più e non avere più pregiudizi per nessun esame, infatti mi son lanciato in un obiettivo che non avrei mai pensato di pormi: 4 esami in un mese! (Chimica inorganica, economia dell ambiente, diritto dell ambiente, statistica)

Prima del corso sarebbe stato un obbiettivo per me impossibile ma che mi ha permesso successivamente con le tecniche apprese e l atteggiamento giusto adottato di realizzarli nonostante tutto continui a condurre una buona vita sociale, vivo solo con mio fratello gestendo in maniera autonoma e indipendente i miei spazi, pratico sport (basket) a livello agonistico e non contento ho iniziato ad imparare l’inglese con divertimento, memorizzando 600 vocaboli in 3 settimane, insomma.

Sono passati sei mesi dal corso e mi sento una persona molto motivata a raggiungere i miei obbiettivi ed a riuscire a superare qualsiasi sfida, non avendo più paura del fallimento puntando ad una continua crescita personale e ciò mi rende una persona molto soddisfatta dall’aver partecipato a Genio in 21 giorni.


Sono una studentessa del quinto anno del liceo scientifico di Chivasso (Torino). Prima di fare il corso studiavo tutto il giorno (più o meno dalle 15.30 alle 19 e dalle 21.00 alle 23.00) e tutti i giorni perché non mi sentivo preparata nonostante avessi dei bei voti.

Sono sempre stata molto insicura e ansiosa infatti alle interrogazioni mi tremavano le mani e la voce. Organizzavo le giornate di studio ma non riuscivo a rispettarle infatti arrivavo sempre all’ultimo giorno prima della verifica a dover studiare ancora tutto. Odiavo leggere infatti usavo sempre i riassunti per i libri assegnati dalla scuola.

Ho scelto di fare il corso con tutta la mia famiglia tra cui mio fratello Sem di 12 anni. Lui è sempre stato il genio della casa avendo pagelle con la media del 9/10 però per ottenere questi risultati era sempre al tavolo con il libro davanti. Questo lo portava a non avere tanto tempo da dedicare a se stesso provando noia e sentendo di perdere tempo nel ripetere le informazioni. Dopo il corso abbiamo entrambi molto più tempo libero. Io riesco a studiare nel solo pomeriggio e un solo giorno nel weekend infatti ora riesco ad uscire con i miei amici e ai miei genitori sembra che non studi più. Sono molto più tranquilla a livello emotivo perché sono più sicura di quello che so senza dover ripetere in ogni momento la lezione e inoltre per la prima volta sono andata in biblioteca a prendere un libro da leggere. Infatti ho scoperto che leggere è molto interessante e piacevole poiché non mi addormento più sul libro ma riesco a leggere più di 40 pagine in un’ora a solo un mese dal corso. Sono decisamente soddisfatta e lo rifarei immediatamente poiché mi ha cambiato la vita. Mio fratello ora riesce a memorizzare più in fretta e studiando in meno tempo sente che lo studio è più semplice e divertente.
Con molto meno sforzo e più divertimento abbiamo ottenuto questi risultati.

Grazie a tutti per averci aiutato ma soprattutto dobbiamo dire un grande grazie a Dalila e Aurelio che ci hanno supportato e sopportato in questo percorso stupendo


Frequento il secondo anno di ingegneria informatica e ho partecipato al corso Genio alla fine delle superiori, nella sede di Firenze.

A gennaio di quest’anno ho avuto la possibilità di frequentarlo di nuovo, poiché ciò che avevo imparato e come lo avevo applicato era nell’ottica del liceo, che ha dinamiche molto differenti da quelle universitarie, soprattutto nell’organizzazione. (scoperto poi a settembre a mie spese)

Il mio problema è stato che ho avuto un periodo di circa 8 mesi in cui mi sono sentita molto smarrita. I corsi erano tantissimi e spesso a lezione non riuscivo nemmeno a capire di cosa si parlasse. Mi sono ritrovata a dicembre che non avevo praticamente studiato nulla del primo semestre, e ciò che avevo studiato lo percepivo confusionario in testa, non aveva un ordine preciso.

