La grande menzogna che ti hanno raccontato sul metodo di studio “buono per tutti”, svelata da un maratoneta dilettante

Il 2 novembre prenderò un aereo da Milano. Direzione: New York! E questa volta non ci andrò per visitare la Grande Mela.

Sarò lì per correre la famosa maratona di New York!

42.195 metri da Staten Island a Colombus Circle.

Mi sto preparando a questa gara da più di sei mesi. Preparare una maratona non è affatto facile come pensavo. Cioè dopotutto basta correre per 42 chilometri senza collassare per strada, no?

Purtroppo non è così semplice. Non è come avere un fisico in forma e andare in palestra. É una prova di resistenza fisica, ma soprattutto mentale. So già che ci sarà un momento in cui rimpiangerò di aver fatto quella scelta e mi darò del masochista. Un attimo preciso in cui le mie energie scenderanno di botto, il fisico mi supplicherà di smettere, e sarà solo la testa a farmi continuare.

Per fare in modo che quel momento si presenti il più tardi possibile ho iniziato a curare la mia preparazione cercando di scoprire come riuscire a spremere fino all’ultimo Watt di resistenza del mio corpo.

Ovviamente non ho curato solo l’allenamento, ma anche l’alimentazione. E qui la situazione si è fatta un attimino tragica!

Qual è la dieta giusta per un aspirante maratoneta che non vuole collassare a metà percorso o provare la cocente umiliazione di essere superato da atletiche nonnine di 86 anni in tuta di pile?

Su internet ho trovato tutto e il contrario di tutto. Ogni sedicente esperto sostiene che la sua dieta sia la migliore al mondo!

“Fai la paleodieta!

Mangia solo legumi!

Evita del tutto i legumi!

Diventa vegano! (col cavolo!)

Mangia pasta ogni giorno!

Elimina i carboidrati!

Fai la dieta di Bolt!

No, fai quella di Phelps!

Ma perché non provi il digiuno intermittente?”

Una sola cosa mi era chiara! A questa gente interessa solo portare acqua al proprio mulino e dimostrare che la loro dieta è la migliore della galassia, mentre tutti gli altri dicono solo minchiate.

Per fortuna il suggerimento giusto mi è arrivato da un mezzofondista professionista che mi ha dato l’unico consiglio intelligente in mezzo ad un mare di incertezze:

“Max non devi ascoltare tutti quei cialtroni! Siamo tutti diversi per struttura fisica, metabolismo e obbiettivi sportivi. Non esiste una dieta universale che va bene per tutti, se vuoi raggiungere il massimo della performance in gara devi scoprire quella che va bene per te! Devi farti degli esami e poi sarà il tuo corpo a dirti quello che funziona e che non funziona!”

Era così ovvio! Come potevo pensare che esistesse una sola dieta valida per tutti quanti?

Purtroppo per te, quando si parla di imparare a studiare, è pieno di gente che cerca ancora di convincerti che esiste una soluzione universale “buona per tutti”. Un metodo di studio unico che va bene per chiunque.

Questa, lascia che te lo dica, è una fantasmagorica ca***ta!

Riflettici un attimo. Torna con la mente ai felicissimi anni delle elementari, quando l’ansia da studio e da esami ancora non sapevi cosa fosse!

Tu e i tuoi amichetti avete avuto gli stessi insegnanti eppure sono sicuro che ti ricordi che qualcuno di loro era più bravo con le tabelline, altri nei temi sull’amicizia, altri ancora in geografia.

Poi c’era il secchione della classe, c’era quello che leggeva lentamente e quello che andava male in tutte le materie.

Tecnicamente questo non dovrebbe essere possibile se fosse vero che tutti quanti apprendiamo nello stesso modo.

Invece non è così!

Pur avendo avuto gli stessi insegnanti, il tuo rendimento era diverso da quello di tutti gli altri.

Per spiegarti l’origine di questo “mistero” voglio chiamare in causa Howard Gardner, una delle massime autorità in questo settore. Un professore universitario che vanta un curriculum davvero impressionante!

Gardner è docente di Cognitivismo e Pedagogia alla Facoltà di Scienze dell’Educazione all’Università di Harvard, dove è anche professore associato di Psicologia. È inoltre professore associato di Neurologia alla Facoltà di Medicina all’Università di Boston, nonché co-direttore del Progetto Zero a Harvard.

Insomma, di sicuro è un esperto più che autorevole a cui dare credito!

