Sono una studentessa al terzo anno di Lingue e culture moderne presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Ho conosciuto il corso Genio in 21 giorni, mentre lavoravo alla radio dell’ateneo tramite due new entry che avevano già fatto il corso.
Sono stata fin da subito curiosa, visto che mi sentivo bloccata tanto da non fare esami per un intero anno. Tutto questo perché non provavo belle emozioni durante lo studio; mi sentivo ansiosa, frustrata perché non riuscivo ad organizzare lo studio e le mie passioni, come le pubbliche relazioni in radio, la palestra, lo yoga, tutte attività che mi portavano via tempo per lo studio.. o almeno era quello che mi dicevo!
Frequentato il corso nel mese di maggio, ho sentito qualcosa cambiare in me a partire dall’atteggiamento e dalla mentalità, riscoprendo in me curiosità ed entusiamo. A distanza di due settimane ho fatto il mio primo esame dopo un anno, riuscendo con mia stessa sorpresa a creare collegamenti tra due libri (in totale 430 pagine), sentendomi dire dalla prof di star facendo un esame difficile e ottenendo come risultato….. 29!

Tutto questo lo devo sicuramente a me stessa ma nulla sarebbe cambiato, o perlomeno non così presto, se non fosse stato per il corso Genio e per la tutor alla quale sono stata affidata, con la quale sento di aver creato un rapporto davvero speciale!

Ad oggi ho preparato altri due esami, tra cui uno di Lingua italiana per le professioni di 377 pagine in 24 ore e quindi 5 giorni (riassunto su 8 fogli nella foto qui sotto), esami che sosterrò a settembre.


Mi chiamo Paolo e sono iscritto al secondo anno di economia e management all’università di Fisciano.

Sono sempre stato un ragazzo ambizioso e determinato ma con poca voglia di fare sacrifici riguardo lo studio.
Ho sempre basato la mia preparazione degli esami sulla possibilità di copiare o cercare strategie per aggirare il ‘faccia a faccia’ con i libri, ottenendo comunque risultati ma poco soddisfacenti per le mie ambizioni.

Spesso rinunciavo allo studio dedicando tempo all’allenamento al quale non volevo rinunciare e al divertimento perché mi era più facile aggirare il problema piuttosto che affrontarlo. Ero molto superficiale.

Ho scoperto il corso genio parlando con un mio amico che di lì a poco sarebbe diventato anche il mio tutor.
Grazie a lui ho scoperto questo nuovo mondo che mi ha permesso di superare tutti questi blocchi che avevo nell’apprendimento e più precisamente ho aumentato la determinazione e la voglia di preparare gli esami.

Dopo il corso, seguito a maggio, ho aspettato il primo appello disponibile per avere un primo riscontro e prendermi tutti risultati che meritavo.

Purtroppo al mio primo appello non sono riuscito ad ottenere il risultato stabilito, ma è bastata una telefonata del mio tutor ad aggiustare il tiro e con più voglia e determinazione di prima sono andato a prendermi tutti i risultati che meritavo.

In particolare:
Diritto angloamericano, preparato in quattro ore, voto 30 e lode;
Diritto commerciale, preparato in quattro settimane, voto 26;
Progettazione e contabilità gestionale, preparato in quattro giorni, voto 28.

Finalmente sono davvero fiero dei miei primi risultati ottenuti, perché posso affermare che tutto ciò prima del Corso non l’avrei realizzato.

Ora riesco perfettamente a conciliare allenamento, lavoro, studio e divertimento, senza stress ma con tanta voglia e determinazione di continuare a migliorare e ad ottenere risultati ancora più soddisfacenti.

Un grazie immenso va soprattutto al mio tutor e amico Francesco Esposito, con il quale ho instaurato un bellissimo rapporto e così facendo mi ha permesso di raggiungere questi risultati motivandomi spronandomi supportandomi e trasmettendomi concetti e ‘segreti del metodo’ che mi hanno portato subito al raggiungimento del mio obiettivo principale: l’essere indipendente col nuovo metodo di studio.


Studio Giurisprudenza in Bicocca e ho appena finito il 3 anno.

In generale il mio rapporto con lo studio e con l’università non è mai stato tragico: andavo bene, studiavo molto e i voti alti li prendevo lo stesso anche senza il metodo Genio.
Nel primo semestre ho dato 45 cfu(BLU), senza corso e senza tecniche, media del 27.75. 
Nel mentre avevo anche una vita fuori dall’università, palestra, allenamenti di calcio, amici, lavoravo e seguivo i miei interessi.