Dopo il corso, a solo una settimana di distanza, ho subito notato i cambiamenti e raggiunto i primi risultati. Nel mese successivo della sessione, partendo a studiare dall’inizio del programma, ho dato un esame di ricerca operativa e uno di analisi 2 e probabilità, dove ho preso rispettivamente 30 e 25. Anche se sono solo due esami sono soddisfatta, perché ci ho messo solo un mese e sono arrivata alle prove tranquilla.
In mente avevo ogni cosa ordinata e organizzata, come se ogni informazione fosse in un cassetto e per recuperarla dovessi semplicemente aprirlo (sensazione bellissima).
Tutto questo non sarebbe stato possibile se avessi continuato ad avere un quaderno su cui ripassare tutti i procedimenti, piuttosto che due fogli di parole chiave!

Sorprendentemente ho notato anche di aver una maggior comprensione degli argomenti, che essendo tutti di stampo matematico, è la fase più importante del mio studio (questo mi ha permesso di sentirmi molto più tranquilla). Come è stato possibile? Ho migliorato tantissimo la mia capacità di concentrazione e di rielaborazione, imparando a focalizzare i concetti chiave, organizzarli in mappa, e memorizzare tutti i “dettagli accessori”.

Ora ho chiaro come organizzare e studiare gli esami di questo semestre. Sono certa che non dover far le corse e non mi dovrò stressare per riuscire a dare tutti gli esami al primo appello, mantenendo la media sopra il 28.

La mia tutor Arianna Giunti è stata fondamentale in questa evoluzione! Per quanto bello e super utile sia il corso in sé, ognuno di noi studia argomenti diversi in modo differente. L’affiancamento del tutor mi ha permesso di capire quante capacità ho e posso utilizzare, che nessuno mi aveva mai insegnato a tirar fuori.


Sono un direttore di Struttura Socio Assistenziale.

Ho scelto di fare il corso Genio in 21 giorni a Torino con mio marito e i miei due figli perché volevamo condividere un’esperienza formativa insieme.

Subito è stato più per invogliare loro a farlo sapendo che ne potevano trarre beneficio ma da subito avevo intuito che potesse essere utile anche a me.

Infatti, dopo tanti anni lontana dai libri avevo la sensazione che il mio cervello avesse perso un po’ i colpi. Spesso non ricordavo le cose da fare durante il giorno, avevo dei lapsus su alcuni termini e facevo fatica ad organizzare tutti gli impegni ma per il lavoro che ho essere brillanti è un elemento fondamentale per riuscire a svolgere più cose contemporaneamente. 
Inoltre, ho sempre voluto imparare lo spagnolo. Avevo comprato persino un libro che più volte avevo iniziato ma dopo settimane a ripetere più volte lo stesso vocabolo ancora non mi entrava in testa.
Pure mio figlio mi prendeva in giro e questo rafforzava il mio pensiero di essere ormai vecchia.

Dopo il corso ho scoperto che il problema non era il mio cervello ma semplicemente il modo con cui lo stavo facendo funzionare.

Grazie al fatto che riesco a ricordare meglio le cose da fare sono riuscita ad organizzandomi meglio sul lavoro e ho potuto dedicare più tempo alla mia famiglia e a me stessa.

In 9 giorni in soli 15 minuti al giorno sono riuscita a memorizzare 480 parole di spagnolo e sono già in grado di creare delle piccole frasi e la cosa più bella è che quando mi metto a studiare stacco la testa dai pensieri del lavoro e della routine e mi rilasso.
Ci sono dei giorni che addirittura se non lo faccio sento la mancanza, e non l’avrei mai detto prima.

Ringrazio la mia tutor Dorotea che mi ha seguita in questo percorso e mi ha motivata ad applicare al meglio le tecniche.