Nel suo libro Frames of Mind, pubblicato nel 1983, ha scardinato la credenza comune che esiste un’unica forma di intelligenza e ha introdotto al mondo scientifico e accademico la cosiddetta Teoria delle Intelligenze Multiple, secondo la quale non esiste una forma comune di intelligenza, ma ce ne sono ben 7 diverse, ognuna indipendente dalle altre.

Queste sono le 7 Intelligenze di Gardner. Mentre leggi, cerca di capire qual è la tua!

1. Intelligenza Linguistica: “Pensi con le parole e rifletti su di esse”.

Se hai questo tipo di intelligenza sei particolarmente portato nell’uso delle parole per esprimere ciò che hai nella mente e per capire gli altri. Sei avvantaggiato nella comunicazione e sei in grado di sviluppare un ottimo senso logico attraverso il linguaggio. Sei piuttosto sensibile a significati sottili nel linguaggio.

Ti senti particolarmente portato per il linguaggio espressivo, la narrativa, il linguaggio descrittivo e i giochi di parole.

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, il fatto di essere chiacchieroni o avere sempre la battuta pronta non è un indice di intelligenza linguistica.

2. Intelligenza Logico-matematica: “Pensi con i numeri e rifletti sulle loro relazioni”.

Secondo Gardner ciò che caratterizza lo studente con un’intelligenza “matematica” è la capacità di condurre ragionamenti molto lunghi, riuscendo a ricordare i diversi passaggi di cui si compongono.

In realtà non si tratta di una memoria eccezionale, bensì di un’abilità particolare nel cogliere le connessioni che legano i vari passaggi di una dimostrazione.

Chi ha un’intelligenza logico-matematica particolarmente sviluppata capisce ed è in grado di cogliere quelle astruse relazioni astratte causa-effetto come farebbe uno scienziato e può manipolare numeri, quantità e operazioni come fa un matematico.

3. Intelligenza Musicale: “Pensi con i suoni”.

Se hai un’intelligenza Musicale te ne accorgi subito per la capacità di riconoscere e ricostruire brani musicali nella tua testa. Questa abilità è collocata nell’emisfero destro del tuo cervello, ma è separata dal talento linguistico.

Gardner ritiene che uno dei primi talenti che emerge in un individuo sia proprio il talento musicale.

Chi cresce con un’intelligenza di questo tipo, è abituato ad apprendere attraverso i suoni e trasforma, spesso, ciò che sente in una cantilena o in un ritmo.

Forse ti sarai reso conto di essere più portato ad apprendere tramite l’ascolto e la rielaborazione di quello che hai sentito, invece che tramite la lettura.

4. Intelligenza Visuo-spaziale: “Pensi con immagini e sei in grado di rielaborarle mentalmente”.

Pensare con l’Intelligenza Spaziale significa essere in grado di ragionare per immagini e disegni. È quella che spesso viene definita in modo non del tutto corretto “memoria visiva”.

In questo caso quando studi riesci a ricordare un testo o una parola in base a dove si trova nella pagina del libro.

Se sei dotato di un’intelligenza di questo tipo hai di sicuro anche un ottimo senso dell’orientamento.

5. Intelligenza Corporeo-cinestetica: “Pensi con i movimenti e i gesti”.

In questo caso sei in grado di ricordare meglio tutte quelle esperienze concrete che coinvolgono tutto il tuo corpo. Senti il bisogno di fare esperienza, di agire e ricordi prevalentemente quello che hai fatto.

Hai un ottimo istinto nei movimenti, sei in grado di sviluppare un’elevata sensibilità tattile e hai una buona coordinazione nei movimenti.

6. Intelligenza Interpersonale: “Hai successo nelle relazioni con gli altri”.

Sei sensibile verso l’esterno. In particolare verso il comportamento, i sentimenti, le emozioni e le motivazioni di altre persone.

Hai una specie di capacità “empatica” verso il prossimo.

Se hai questo tipo di intelligenza sei un abile costruttore di relazioni, ti fai spesso mediatore durante i litigi, sai comprendere gli altri, fai prevalere il desiderio di socializzazione e di interazione e cerchi sempre di socializzare e metterti alla prova.

7. Intelligenza Intrapersonale: “Rifletti sui tuoi sentimenti”.

Fa riferimento alla conoscenza intima delle tue emozioni. È quella che forse hai sentito chiamare “intelligenza emotiva”. Uno studente con Intelligenza Intrapersonale ha una forte personalità che però non mette in relazione con gli altri. Preferisce isolarsi e scegli attività individuali.