Però nonostante tutto non mi ritenevo veramente soddisfatto del mio studio:
-i fogli da dove studiavo erano pieni, sottolineati e colorati, molto belli (mille colori), ma sentivo che non avessero sta grande utilità,
-avevo uno studio mnemonico: all’esame ripetevo pari pari quello che c’era scritto sul libro;
-ci mettevo un’enormità di tempo: in sessione studiavo mattina e pomeriggio e massimo facevo una pagina all’ora;
-agli esami se non mi ricordavo un pezzo, non riuscivo a ricollegare bene i successivi e non riuscivo a continuare il discorso.

Ho deciso fare il corso su consiglio di un mio amico (Tiziano Saguto si sta per laureare al QUARTO anno di giurisprudenza), proprio per lavorare su questi aspetti che ho elencato e riuscire a spaccare ancora di più:

In 3 mesi di sessione di esame ho dato 5 esami= 48 CFU con la media del 29; in più ho alzato la media al 27.

Da settembre ad oggi: 102 cfu di esami dati.

Posso dire di avere lavorato su tutti i punti: sento di avere un metodo di studio, la mia velocità è triplicata.

Dopo 4 mesi posso arrivare a dire: “un’esame può andare male, posso prendere il voto a cui non puntavo però so che sono padrone di quello che studio e non il contrario”.

In più ho preso il B1 in spagnolo.

Mi sento fortunato di aver fatto il corso perché lavorando in biblioteca vedo tantissimi miei colleghi che studiano mattina e pomeriggio, ripetono per ore ed ore, fanno mille schemi ed hanno tantissima ansia che non riescono a gestire durante l’esame.

Adesso sono molto più concentrato quando studio, perdo meno tempo, vado molto più tranquillo e sereno agli esami e soprattutto avere 30 mappe al posto di 1000 pagine ti rasserena pochettino.

Mi posso ritenere soddisfatto dei miei obiettivi raggiunti fino ad ora però sono già focalizzato sugli altri che mi sono prefissato:
-1000 vocaboli spagnolo e grammatica( a settembre parto per il mio erasmus a Barcellona);
-1000 parole al minuto nella lettura.

Un grazie va alla mia tutor Silena Bertoncelli, in questi mesi mi ha aiutato tantissimo, ha sempre creduto in me e mi ha spronato a dare il meglio. Posso dire su di lei che in tutte le sue azioni che compie ci mette quella passione e quell’amore che in poche persone ho visto. Un grazie va anche a tutto lo staff di Milano k.


Sono uno studente di “Economia e Commercio” iscritto al 3 anno all’università “Luigi Vanvitelli” di Capua.

Sono sempre stato uno studente un po’ pigro, anche oggi non direi il contrario. 

Ma sicuramente sentivo che non mi stava bene l’idea di studiare all’università e stare parcheggiato anni e anni come vedevo fare a tante persone.

Anche perché più tardi avrei finito, più tardi avrei iniziato a lavorare per potermi occupare seriamente della mia indipendenza, tra l’altro facendo quello che desideravo fare e cioè il Dottore Commercialista.

Proprio non mi andava l’idea di ritrovarmi un giorno e fare un lavoro di ripiego solo perché vivevo il senso di colpa di non essermi ancora laureato.

Perciò dovevo fare presto!

Il punto è, al primo anno e in particolare al primo semestre, con tanto impegno e difficoltà son riuscito a superare un solo esame: 
– Matematica con un misero 20 e tanta fatica profusa.

(Non che mi interessasse così tanto dei voti, però a paragone di impegno, proprio non mi gratificava)

Ho pensato, l’idea di riuscire a finire in tempo, già stava andando in fumo.

Allora cosa è successo…

Ho conosciuto il corso GENIO in 21 giorni e ho frequentato la prima edizione disponibile per me a Settembre 2016.

Grazie all’impegno e all’uso delle Mappe Mentali, alle tecniche di memorizzazione a lungo termine e seguendo le indicazioni che ho ricevuto son riuscito a fare qualcosa che proprio non mi sarei aspettato!

In un tempo di un anno e mezzo ho preparato, sostenuto e superato 16 esami universitari!

Devo ammettere che ho accettato ogni voto non crucciandomi del punteggio, perché non era una cosa che mi interessava ma sicuramente a parità di impegno e fatica tutti i voti in media sono stati migliori rispetto a quel 20 in Matematica!

