Sono un ragazzo di 19 anni che frequenta il primo anno di storia in Statale a Milano.
Ho fatto il corso a luglio in vista dell’inizio delle lezioni di settembre.
Con assiduo allenamento ho fatto miei tutti gli insegnamenti e ho iniziato in modo straordinario questa nuova avventura universitaria che fino a qualche mese prima mi creava disagio al solo pensiero. Può sembrare strano, vista la mia scelta, ma, in tutta la vita da studente, conoscevo solo la data della scoperta dell’America e mi sono sempre rifiutato di imparane altre nonostante una grande passione per questa materia.
Sin da piccolo sono stato molto curioso e avevo sempre voglia di apprendere cose nuove in materie anche molto diverse tra loro, ma fare tutto e bene è stato difficile, non abbiamo tutto quel tempo: “Andres bisogna scegliere una strada e portarla avanti” questo mi hanno sempre detto tutti.
Al liceo, infatti, sono sempre andato abbastanza bene, ma non sono mai riuscito a fare tutto in modo eccellente, con gli 8 e i 9 si accompagnavano molto spesso i 6 o i 5 (anche nella stessa materia).
Questa incostanza era dovuta al fatto che perdevo molto tempo a leggere e rileggere senza mai sentire i concetti sufficienti miei. Col Sistema di Genio in 21 giorni ora mi sento più sicuro di me , sia nei macro argomenti che nei più piccoli dettagli (nomi, date ecc..) ma soprattutto mi sento capace di poter seguire più strade contemporaneamente.Questo grazie soprattutto alle mappe mentali, che mi permettono di avere tutti i concetti di un libro in una bustina per fogli A4.
Oltre al corso di studi in storia sto migliorando il mio spagnolo e l’inglese senza pagare corsi lunghi ed esosi e, inoltre, sto completando lo studio per la CCNA: un corso di informatica dal costo non indifferente.
Corso che con le capacità attuali ora farei tranquillamente da privatista e, per la prossima certificazione,sarà sicuramente così. Fra 5 anni sono sicuro che non avrò soltanto una laurea in mano: cosa che per l’ambiente umanistico è vitale.
Nonostante tutti questi impegni, è fantastico avere il sabato e la domenica tutti per me e senza nessun senso di colpa che mi divora da dentro.
adesso vedendo come è cambiato il mio approccio vorrei tanto che a scuola ci avessero insegnato come studiare, sicuramente molti miei amici non si sarebbero persi per strada,cambiando indirizzo o addirittura finendo nelle costose, quanto inutili, scuole private.

Mi sono laureata in Infermieristica qualche giorno fa all’Università degli Studi di Bari Aldo Moro con 110 e Lode.

Sono sempre stata una ragazza con le idee molto chiare e con tanta forza di volontà. Non ho mai avuto problemi né con lo studio né il confronto con i professori mi ha mai spaventata. Nonostante sia sempre andata bene a scuola, al Liceo, all’università e mi sia distinta positivamente fra gli altri, ho sempre pensato che il mio metodo di studio avesse qualcosa che non andava, studiavo ore e ore, giorno e notte, ripetevo ininterrottamente fino a perdere la voce.
Nonostante non ci sia mai stato un evento negativo lungo il mio percorso universitario, ad un certo punto ero esausta e ho deciso di frequentare il corso Genio in 21 Giorni a Lecce. Anche da un punto di vista relazionale, nonostante avessi le capacità per far le cose, spesso temevo il giudizio degli altri e ciò limitava i miei orizzonti, in questo caso nel mondo lavorativo.
Da quando ho frequentato il corso le cose sono iniziate a cambiare! Mi ha dato tanti stimoli nuovi soprattutto per il mondo del lavoro che ormai è alle porte! Da un punto di vista pratico le mappe mentali sono state una svolta perché mi hanno aiutato tantissimo sia nell’organizzazione dello studio, nella gestione del tempo, nella pianificazione di discorsi e sono state fondamentali nel ripasso in quanto vedevo tutto ciò che c’era da sapere davanti a me! Ho utilizzato la mappa mentale anche per la strutturazione di punti salienti della mia tesi e anche per la pianificazione della mia discussione in seduta di laurea. Mi sentivo ferrata e sicura vedendo nella mia mente tutto ciò che dovevo dire come se fosse presente sotto i miei occhi! Il mio livello di ansia è notevolmente diminuito e la sicurezza aumentata!

