Studiare durante le vacanze di Natale è forse una delle torture peggiori nella vita di uno studente. Arrivi stremato al momento delle vacanze, desidereresti solo metterti al caldo, sul divano, Netflix e cazzeggio libero… peccato accorgersi che sei ancora terribilmente indietro per l’appello invernale.

Ti guardi intorno e vedi la città addobbata, i mercatini in piazza, le luci sui balconi e gli alberi di Natale che sbrilluccicano.

Vorresti farti trasportare da quell’atmosfera idilliaca e dai profumi dei banchetti di dolci, ma all’improvviso un pensiero si affaccia alla tua testa e tutta la magia del Natale venire risucchiata di colpo.

Ogni traccia di felicità natalizia è sparita, lasciando solo un gelido senso di vuoto e ingiustizia al suo posto a farti compagnia.

Nemmeno ascoltare in loop Jingle Bells o Christmas Tree riesce a farti riprovare il magico calore delle feste.

Neanche il cd di Michael Bublè funziona!

Un triste pensiero ha fatto scomparire la gioia che dovrebbe diffondersi  in questi giorni: ti sei ricordato che tu non hai tempo per goderti il mese più bello dell’anno!

Ma non disperare. In questo post, a cura di Elisa Vian, Istruttrice della sede Genio in 21 Giorni di Bolzano approfondiremo tutto quello che ti serve sapere per approdare sereno nel fantastico mondo delle vacanze e goderti finalmente il meritato riposo.

Non bruciarti le vacanze di Natale per studiare… ancora una volta

All’università mi ripetevo spesso di “avere tempo”, mi convincevo che gli esami fossero lontani e poi in un batter d’occhio mi ritrovavo con l’acqua alla gola.

E la cosa peggiore sono le feste natalizie.

Manca ormai poco, dicembre è alle porte e come tutti gli anni, questo mese, tanto atteso e desiderato, arriva sempre troppo in fretta! Più si avvicina e più il profumo di abete e canditi ci distrae dallo studio.

Ti dici: “studierò” e poi cosa succede?

Arrivano i parenti a trovarti, i pranzi durano un’infinità, fai due chiacchiere con zio, due partite a briscola con il nonno, ti metti a pulire tutti i piatti insieme a mamma et voilà che un’altra giornata è andata e tu non hai studiato nulla.

Se potessi ritagliarti 10 giorni di puro relax, fra le coccole della famiglia, il profumo dei mandarini e il calore del caminetto, non sarebbe meglio?

Lo studio può essere un nemico tosto, ma coi giusti mezzi a tua disposizione non solo puoi batterlo, ma anche farlo diventare un tuo alleato.

É possibile?

I fatti lo dimostrano!

Migliaia di studenti come te, che per anni hanno dovuto rinunciare a vivere delle vere vacanze di Natale totalmente liberi dal demone dello studio, quando pensano al Natale pensano a quel periodo perfetto fatto di giornate intere di totale e completo relax!

Ti può sembrare incredibile sapere che mentre tu puoi prenderti solo un paio di giorni di libertà (giusto il tempo di riemergere da pranzi e cene di Natale) ci sono dei tuoi “colleghi” che non apriranno alcun libro per tutte le vacanze e passeranno ogni giorno da natale all’epifania liberi e felici dall’oppressione dello studio.

Ti può sembrare ingiusto che mentre tu sacrifichi il tuo Natale sull’altare dello studio, qualcun altro stia festeggiando il suo primo 30 di quest’anno accademico.

Ti può sembrare impossibile che sia possibile aaver già preparato alla perfezione tutti gli esami della sessione invernale ancora prima di Natale.

Ma per quanto incredibile, ingiusto o impossibile tutto questo possa sembrarti è proprio così che gli studenti di Genio in 21 Giorni stanno per vivere queste vacanze di Natale.

Liberi da ogni pensiero e sicuri che presto i 30 e lode gli cadranno sulla testa come fiocchi di neve.

come studiare durante le vacanze di natale
Testimonianze Certificate Genio in 21 Giorni da "Il Salvagente"

Come studiare durante le vacanze di Natale senza rinunciare a fare festa come si deve

Insomma, il periodo delle feste può essere la croce o la delizia di ogni studente.

Si dice che chi non pianifica il suo successo, sta automaticamente pianificando il suo fallimento!

Quindi per prima cosa fermati un attimo e fai un check su come hai organizzato il tuo studio.

Innanzitutto è necessario stabilire un programma basato su dati realistici.