Tra le cose più eclatanti e motivanti posso sicuramente citare il fatto di aver, nell’ultima sessione universitaria, sostenuto e superato 7 esami!

Ad oggi, 30 luglio allo scoccare della fine tecnica del mio 3’ anno ho solo da sostenere la prova finale potendo dire:

Sono riuscito a laurearmi in corso!

Non penso di aver fatto qualcosa di esageratamente straordinario perché penso che la cosa che maggiormente ha contributo è stata la mia determinazione e lo sfidare la mia pigrizia, ma sono sicuro che aver avuto un metodo adeguato alle mie esigenze, mi ha permesso di nutrire quella parte di me he aveva voglia di realizzare ciò che ho fatto!

Per concludere, rivolgo un dovutissimo quanto scontato ringraziamento al mio tutor Giannantonio Fico per avermi accompagnato, sostenuto (e sopportato) durante questo percorso, che ormai continua da due anni aiutandomi nel perfezionare l’uso delle tecniche di memoria e delle mappe mentali.


Frequento il terzo anno di mediazione linguistica presso l’Università degli studi di Napoli “l’Orientale” e ho frequentato il corso “Genio in 21 giorni” nel mese di maggio.

L’anno scorso ho dato solo un esame, perché ho sostenuto diversi concorsi e sinceramente mi era passata anche la voglia di studiare , dal momento che impiegavo troppo tempo in quanto, tipicamente leggevo e non capivo subito, poi ripetevo ‘no-stop’ e non raggiungevo neppure i risultati che speravo e cosi facendo addio motivazione. In tutto ciò lavoravo , soprattutto nel fine settimana e questo significava per me Zero vita sociale.

Per questo ho scelto di fare il corso, grazie al quale in 30 giorni ho preparato e superato l’esame di lingua russa II, che invece stimavo di prepararlo in almeno sei mesi. Quest’esame è stata un’esperienza particolare perché , in questo mese ho dovuto studiare non solo il programma dell’esame in questione ma soprattutto dover recuperare la stragrande maggioranza degli argomenti dell’esame russo I , sostenuto due anni fa. Inoltre ho memorizzato 500 vocaboli nuovi! Ho programmato il tutto senza rinunciare al lavoro, allo sport (piscina) e alla mia beata via sociale!

Successivamente , ho preparato in una settimana , studiando in media 4 ore al giorno, l’esame di lessicologia e lessicografia di 400 pagine, scegliendo in rilassarmi un giorno al mare. Oggi è 2 Agosto e sto preparando un esame che darò il 10 settembre, stimo di finirlo tra 10 giorni in modo che possa andare in vacanza senza il peso di nessun libro in valigia.


Studio Scienze e Tecnologie Agrarie al terzo anno. Prima di fare il corso leggevo e ripetevo all’infinito e la cosa più difficile era ricordarmi i particolari di tutto: tendevo a ricordare solo le cose che mi piacevano e mi perdevo invece il resto delle informazioni importanti. In più, ero abituata a ripetere solo le cose che mi ricordavo, quelle che non mi venivano subito in mente le tralasciavo senza più riprenderle.
Ecco che studiare era noiosissimo e agli esami, soprattutto orali, non riuscivo quasi mai a rispondere prontamente, per non parlare della fatica che facevo con i collegamenti.

Dopo il corso Genio non mi annoio più a studiare, passano due ore e neanche me ne accorgo, è migliorata tantissimo la chiarezza delle informazioni ed anche la velocità con cui studio!
Nell’ultimo periodo prima del corso i voti che prendevo (tra il 18 e il 22) non mi soddisfacevano per nulla, nonostante comunque ci mettessi molto a studiare: invece adesso in una sola settimana dopo il corso ho preparato un esame e ho preso 25 e nei 4 giorni successivi ne ho preparato un altro prendendo 26, nella settimana successiva ho preparato zootecnica prendendo 30.
Finalmente ho voglia di studiare e la cosa più bella è stata la soddisfazione nell’essere riuscita a ridurre i tempi e a fare tutti i collegamenti necessari migliorando tantisssimo l’esposizione nell’esame orale. In ultimo, ma non meno importante, sono anche riuscita a migliorare la concentrazione sia durante lo studio sia durante gli esami scritti.
Adesso mi sto preparando per gli ultimi due esami (di cui uno in inglese) e per il prossimo obiettivo ormai vicino: la laurea!


Ho 19 anni e mi sono diplomato il mese scorso in un istituito tecnico indirizzo informatico a Cagliari.
Voglio raccontare brevemente la mia esperienza prima e dopo il corso genio.

