Studiare senza ansia, studiare per l’esame e andare all’esame sereno come se nulla fosse, senza nessuna ansia di stress e nervosismo. Studiare senza ansia come se fosse semplicemente una passeggiata di salute.

Ti piacerebbe eh?!

Sembra quasi un sogno vero?

Eppure è assolutamente possibile. Guarda per esempio cosa scrive Domenica De Rosa:

Salve, sono Domenica, ho 23 anni e sono al 4 anno di farmacia ed ho frequentato il corso Genio in 21 giorni-Napoli, a luglio.

Prima di partecipare al corso non ero la persona che sono oggi. Mi ci sono avvicinata per esasperazione, la mia ansia non mi dava scampo, riuscivo a portare ottimi risultati allo scritto, studiando tanto e privandomi di cose, ma non protavo mai a termine un esame a causa dell’ansia. Cosa facevo? Semplicemente non ero sicura di me e non facevo l’orale.

Dopo il corso in primis ho dato solo esami orali! Studiando la metà della metà del tempo che impiegavo prima, rimanendo però, sicura e concentrata. Sono arrivata addirittura ad allenarmi, mangiare, e a dormire prima degli esami, cose che prima erano davvero impossibili!

Così facendo ho preparato:

  • Patologia in solo 8 Giorni
  • Dato 3 esami a dicembre (Chimica Organica, Chimica inorganica,Biologia generale e botanica),
  • 3 sono in corso per gennaio!
Testimonianze Certificate Genio in 21 Giorni da "Il Salvagente"

Cosa ti sta impedendo di studiare senza ansia

Diciamocelo molto chiaramente: sederti davanti ad un libro, nel sicuro della tua camera da letto non è esattamente uno scenario da horror.

Perché quindi senti questa serpeggiante sensazione di ansia che a volte finisce per stringerti lo stomaco in una morsa così forte che non riesci nemmeno a mangiare?

O magari sei di quelli che l’ansia da studi gli risucchia ogni cellula da dentro lo stomaco e devi mangiarti l’intero frigorifero.

studiare senza ansia come fare

Perché mai succede di dormire male (o smettere di dormire), di avere un umore tra il pessimo e l’impresentabile, giorni, settimane o mesi prima degli esami?

Il motivo più semplice che potresti pensare è che tu odi studiare. Potresti finire per pensare che lo studio non fa per te, questa facoltà è troppo difficile, studiare è semplicemente contro la natura umana, una violenza istituita da qualche animo crudele che aveva in odio l’umanità. C’è chi, come Sofia prima di conoscere il Corso Genio, ha proprio commesso l’errore di credere che il problema fosse la facoltà!

Studiare senza ansia corso genio 21 giorni

Ciao a tutti, mi chiamo Sofia, ho 21 anni e sono al primo anno del corso di laurea in Lettere Moderne. In precedenza, ho frequentato ben 2 anni del corso di laurea in Biologia, avevo la media del 24 e un carico di ansia impressionante. Così decisi di cambiare corso, “lanciandomi” nel mondo delle facoltà umanistiche, per cui mi sentivo più portata ma si sa: università che vai, difficoltà che trovi. (era questo il detto giusto?)

Decisi di informarmi sul corso “Genio in 21 giorni”, di cui avevo sentito parlare un’amica parecchi anni fa e lei me lo descrisse come la cosa migliore del mondo.

All’inizio fui un po’ scettica, però, parlandone con i miei genitori e assistendo alla presentazione, decisi di iscrivermi, di “buttarmi” in questa nuova avventura. Il weekend del corso fu illuminante per me: dopo solo tre ore mi era tornata la voglia di rimettermi a studiare, come se i miei problemi con l’ansia non fossero mai esistiti.

Il venerdì del corso non parlavo mai, ero la solita persona chiusa, che aveva paura di esprimere la propria opinione perché ero terrorizzata dal giudizio degli altri, ma al sabato ero piena di energia, sempre sorridente, tanto che mi è stato detto che trasmettevo allegria, cosa mai successa in tutti questi anni, dato che non sono una persona molto sorridente e spesso le persone mi dicono che hanno paura di rivolgermi la parola.