Studiare mentre sei un campione di nuoto europeo?
Sono uno studente del quinto anno del liceo scientifico, ho 17 anni, e ad ottobre sono diventato campione europeo giovanile nei 400 stile libero, argento nei 100 rana, 100 delfino e 200 misti.

Appena tornato dall’europeo, stando via una settimana, sono stato sommerso di pagine da studiare. Credevo fosse impossibile recuperare tutto, tra le 40 pagine di filosofia, storia italiano e soprattutto chimica, per cercare di recuperare iniziavo a studiare molte ore, direi troppe per uno sportivo a livello agonistico, non ho mai avuto problemi a scuola, sia per i voti e sia come tempo cercavo di riuscir a fare il possibile, però tralasciando molto spesso alcune materie.

Ho frequentato il corso a dicembre e la mia vita è cambiata completamente, riesco a finire tutto in 2 cicli di studio, riuscir ad allenarmi senza il fastidio di dover studiare la sera dopo allenamento, ma la cosa più importante di riuscir anche a frequentare il corso di inglese di B2 (first), riuscendo a ricordare tutti i vocaboli richiesti. Il corso ha cambiato la mia vita anche dal punto di vista dello stato emotivo, prima vedere tantissime pagine da studiare era un blocco enorme, adesso sono molto più tranquillo, e vedo il problema come una sfida.

Grazie al corso riesco a gestire la mia vita molto impegnata nel migliore dei modi senza rinunciare a nulla, grazie soprattutto al mio preparatore personale Giannantonio Fico.

Da dislessica, giudicata ed umiliata, persino con docenti giunti a suggerirmi un insegnate di sostegno…. ad avere la media del 9!

Frequento l’ultimo anno di liceo scientifico.
È intelligente ma non si applica” é la frase che mi ha accompagnata dalla prima elementare fin quando non ho scoperto Genio in 21 giorni.
Sono dislessica e ho avuto sempre molta difficoltà a scrivere correttamente e poi rileggere ciò che avevo scritto, fare i calcoli a mente o memorizzare concetti di qualunque materia era il mio peggior incubo.
Nei compiti in classe ero sempre l’ultima a consegnare e mi sentivo diversa, per non parlare poi delle interrogazioni, nonostante il giorno prima avessi finito di studiare alle 23:00 e la mattina dopo mi fossi svegliata alle 6:00 arrivavo alla cattedra e mi chiedevo se Dio si fosse dimenticato di donarmi la memoria.
Malgrado queste difficoltà, però, ho sempre ambito a qualcosa di molto impegnativo: entrare alla facoltà di medicina. Non nego che andando avanti nel tempo le mie aspettative andavano scemando.
Dopo il corso Genio in 21 giorni, frequentato a Rende (CS), ho acquisito un metodo di studio più efficiente che mi permesso di accantonare quelle che erano le mie difficoltà dovute alla dislessia.
Ora affronto i compiti in classe senza ansia e ottenendo risultati che mi hanno permesso di passare dalla media del 6 alla media del 9. 
Leggo un libro in meno di un giorno, senza mai perdere il filo, riuscendo a ricordare tutto nei minimi dettagli, cosa che prima per me era del tutto impossibile.
Ho riacquistato fiducia in me stessa e sto per realizzare il sogno della mia vita.
Vado a scuola, studio e al contempo preparo il test di ammissione alla facoltà di medicina.

Un ringraziamento speciale va al mio Istruttore Giuseppe Catania che mi ha seguita e supportata.

Simona Fantoni, studentessa al secondo anno di Tecniche Ortopediche nell’Università degli studi di Milano.

Ha scelto di potenziare il suo metodo di studio con il Corso Genio in 21 Giorni perché era frustrata dalla sua situazione di studio, passava ore e ore tra riassunti, riletture e ripetizioni delle informazioni che studiava, senza pero mai essere sicura al 100% della sua preparazione. E questo le creava uno stato d’ansia (uno dei nemici peggiori che puoi incontrare a un esame) che la portava a non avere il rendimento che desiderava.
Proprio per questo utilizzando il metodo “Genio in 21 Giorni” è riuscita a dare e superare brillantemente nella prima sessione d’esame 10 esami in 15 giorni, nella seconda 8 e nel tempo avanzato ha preparato un esame di lingua in più!