Nella mia vita non sono mai andato bene a scuola, prendevo l’approccio con i libri di studio con malessere, negatività e un’energia bassa, per non parlare dell’ansia e l’insicurezza che mi assalivano durante le verifiche, che nelle prove scritte mi portavano a lasciare quasi il foglio bianco, oppure a fare scena muta all’orale.
Infatti già dalla terza media le professoresse stesse non erano fiduciose in una conclusione positiva nella scuola successiva.
Ed effettivamente non ero una cima coi libri…
I primi tre anni di superiori fui rimandato sempre a settembre con la sospensione del giudizio in due o tre materie.

Ma all’inizio della quarta fui invitato ad una presentazione del corso e da lì capii che il motivo principale per cui non andavo bene non ero io, ma era legato al mio metodo… Visto che non avevo un metodo!
Allora decisi di frequentare il primo corso disponibile, e successivamente ad esso mi si riaccese la voglia di studiare ed impegnarmi nei miei obiettivi.
E senza ansia e senza rincorrere i prof per un’interrogazione “salvataggio” a fine anno, riuscii ad essere promosso a Giugno stesso per prima volta da quando iniziai le superiori!

Infine in quinta superiore ho preso voti mai visti gli altri anni! Non ho avuto più bisogno di usare bigliettini e copiare durante i compiti in classe, grazie alla mappe mentali son sempre stato pronto a verifiche a sorpresa.
Come ad esempio una volta a fine marzo quando il prof decise di interrogare tutta la classe in seguito ad una sfuriata con alcuni compagni, iniziò a chiamarci uno ad uno alla lavagna, ci faceva una domanda secca su un qualsiasi argomento del programma svolto fino ad all’ora! O la va o la spacca! Tra quelli chiamati prima di me ci furono anche i secchioni della classe (quelli che meno 7/8 non prendevano) che presero addirittura voti tra l’1 e il 3! Insomma nessuno riusciva ad avvicinarsi neanche al 5! E quando fui chiamato io fui l’unico a rispondere in maniera completa e concisa alla domanda posta dal prof tornando al posto con un bel 8! E questo grazie alle mappe mentali usate durante le lezioni per prendere appunti!
Durante le simulazioni delle prove di maturità ho preso voti superiori al 10 senza ripassare i giorni precedenti.
Poi la tanta temuta maturità sono riuscito ad affrontarla a cuor leggero, nonostante la difficoltà delle prova che coprivano argomenti che andavo al di fuori del programma.
E per l’ultima prova orale ero preparato e sicuro di me stesso. Decisi anche di invitare i miei amici e i miei genitori ad assistere al mio esame, cosa che prima non avrei minimamente pensato di fare, il tutto si concluse per il meglio.
Adesso mi sto preparando per il bando di concorso per ufficiali dell’esercito che uscirà a Gennaio mi preparerò anche memorizzando le domande dell’intera bancadati!

Sono felicissimo dei progressi che ho fatto dopo il corso e dei risultati che ho ottenuto, specialmente se penso al punto da cui sono partito.

Ringrazio il mio istruttore Giovanni Scarselletta e anche le tutor che mi hanno supportato Michela Perra e Rita Grazietti con tutti i consigli e le dritte date!


Studio al primo anno alla Scuola di Economia e Management (SAA) di Torino.

Non sono mai stata una grande studiosa, ho sempre avuto una media discreta ma non avevo mai pensato di iscrivermi all’Università. Ho scelto di farlo per superare me stessa e le mie aspettative perchè di natura mi piace darmi degli obiettivi e superarli.

Ho conosciuto il corso grazie ad un’amica e dalla presentazione ho iniziato a credere che per avere dei buoni risultati all’Università non avrei dovuto rinunciare ad altro, come lavoretti, uscite, tempo libero.

Ho fatto il corso ad aprile e ho applicato il metodo fin da subito e grazie a questo sono riuscita a superare quattro esami con i seguenti risultati:
– istituzioni di economia, che per me è stato l’esame più tosto della sessione, superato con 18 studiando in 2 giorni un libro più delle dispense
– statistica 28 preparato in 3 giorni
– marketing 28 studiato anche questo in 3 giorni
– economia 29 preparata in 1 settimana

Oltre ai voti la cosa più bella che mi resta è la sensazione di sicurezza che ho provato quando mi sono seduta al momento dell’esame.