Dopo il corso mi misi subito a preparare due esami da 12 crediti ciascuno: Letteratura Italiana e Geografia. Il primo aveva un programma di circa 850 pagine e lo preparai in sole 32 ore, il secondo, con un programma di circa 250 pagine lo preparai in 11 ore.

Lo so, sembra incredibile, ma è stato veramente così, non ci credevo nemmeno io: dovetti ripetere il calcolo più volte per rendermene conto. In precedenza, per l’esame di Letteratura avrei impiegato almeno 300 ore. Sì, avete sentito bene, ALMENO 300 ore.

Ora penserete che avendo studiato così “poco”, avrò avuto un sacco di ansia all’esame. SBAGLIATO! La mia tutor non mi ha fatto toccare libri e mappe né il giorno prima, né il giorno stesso dell’esame, ed io NON avevo l’ansia. Davvero incredibile! All’esame mi sentivo tranquilla, come se fosse stata una normale prova fatta fra me e me.

Inutile dire, dopo questa lunghissima testimonianza, che vi consiglio caldamente di frequentare il corso.

Insomma, la realtà può diventare molto diversa in fretta, come puoi vedere da queste testimonianze (che sono solo alcune delle migliaia di testimonianze che puoi leggere tu stesso nel nostro gruppo Sistema di Studio o nel sito www.testimonianzegenioin21giorni.it in cui troverai anche i riferimenti della certificazione ZeroTruffe ottenuta da Il Salvagente, che certifica L’IDONEITÀ di un prodotto o servizio a seguito di specifici test a tutela del consumatore)

La realtà dei fatti, quella che noi di Genio ci impegniamo così tanto a diffondere con tutte le nostre forze e mezzi, è che la condizione naturale dell’essere umano è AMARE LO STUDIO.

Esatto hai capito bene.

Se tu non fossi stato violentato nei tuoi anni migliori dalla mancanza di un metodo di studio efficace, oggi saresti esattamente come un bambino che va allo zoo: curioso, affascinato, determinato a scoprire qualunque cosa entri nel tuo campo di attenzione.

Pensa che proprio per questo Genio in 21 giorni, ben consapevole di quanto sia fondamentale far re-innamorare i ragazzi dello studio, ha siglato con il CNR, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, il più importante istituto di ricerca pubblico italiano, una collaborazione nel comune intento di rimettere il tema dell’apprendimento al centro dell’attenzione in Italia.

Dopo un primo contratto di formazione in cui il CNR ha trasferito all’intero team Genio in 21 Giorni il frutto di anni di ricerche del team Saper Capire, è stato siglato un secondo contratto di ricerca per testare strumenti innovativi capaci di migliorare le capacità di apprendimento. 

Tra gli obiettivi fondanti del CNR c’è quello di divulgare know-how scientifico in ogni campo del sapere umano e Genio net, con il corso Genio in 21 giorni e una serie di iniziative gratuite, contribuirà a questo nobile ideale portando a quante più persone possibile gli strumenti per costruire il proprio metodo di studio.

Ma torniamo a noi: cos’ha a che fare tutto questo con lo studiare senz’ansia?

È presto detto.

Studiare senza ansia è possibile solo se sai che non dimenticherai tutto

Qualche giorno fa ho letto un articolo dal titolo Il mal di scuola esiste ed è tutta colpa nostra, con una bellissima intervista a Daniela Lucangeli, professoressa di Psicologia dello sviluppo presso l’Università degli Studi di Padova ed esperta di psicologia dell’apprendimento.

“Il 73% degli studenti italiani a scuola sta male. «Ingozziamo i ragazzi di prestazioni, colpa e paura sono le emozioni alla base del nostro sistema educativo», dice Daniela Lucangeli. «Ma tutto ciò produce un cortocircuito emozionale che genera malessere e inceppa l’apprendimento». Che fare?”

La risposta della professoressa Lucangeli è pronta e senza dubbi: cambiamo la scuola, dice.