 

Frequento l’ultimo anno del liceo linguistico e a novembre ho frequentato il corso Genio in 21 Giorni.

Già prima di participare al corso non avevo problemi a scuola, ho sempre avuto una buona media, la quale però mi costava ore sui libri ogni giorno.

Dopo un mese dalla frequenza del corso, grazie alle mappe e al nuovo metodo di apprendimento, riesco a studiare circa il doppio delle pagine rispetto a prima, ma soprattutto riesco a ricordare vocaboli in tedesco più in fretta e a lungo termine.

Tenendo molto ai risultati scolastici, sono sempre stata una studentessa molto ansiosa, in particolare l’ansia si faceva sentire non solo il giorno prima della verifica, ma soprattutto durante lo svolgimento del compito per paura di non rendere alla pari del mio livello di preparazione.

Adesso invece, con il piano di distribuzione delle ore di studio, arrivo alle verifiche più tranquilla e più sicura di me stessa.

Un miglioramento concreto che ho potuto constatare subito è stato con matematica: prima del corso avevo preso un 6 avendo studiato 4 o 5 pomeriggi interi, subito dopo il corso il primo voto che ho preso è stato 9 studiando solo 2 pomeriggi.

Inoltre adesso riesco a memorizzare 30 vocaboli di tedesco in soli 30 minuti,cosa che prima mi avrebbe richiesto almeno 1 ora, senza avere la certezza di ricordarli nel tempo .

Oggi so che grazie al nuovo metodo che ho acquisito, difficilmente potrò dimenticare dei concetti, e questo mi permette di ottenere dei buoni voti in quasi la metà del tempo rispetto a prima.

Ho frequentato il corso Genio a Giugno ottenendo grandissimi risultati tanto da chiedere alla mia Università di poter anticipare gli esami degli anni successivi; tuttavia in questi giorni è successo qualcosa di magico.
Quando mi sono iscritto al corso avevo come obiettivo quello di ottimizzare il mio metodo di studio al fine dedicarmi totalmente al mio lavoro e poter crescere studiando cosa veramente potesse essermi utile.
Fino a pochi mesi fa passavo ore ed ore a leggere, ripetere, fare riassunti e alla fine provare a ricordare qualcosa di tutto quello fatto precedentemente. I risultati non erano mediocri, ma ero arrivato al punto da non potermi più allenare come volevo e di non poter più allenare al meglio delle mio condizioni. Le mie riserve energetiche erano così basse che provavo a rimediare incrementando il mio introito calorico, ma le ore di riposo erano così poche che, a volte, mi addormentavo sul libro.. una volta mi è capitato di assonarmi in tangenziale salvandomi per miracolo, insomma.. buoni risultati, ma soffrendo.
Fatto il corso ho subito conseguito 4 esami, ma continuavo a non esser soddisfatto, dormivo di più, mangiavo ancora meglio, studiavo a lavoro tra la dimostrazione di un esercizio e la stesura di un programma d’allenamento, ma avevo un pallino fisso: riuscire a leggere così veloce da poter dire “WA!”. Avevo questo obiettivo in particolare perché, alle elementari, sono stato continuamente deriso perché ho sempre letto male non riuscendo a scandire le parole e, questo episodio, mi ha segnato fino ad oggi o meglio, fino a poco fa.
Pochi giorni fa ho finalmente realizzato il mio obiettivo grazie a Mila Di Nardo. Girava voce in ufficio che fosse tra le migliori ad insegnare la lettura strategica e quindi ho deciso di fare tutoring con lei, dopo appena 10 minuti leggevo parole di filosofia (che manco mi interessano) ad una velocità stratosferica.
Lunedì 11 Dicembre ho iniziato a leggere “51 giorni senza scuse” di Rich Gaspari, 248 pagine e più di 50 programmi d’allenamento ed alimentari. Ho letto e mappato il libro in 3h30’ a lavoro, tra una lezione ed un’altra di Allenamento Funzionale Italia. Ah, dimenticavo, avevo la musica classica da centro sportivo ad accompagnarmi quindi ero praticamente immerso nel caos totale.
Ho già scritto per il Corso Genio e ho ammesso già con tante persone che questo mi ha cambiato la vita. Qualcuno crede che stia esagerando e va benissimo così! A volte credi che quello che hai sempre fatto sia la strada giusta ed è quello che ho fatto io per anni ed anni facendomi condizionare da un evento di anni fa. Poi ti bastano 21 giorni e persone come Mila per capire che, se vuoi, esistono anche tante altre strade.. quelle veramente belle e produttive.
Io non so cosa significhi leggere un libro al mese, non ci sono mai riuscito! Ma ad oggi, quando mi sveglio, non vedo l’ora di iniziare subito con il prossimo perché, in fondo, anche se non sei uno studente universitario: Come fai a non sapere?