Mi chiamo Stefano, sono un artigiano e campione italiano e mondiale (age group) di OCR (Obstacle Course Race).
Per non farmi mancare nulla organizzo anche la gara Original Gram. Non chiedetemi quando riposo perché lo fa già la mia ragazza (ovviamente devo dedicare tempo anche a lei).

Ho sempre voluto imparare l’inglese per poter parlare e comunicare con i miei avversari prima e dopo le gare.
Avevo però la convinzione che l’unico modo per apprendere l’inglese fosse quello di stare mesi all’estero.
Il tempo libero a mia disposizione è veramente poco siccome lavoro dalla mattina alla sera e quando torno a casa mi alleno per le gare.
Di conseguenza avevo oramai rinunciato a studiare l’inglese.

Ho frequentato il corso Genio in 21 giorni a marzo con la mia ragazza.
Devo essere sincero, inizialmente l’ho frequentato più per lei che per me stesso ma avevo comunque l’idea di imparare qualcosa di nuovo che avrebbe potuto farmi comodo.

Dopo il corso ho imparato 800 vocaboli di inglese che sono diventati parte del mio vocabolario e ho già potuto comunicare con i miei avversari in inglese!
Un bel miglioramento rispetto a prima che avevo paura di bloccarmi quando non sapevo un termine!

Quando ho studiato? Di sera, finito il lavoro e gli allenamenti.

Oltre a questo ho notato la grande possibilità di utilizzare i vari metodi di apprendimento anche nella vita quotidiana.

Ho ottenuto tutto ciò e nel frattempo ho partecipato quasi ogni week-end alle gare in giro per Italia e Europa e ho organizzato due eventi dell’Original Gram a Torino e Como( il 2 settembre dove invito tutti a provare)

Ora ho un nuovo obiettivo: devo essere intervistato quando avrò la gara il 22/11 in Sud Africa e poter parlare in inglese in maniera sciolta!

Grazie a Matteo Delfino riesco a progredire passo passo, stiamo iniziando una nuova fase e ci metterò il massimo impegno!

Lo consiglio a chi vuole sempre migliorare se stesso.


Sono uno studente universitario quasi laureato in informatica, mi resta soltanto la discussione della tesi in seduta di laurea. Ho seguìto il corso una volta terminati tutti gli esami universitari, ma superare alcuni di essi è stata un’impresa molto difficile, che mi ha costretto ad uscire fuori corso. Non mi è mai mancata la forza di volontà, ma in alcuni momenti mi chiedevo davvero se fosse quella la mia strada.

Il mio primo obiettivo appena iscritto al corso era quello di trovare un metodo che non mi costringesse a passare ore incollato sui libri o a scrivere milioni di pagine di riassunti (il mio metodo di studio fin dalle scuole medie è sempre stato quello dei riassunti) per ottenere risultati molto al di sotto delle aspettative. Il corso è stato illuminante. Il primo obiettivo da raggiungere attraverso le tecniche ed il corretto atteggiamento consisteva nel superare il test per accedere alla laurea magistrale.

Avrei dovuto studiare 1600 pagine di argomenti a me sconosciuti come economia aziendale, economia politica e marketing. La data del test era esattamente 5 settimane dopo l’ultimo giorno di corso. Attraverso un corretto piano di studio impostato col mio tutor Francesco Iavarone ed alla messa in pratica delle tecniche avevo terminato lo studio in 3 settimane (sabati e domeniche esclusi). Il giorno del test mi sono presentato in università senza paura o ansie di alcun genere. Ero semplicemente carico. Cercavo con gli occhi la traccia del test, per poterla risolvere con tutta la tranquillità del mondo e con la assoluta certezza di portarmi a casa un posto per la magistrale.

Non è stata pubblicata una classifica dei punteggi, ma stando al docente che ha corretto il mio elaborato, il mio punteggio è stato di 28/30. Sapevo di aver passato il test esattamente un istante dopo aver visto la traccia, una sensazione che avevo dimenticato.

Studio a parte, sono membro di una startup, per cui la costante formazione è di vitale importanza. Non ho mai avuto molto tempo per leggere a causa del tempo dedicato allo studio ed al lavoro. Ora, attraverso le tecniche, riesco a leggere circa due libri a settimana, a prescindere che siano scritti in inglese o in italiano. La giornata è sempre di 24 ore.

Ho semplicemente imparato ad utilizzare al meglio il mio tempo e mi sono resto conto che il cervello umano ha un potenziale inquantificabile se alimentato col giusto carburante.

Ai miei amici non smetto mai di ripetere che seguire il corso è l’investimento migliore che possano mai fare per la loro vita.