“Sembra che una delle cause di questo malessere sia il carico richiesto ai ragazzi. I dati rilevano che allo studente viene chiesto di imparare troppo, in poco tempo, senza passione, con l’ansia di doverne rendere conto, la frustrazione di non riuscire, la sensazione di perdere tempo per cose più utili e piacevoli. Di fronte a tutto ciò il cervello è costretto a spendere energie per qualcosa che non provoca benessere, bensì allerta.”

Detto in altre parole, i veri motivi per cui ti studiare ti dà l’ansia è che

  1. non ami studiare (e non è colpa tua)
  2. non sai studiare (nessuno te l’ha mai insegnato)
  3. non hai un metodo che ti permette di studiare avendo la certezza che ricorderai ciò che hai studiato anche se sei sotto stress

Per il punto numero 3 continua a leggere che ti racconterò come risolverlo grazie alla tecnica segreta degli attori di Hollywood.

Per i primi 2 punti invece non hai molte scelte: puoi continuare a soffrire (e quindi continuare a studiare divorato dall’ansia) oppure puoi seguire questo webinar che ti spiega esattamente cosa e come fare per studiare senza ansia e ricevere un’analisi dettagliata e personalizzata del tuo metodo di studio.

vincere ansia da esame

Studiare senza ansia: la tecnica degli attori di Hollywood

Immagina di essere in una stanza enorme e piena di gente.

Tutti ti fissano. E ci sono 3 cineprese puntate su di te.

È l’undicesima volta che il regista interrompe la tua battuta e ti fa riiniziare da capo perché “devi metterci più enfasi”.

Sono le 23. E dovevate finire alle 20.

Tutti aspettano te. Finché non reciterai le tue battute proprio come le vuole il regista, nessuno potrà andarsene. E nel frattempo senti le lamentele di tutti, dal cameraman alle comparse. Hanno fame, sonno e voglia di andare a casa.

Dimmi la verità: saresti un po’ agitato?

Probabilmente chiunque lo sarebbe. Anche molti attori sono in difficoltà davanti a situazioni del genere.

Ecco perché il mondo del cinema pullula di “emotional coach” – ovvero, persone che ti insegnano a calmarti quando ti senti dilaniato dallo stress.

Perché se in una scena non vai bene e ti agiti, non è che rifacendola migliori. Anzi! Se ti sei lasciato dominare dall’ansia, è facile immaginare che andrai ancora peggio.

Ti ricorda qualcosa questa dinamica?

Quante volte ti sei agitato ad un esame, sei andato in ansia e hai dimenticato anche cose che fino al giorno prima sapevi alla lettera?

La buona notizia è che continuando a leggere scoprirai in che modo “rubare” la capacità degli attori di rimanere calmi anche in situazioni di grave stress e utilizzarla a tuo piacimento durante gli esami.

Rimanere calmo e concentrato durante gli esami è possibile (e SEMPLICE!) grazie al “segreto” di un’attrice del 1900

Era circa il 1910 quando Emma Dunn, dopo il suo immenso successo ottenuto a Broadway, metteva da parte il lavoro da attrice per dedicarsi alla produzione di film e alla formazione di nuovi attori.

Ed è proprio per i suoi insegnamenti che il suo nome resterà inciso per sempre nella hall of fame delle personalità più influenti nel mondo del cinema.

Quello dell’attore è un lavoro tosto. Non solo devi imparare a memoria copioni infiniti e saperli recitare esattamente nel modo richiesto dal regista… ma devi anche essere in grado di gestire lo stress e concentrarti a comando. Un po’ come se possedessi un telecomando che controlla le emozioni del tuo cervello.

Perché se ti agiti e lasci che ansia e stress prendano il sopravvento, è finita. Proprio come quando dai un esame.

Quando sei sotto stress le tue risorse mentali vengono meno e, con loro, se ne va anche la speranza di passare l’esame. *Puff*. Come la fiamma di una candela in mezzo ad una tempesta.

Ed è brutto studiare per giorni, magari settimane, e ritrovarti a non passare l’esame per un piccolo momento di ansia.