Sono una studentessa di un liceo scientifico a Torino e frequento il quinto anno.

Prima del corso passavo molto tempo sui libri e spesso non ottenevo i risultati che mi aspettavo e quindi ci restavo male. Di solito passavo quattro/cinque ore al giorno a studiare e avevo poco tempo libero se non il weekend in cui però ero sempre stanca. Quando studiavo mi distraevo spesso e perdevo molto tempo a leggere e ripetere e non ero mai sicura di ricordare le cose studiate.

Ho deciso di fare il corso per poter avere più tempo per le fare le cose che mi piacciono e per ottenere risultati migliori. Da quando ho fatto il corso a settembre sento di conoscere la mia preparazione prima di una verifica e i miei risultati non sono più come un’estrazione al lotto. Ho ritrovato la voglia di studiare e di leggere infatti ho ottimizzato tantissimo i tempi senza tralasciare i dettagli. Ad esempio mentre prima ci mettevo mezz’ora per fare una o due pagine di filosofia adesso riesco a fare 8 pagine nello stesso tempo e sono felicissima perché sono riuscita a prendere 9,5!

Non avrei mai immaginato di potercela fare prima. Grazie a questi risultati finalmente sono felice di andare a scuola e ho il tempo libero che ho sempre desiderato. Vorrei ringraziare la mia tutor Dalila Attanasio e non vedo l’ora di raggiungere altri risultati.

Sono uno studente originario forlivese, iscritto al 4°anno della facoltà di giurisprudenza a Bologna.

Demotivato dagli insegnanti per un blocco: la dislessia.

La demotivazione mi hanno convinto a puntare al risultato minimo, pensando fosse il mio massimo per le mie capacità,demotivandomi nell’approccio allo studio.

O forse era il metodo sbagliato?

La fatica nella lettura mi ha allontanato dalla sapienza e solo grazie al metodo fornito dal corso genio in 21 giorni sono riuscito a triplicare la velocità di lettura con il raddoppio della comprensione.

Adesso l’approccio allo studio è cambiato radicalmente da uno studio stancante a vederlo come un divertimento. Non avrei mai pensato che un corso avrebbe potuto cambiare la mia vita in questo modo. Grazie al mio tutor Elio Cardetta. Dopo un solo mese il massimo è diventato il minimo.

Frequento il politecnico di Torino e attualmente sono al terzo anno di ingegneria gestionale, con una media del 22.

Ho sempre avuto difficoltà nello studio, poiché non ho mai avuto un metodo di studio solido: studiavo 5/6 ore al giorno non essendo sicuro di passare l’esame, mi sentivo sempre stressato prima di entrare in aula e mi dimenticavo spesso le cose.

Ho affrontato il corso con l’obbiettivo di trovare un metodo di studio efficace, e così è stato.

Grazie al corso Genio in 21 giorni (frequentato a novembre 2017) ho imparato un metodo che mi ha permesso di apprendere e memorizzare in modo molto più efficace e veloce: infatti prima del corso un capitolo di trenta pagine di chimica lo studiavo in un’ora ( senza essere sicuro di sapere e ricordare tutto), adesso nella metà del tempo ( con la sicurezza di ricordare ogni informazione importante per me)

Grazie a questo metodo mi sento molto più sicuro di quello che ho studiato e ho studiato e memorizzato l’80% del programma di studio ad un mese dall’esame.

Vorrei ringraziare Matteo che mi ha fatto frequentare il corso e mi ha permesso di conoscere un ambiente stimolante con cui confrontarmi. Alessandro, il mio preparatore personale, che mi sta seguendo in questo percorso.