Quante volte ti sei detto: “Ci metterò più o meno due ore a studiare quel capitolo” per poi ritrovarti dopo due ore a dover affrontare ancora metà delle pagine?

Succede spesso quando “andiamo a sensazione” piuttosto che guardare dei dati concreti.

Il primo step fondamentale quindi è sapere davvero cosa il professore ti chiederà. Studiare tutto il programma non è mai molto sensato. Sii strategico! Informati da chi ha già svolto quell’esame, fai delle ricerche e seleziona ciò che davvero sarà argomento d’esame.

Secondo step: definisci delle priorità. Quali sono i capitoli/materiali che devi preparare prima perché hanno più rilevanza? Struttura il tuo piano di studi segnando una gerarchia di ciò che devi sapere. Lascia gli approfondimenti per ultimi.

Il terzo step consiste nel misurare con precisione i propri tempi.

Fai una prova: in questa settimana misura i tuoi tempi di studio e scrivi su un taccuino la quantità di pagine/argomenti sei stato in grado di apprendere. Esempio:

Esame A: 30 pagine in 10 ore.

Esame B: 50 pagine in 12 ore.

Esame C: 20 pagine in 6 ore.

Calcola quante pagine ti mancano e vedi le ore che ti servono per completare la preparazione all’esame.

Ora bisogna munirsi di uno strumento importante: l’agenda settimanale.

Hai mai pianificato le attività da svolgere da lunedì a domenica?

Più hai chiare le tue mete e meno stress avrai.

L’agenda migliore è quella settimanale, perché puoi avere una visione d’insieme di come gestisci il tuo tempo e renderti conto di come migliorare.

Definisci giorno per giorno il tempo che dedicherai allo studio.

Affinché sia un piano sostenibile, fai in modo di lasciarti dei tempi cuscinetto, cioè dello spazio vuoto fra una sessione di studio e l’altra così da non sovraccaricarti ed evitare la sensazione di “chiusura”.

A fine giornata datti un feedback sulla qualità e la quantità di studio svolto.

Hai raggiunto l’obiettivo?

Senti di padroneggiare bene l’argomento appreso?

Può aiutarti annotare dei pensieri o commenti sul tuo lavoro svolto. Questo processo ti permetterà anche di aggiustare il tiro laddove tu ne abbia necessità.

Studiare durante le vacanze di Natale: come non perderti dentro le pile di libri e appunti da preparare

Sei all’università e, soprattutto se sei al primo anno, so che la mole di studio ti sembra veramente tanta… ben più di quello che ti saresti aspettato.

E può capitare che studiando oggi, fra 2 settimane ti sarai già perso metà delle informazioni acquisite. Col risultato che la mole di roba da studiare non diminuisce anzi, sembra quasi aumentare!

Per questo motivo ti invito a vedere questo webinar in cui ti spiegheremo le 5 strategie per potenziare la velocità e l’efficacia del tuo apprendimento e dare un “booster” al tuo rendimento nello studio.


studiare velocemente bene senza fatica

Se studi come hai sempre fatto, davanti a te hai solo due alternative:

🤔 Rinunci alle tue meritate vacanze e sacrifichi le vacanze di Natale per studiare

🤔 Ti godi le vacanze senza studiare. Ma è un godimento effimero e falso. Sai bene che in realtà dovresti essere chiuso in camera tua a studiare e che tutto il tempo libero che ti stai prendendo ora dovrai ripagarlo con gli interessi sotto forma di dispiaceri, studiate estreme ed estenuanti fino a notte fonda e voti che non ti soddisfano mai.

Se invece scegli di partecipare al webinar e scoprire quello che abbiamo da dirti, queste vacanze potrebbero essere il periodo più bello dell’anno!

😎 Puoi passare queste feste in totale relax perché hai già preparato alla perfezione la sessione di gennaio e non hai alcun bisogno di rinunciare alle tue meritatissime vacanze.

😎Oppure puoi prenderti del tempo libero fino al 2 gennaio godendoti il 75% del periodo di vacanza e sfruttare i giorni che rimangono per portarti avanti con un esame extra o per recuperare qualche esame che avevi lasciato indietro.

Due prospettive molto diverse, non trovi?

Cosa ti piacerebbe trovare sotto l’albero? Se fossi in te vorrei trovare un me stesso soddisfatto, felice, realizzato per l’impegno messo nel periodo antecedente e soprattutto più sicuro di sé! Fatti un regalo quest’anno: allena le tue risorse, accendi la fiamma della tua motivazione e dai gas ai tuoi risultati!

Concentrati sui tuoi obiettivi e tra pomodori e mandarini, potrai assaporare un Natale fantastico!