Vi racconto la mia esperienza su come sono riuscita a 26 anni ad entrare nell’Arma dei Carabinieri, dopo averci provato ben 15 volte!

Innanzitutto ci tengo a dire che io non sono mai stata una cima, anzi sono sempre andata male a scuola.
Il mio sogno però era quello di entrare nell’Arma dei Carabinieri, e non avrei mollato fintanto che non ci fossi riuscita, con la consapevolezza che c’era anche un limite di età per entrare.

La prima prova si basa su un test di cultura generale di 100 domande prese da una banca dati che ogni anno si aggira sulle 8000 domande con l’esclusione di due materie: comprensione del testo e lingua straniera.

NEL PRIMO concorso ho fatto un punteggio di 56/100, OGGI invece GRAZIE alle TECNICHE DI MEMORIA ho ottenuto 92/100; c’è da considerare anche che negli anni lo sbarramento di punti per passare si è alzato, e che è diluito il tempo a disposizione per la prova.

Un’altro aspetto che mi giocava contro era la gestione dello stress, che nonostante lo studio ottenevo sempre risultati scarsissimi, frutto di una programmazione verso il fallimento certo!!!
Questa volta però mi ero prefissata che doveva essere un SUCCESSO!!! Visto che era anche L’ULTIMO concorso che potevo fare per una questione di limiti di età.

Devo ringraziare tantissimo non solo per il risultato, anche per l’assistenza costante che mi ha dato la mia tutor Giulia Ceragioli, mi ha aiutata ad organizzare il tempo e mi ha insegnato come pianificare il tutto per ottenere il risultato nei tempi prestabiliti.

Ciao a tutti volevo condividere quelli che sono stati i miei risultati prima e dopo il corso.

Io sono un ragazzo di 18 anni che fa la 5a liceo scientifico a Cagliari.

Prima del corso per studiare materie come storia filosofia latino e italiano impiegavo ore di studio perché andavo a scrivere e riscrivere appunti ripetendoli ogni volta senza raggiungere risultati oltre il 7.

Questo non riuscire a dare il massimo nelle prove dopo intere giornate di studio mi abbatteva e convinceva che tanto se non avessi studiato non sarebbe cambiato nulla e quindi mi accasciavo.

Invece ora dopo aver fatto il corso di genio in 21 giorni nella sede di cagliari impiego un terzo del tempo ottenendo risultati nettamente superiori.

Ora, infatti, studio in totale massimo 2/3 ore per studiare 60 pagine e proprio in questi giorni ho preso un 9 in storia un 8 in filosofia e un 9,5 in chimica. Senza il genio e la mia tutor, Michela, che mi ha seguito in ogni mio passo e miglioramento non avrei mai raggiunto risultati del genere.

Ciao ragazzi ho appena finito il 1 anno di magistrale e volevo condividere con voi questo, Al 1 anno di magistrale in Biologia molecolare (da settembre a maggio) ho dato 1 esame

A Fine maggio ho fatto il corso genio in 21 giorni che m ha permesso dopo 3 mesi di:
•Dare 6 esami con voti che vanno dal 28 al 30 e Lode
•Dare ripetizioni di chimica 
•Preparare in 3 giorni un esame e prendere 28
•Andare agli esami sicuro di me e senza ansia (prima ne soffrivo tantissimo)

Ed è solo l’inizio 😁😁😁😎

Sono uno studente di Giurisprudenza attualmente iscritto al quarto anno a Bologna con una media del 28.

Sono sempre stato un ragazzo determinato, ma spesso prima del corso per pigrizia e mancanza di organizzazione mi ritrovavo a preparare gli esami all’ultimo con conseguenti sforzi fisici e mentali non indifferenti: studiavo tutto il giorno e perdevo anche moto tempo perchè non sempre riuscivo a rimanere concentrato a lungo. Inoltre i giorni prima a ridosso di un esame mi vietavo calcetti e altri piccoli piaceri quotidiani come guardare la mia serie tv preferita per stare sui libri e non riuscire a conciliare studio e tempo libero era frustrante.
Ad esempio, quest’estate mi ero ripromesso di studiare l’inglese in vista del Test IELTS che avrei dovuto affrontare a fine settembre per andare a studiare negli USA il prossimo anno con la speranza di prendere un punteggio di 6.0. Nonostante questo fosse un mio sogno da tempo, come al solito mi sono ritrovato a due settimane dal test senza aver fatto nulla.

Ebbene grazie al corso ‘Genio in 21 giorni’ in soli 10 giorni sono riuscito a organizzare lo studio in modo super efficace ed efficiente e ad affrontare il test senza alcuna ansia o preoccupazione.
Il 13 Ottobre ho avuto il risultato: 6.5! Un punteggio addirittura superiore di mezzo punto rispetto a quello che mi ero prefissato come obiettivo con il mio Tutor!