Voglio dire, un conto è se avessi fatto come “quel tuo compagno di corso” che non apre un libro dall’inizio dell’anno…

Ma quando ti impegni NON è giusto essere rimandato alla prossima sessione.

E allora riinizi a studiare e ti ripresenti all’appello successivo. Ma come un attore rischia di essere più agitato quando il regista continua a cestinargli la scena e fargliela rifare… anche tu – memore della bocciatura precedente – corri il rischio di andare nel panico e mandare in fumo tutte quelle ore trascorse sui libri.

Ecco perché Emma Dunn, nei suoi corsi di recitazione, era così ossessionata dalla capacità di mantenere la calma.

Lei riteneva che ogni attore dovrebbe praticare delle tecniche di meditazione e imparare a rilassarsi a proprio piacimento. Una delle più famose fra queste, è quella della “meditazione dei colori”.

Emma Dunn ancora non sapeva che stava insegnando una tecnica di rilassamento molto potente, studiata più nel dettaglio solo pochi anni fa dal Dr. Mike Brooks, uno psicologo di Austin, Texas.

Come mai i colori sembrano avere un impatto così grande sul nostro cervello?

Devi sapere che il cervello umano emette delle onde che possono avere una “frequenza” più o meno alta. Maggiore è questa frequenza, più sei agitato. Quando invece è bassa, risulti calmo e concentrato.

Il Dr. Brooks ha scoperto che alcuni colori hanno la capacità di rallentare le onde del tuo cervello e indurti in uno stato di relax. Ecco perché le tecniche di Emma Dunn risultavano così efficaci.

Ed ecco perché, una volta scoperte queste strategie riservate a pochi, anche tu potrai mantenere la calma e la concentrazione quando dai un esame.

Sarai TU il prossimo studente in grado su superare ogni esame SENZA cadere vittima di ansia e stress?

Imparare a gestire l’agitazione per gli esami ti permette di sederti di fronte al professore e dimostrare la tua preparazione senza intoppi.

Certo, i libri dovrai continuare ad aprirli. Sarebbe impensabile superare gli esami senza studiare.

Ma quando studi sicuro che durante l’esame andrà tutto bene, lo fai in modo più sereno.

L’ansia che prima ti affliggeva con l’avvicinarsi della sessione viene sostituita dalla determinazione di toglierti dai piedi un altro esame  e sfrecciare dritto verso la laurea.

La parte migliore?

Durante l’esame NON ci saranno imprevisti.

Certo, magari capiterà la volta in cui non saprai rispondere perfettamente a una domanda.

Ma se prima il rischio era di cadere nel panico, paralizzarti e bruciare tutte le ore trascorse sui libri… ora sai mantenere la calma e attingere a tutte le tue risorse mentali per superare l’esame nella più totale tranquillità.

Proprio per questo motivo una delle prime tecniche che potrai imparare al corso Genio è quella del “Rilassamento e concentrazione”.

Quando impari a calmarti e concentrarti in qualunque situazione, diventa una passeggiata dare gli esami. Ed ecco che il tuo libretto universitario inizia improvvisamente a riempirsi di 30 e lode.

Lo sanno bene tutti gli studenti che hanno frequentato il corso Genio. Come Elena, che prima di Genio aveva abbandonato l’idea di laurearsi, rinunciando agli studi, perché non otteneva risultati positivi, nonostante impegnasse la totalità del mio tempo a disposizione nello studio.

Arrivava ad “ogni esame con un’ansia che non mi permetteva di svolgere la prova nel migliore dei modi. Dopo aver frequentato il corso, invece, ho sentito l’esigenza di riscattarmi e ho sentito l’esigenza di dover tornare sui banchi universitari, e sapete quali sono state le conseguenze? Beh straordinarie, considerando che ho passato la maggior parte dei miei esami con 30, arrivando ad affrontare i test senza ansia alcuna e soprattutto studiando nella metà del tempo, permettendomi di coltivare le mie mille passioni, tra cui il canto, la palestra, i miei affetti e dedicare tempo al mio lavoro.

Studiare senza ansia opinione genio in 21 giorni
metodo di studio genio in 21 giorni