Tra i tuoi atteggiamenti potrebbero esserci: un forte senso di indipendenza, formuli opinioni categoriche e possiedi un profondo senso di autostima, non segui le mode e preferisci il lavoro individuale.

Quando ti ritrovi faccia a faccia con un esame che detesti o che non riesci proprio a preparare, il problema non è MAI il contenuto di quello che studi, ma l’approccio sbagliato allo studio.

Detta in parole semplici: siccome nessuno ti ha mai insegnato a studiare e ti sei dovuto arrangiare al meglio, non sai come sfruttare i pieni poteri del tuo modello di intelligenza.

Ecco perché non può esistere un sistema di studio universale che va bene per tutti! Tra i 7 tipi di intelligenza e il tuo studio c’è la stessa relazione che esiste tra il metabolismo e la dieta corretta per un atleta.

Non esiste una soluzione universale uguale per tutti che ti toglie le castagne dal fuoco, chi cerca di venderti il contrario sta facendo il tuo male!

Quindi se hai comprato qualche video corso online per imparare a studiare ma l’unico risultato che hai ottenuto è stato quello di alleggerire il tuo portafoglio, non preoccuparti! Non sei stupido. E il problema non è nemmeno che non ti sei impegnato.

Hai semplicemente seguito la “dieta” sbagliata per il tuo cervello, ma adesso sai anche il perché!

Se hai speso o stai facendo spendere ai tuoi genitori un mare di soldi in ripetizioni, sappi che non stai curando l’origine del problema, ma solo il sintomo!

Se non riesci a passare un esame o collezioni un’insufficienza dopo l’altra in qualche materia, il tuo problema non lo risolvi pagando qualcuno perché te la rispieghi di nuovo. Devi imparare come sfruttare la tua intelligenza nel modo corretto se non vuoi più correre il rischio di arenarti in qualche odioso scoglio!

Per scoprire quale era l’alimentazione giusta per la mia preparazione alla Maratona di New York, ho dovuto sottopormi a degli esami specifici  (sangue, intolleranze, test genetici…). È stato il mio stesso corpo a darmi le risposte. Poi, con la consulenza di un medico genetista e di un dietologo, ho saputo delineare un piano di alimentazione perfetto per me che mi sta dando grandi soddisfazioni.

Per lo studio vale la stessa regola!

Devi assolutamente scoprire il tuo modello di intelligenza se vuoi essere sicuro di ottenere le migliori performance durante le tue sessioni di studio.

Prima di iniziare il corso Genio in 21 Giorni, a tutti i nostri studenti facciamo fare un test scientifico, che ci permette di scoprire le tue abilità di studio, il tuo stile cognitivo e le componenti motivazionali del tuo apprendimento per poi individuare i punti di forza e i punti deboli del tuo modo di studiare.

Sulla base del risultato del test il tuo Preparatore Personale sarà in grado di aiutarti a “cucire” un sistema di studio fatto su misura per te, grazie al quale anche tu sarai in grado di raggiungere risultati come questo.

Immagina di poter trasformare le ore più odiose della giornata in quelle più ricche di soddisfazioni, di stravolgere le tue giornate e smettere di fare a pugni con i libri. Studiare diventerà finalmente facile e naturale.

Immagina il tuo libretto pieno zeppo di 30 e la tua pagella di 10. Immagina di ricevere i complimenti e l’ammirazione dei tuoi genitori che parleranno a tutti i loro amici di quanto siano orgogliosi di te.

Immagina l’invidia dei tuoi compagni mentre si chiedono quale sia il segreto che ti permette di avere il libretto pieno di voti stellari e una montagna di ore libere, mentre loro sono costretti a spaccarsi la schiena in estenuanti studiate notturne.

E poi renditi conto che non puoi avere niente di tutto questo.

O meglio, non ancora!

Potrai averlo solo se mi permetterai di aiutarti a trasformare quello che ora più odi al mondo nel tuo asso nella manica. Nel vero segreto del tuo successo!

Vuoi sapere come?

Esiste un club esclusivo dove gli studenti che ne fanno parte portano a casa voti stellari e vivono ogni giorno scenari come quelli che hai appena immaginato.

Vuoi sapere come unirti a questa combriccola di geni?

Compila il form che trovi CLICCANDO QUI e aspetta di essere ricontattato da uno dei ragazzi del nostro staff per cominciare quest’avventura!

Ti aspetto!

Max

Lascia un commento