Sono davvero contentissimo dell’impegno che ci ho messo, del risultato ottenuto e delle tecniche che ho appreso al corso. Ringrazio in particolar modo il mio Tutor Felipe Orrego che mi ha seguito e stimolato affinchè potessi ottenere questo traguardo e realizzare così un sogno che avevo da tempo.

Ciao, sono una studentessa al secondo anno di podologia e ho 22 anni.

Fino a poco tempo fa ho sempre riscontrato problemi nello studio, non tanto nei risultati ottenuti in quanto erano comunque buoni (media del 25,5), quanto più nel tempo che dovevo dedicarci. Inoltre, una volta dato l’esame, le cose studiate svanivano inesorabilmente, obbligandomi a doverle ristudiare per esami successivi.
Mi sentivo frustrata solo all’idea di investire così tanto tempo e impegno inutilmente, senza contare l’ansia provata ad ogni esame, che influiva ovviamente sulla mia vita quotidiana.

Tre settimane fa ho frequentato il corso per accorciare i tempi di studio, abbassare il livello di stress, migliorando al tempo stesso i miei voti.

Ad oggi grazie alle mappe mentali riesco a prendere appunti a lezione senza perdermi nessun passaggioUna volta arrivata casa mi rendo conto che la maggior parte delle informazioni le ricordo già e ci metto 5 minuti per memorizzare l’intera mappa!!! 

Grazie alla motivazione che mi trasmette il mio fantastico tutor Denis, ora mi sento molto più rilassata e tranquilla in preparazione all’esame, ho una vita sociale (che prima non riuscivo a coltivare) e noto che le informazioni studiate hanno un ordine logico nella mia testa.

Tra qualche giorno darò il mio primo esame studiato con queste tecniche di apprendimento e sono sicura che l’esito sarà decisamente positivo!

Non vedo l’ora di continuare a raggiungere nuovi traguardi e perfezionare le tecniche che fanno già parte di me!

Sono iscritto al 4° anno di Medicina e Chirurgia a Bari. Ho sempre visto lo studio come un “lavoro”, affrontando l’università con serietà e responsabilità, conscio che il mio sarebbe stato un percorso lungo e tortuoso. Passavo esami con normale frequenza, senza eccellere ma neanche rimanendo indietro rispetto alla media.
Però c’erano tanti aspetti che non mi piacevano del mio metodo di studio: avevo bisogno di sottolineare-evidenziare il libro 2/3 volte, ripetere a voce (“a pappagallo”) per poi scordarmi molte cose a distanza di giorni, settimane…cosa che mi faceva dubitare delle mie qualità e rendeva futile ai miei occhi tante ore passate sui libri.

Quando mi hanno parlato del corso Genio in 21 giorni ero molto scettico, in quanto superficialmente lo consideravo necessario solo per gente in difficoltà; dopo però aver visto qualche dimostrazione pratica son rimasto letteralmente a bocca aperta e ho deciso di iscrivermi.
Subito dopo il corso ho visto lo studio sotto una nuova luce: non era più un qualcosa di pesante, ma quasi un “divertimento” grazie alle mappe mentali e alle varie tecniche di memorizzazione applicabili per qualsiasi tipo di esame. Tant’è che ho preparato due esami, Anatomia 2 (neuroanatomia) e Statistica medica, i quali richiedono uno studio completamente differente ma entrambi splendidamente superati.
I vantaggi che ho tratto dal corso sono stati molteplici, su tutti quello di sentirmi sicuro delle mie conoscenze e di conseguenza affrontare gli esami con maggiore coraggio e disinvoltura, permettendomi di vivere senza ansie e non rinunciare alla mia vita sociale e hobby, quale l’arbitraggio.

Io non ho mai avuto grossi problemi a passare gli esami poiché sono sempre stata disposta a rimanere seduta ore sulla scrivania per capire bene ogni concetto.

Il mio problema era che, passato un po’ di tempo, non ricordavo tutto quello che studiavo e non riuscivo a fare dei collegamenti tra le diverse materie.

Ho fatto il corso Genio a Bologna e mi ha permesso di sfruttare le mie capacità al massimo. Non solo mi sono ritrovata a passare tutti gli esami con tranquillità e a laurearmi con il voto di 110 e lode in Business and Economics, ma anche ad attrarre l’attenzione dei miei professori, con i quali adesso lavoro. 

Dopo due mesi dall’essermi laureata mi è già stato chiesto di fare la mia prima lezione universitaria introducendo la materia con le mappe mentali. Per me questo risultato è molto importante perché ci tengo molto a far capire che apprendere sia una cosa semplice anziché faticosa. 

Adesso mi trovo in una situazione in cui il mio lavoro mi chiede di imparare tantissimo e la paura dei grossi libri non ce l’ho più.
Vi allego qualche foto.

Ps: la lezione l’ho tenuta interamente in inglese.