Metodi per studiare: quanti ce ne sono? Sono efficaci? Come fai a sapere se il tuo metodo di studio è veramente il più efficace possibile?
Lasciami indovinare…

Devi studiare 60 pagine per domani: che fai?
Leggi, sottolinei, fai schemi, preghi o magari getti la spugna ancora prima di iniziare?

Se leggere, sottolineare, fare riassunti, fare schemi, ripetere come un pappagallo (oltre naturalmente a pregare, darti all’alcool o scappare), sono tecniche che fanno parte del tuo metodo di studio, faresti meglio a leggere attentamente le prossime righe.

Studiare con metodo NON significa leggere, sottolineare e ripetere

  • Ti è mai successo di sottolineare praticamente tutto o quasi quello che c’è sul libro?
  • Ti è mai successo di sottolineare senza capire?
  • Ti è mai successo di non ricordare molto di ciò che hai sottolineato?
  • Ti è mai successo di seguire il discorso del professore sul libro, per renderti poi conto a fine lezione che qualcosa non lo avevi capito?
  • Ti è mai capitato di avere difficoltà a distinguere le informazioni principali da quelle secondarie?

Non ti preoccupare: queste sono situazioni che prima o poi ci siamo trovati tutti quanti a vivere.

Non è colpa tua. E’ che di fatto le indicazioni sul come si studia e sui possibili metodi per studiare probabilmente ti sono arrivate o da mamma e papà o dalla maestra, ma fondamentalmente più che dirti che cosa si doveva studiare a scuola nessuno si è mai soffermato a spiegarti esattamente il COME si apprende.

Metodi per studiare efficaci? Aprire il libro e leggere più volte NON è fra questi!

Insomma, a scuola hai dedotto che per studiare bisogna:

1: leggere (mi raccomando, scandendo bene le parole nella testa, che non si sa mai che vai troppo veloce!),
2: sottolineare le cose importanti (ok, bene… ma quali sono quelle importanti??),
3: chiudere il libro e ripetere quello che ti ricordi (cioè il titolo se tutto va bene).

Col che, dirai, cosa c’è di male? Si è fatto sempre così, sono diventati grandi tutti studiando a questo modo, no?

Diciamo che grandi si diventa comunque, ma laureati… non altrettanto facilmente, statistiche alla mano.

Senza Metodo di Studio la laurea è un miraggio

Questa è una solo delle conseguenze di non avere metodi per studiare adeguati alle tue esigenze che cambiano con gli anni e gli studi. Ma anche senza arrivare a questi estremi di non laurearsi, pensa solo a tutto lo stress e l’ansia che vivi a causa dello studio. O le conclusioni che trai sulle tue capacità, finendo per pensare di non essere portato.

Il fatto è che quando studi metti impegno e una non indifferente dose di tempo, per cercare di farti entrare quelle informazioni in testa.

Magari ti sforzi di ricordare ogni dettaglio del libro.

Ma non avendo una strategia vincente per poterci riuscire, non ottieni dei risultati paragonabili allo sforzo che hai fatto.

E finisce che ti demoralizzi. Senza un metodo di studio che lavora INSIEME e non contro di te, cominci a pensare che certe materie sono troppo difficili per te. Ti convinci di non essere portato per la matematica, o l’inglese, o la storia.

È qui che nasce quell’odio per lo studio che così tanti hanno.

Più ci forziamo (o veniamo forzati) a fare qualcosa, più la voglia di farlo crolla a livelli profondissimi.

Non conta ciò di cui si tratta. Paradossalmente potresti applicare questo concetto anche a una golosissima fetta di tiramisù.

Se ti obbligassero ogni giorno a mangiare una teglia intera di tiramisù anche quando non ne hai voglia o sei già pieno come un uovo, dopo un po’ cominceresti ad odiarlo. Odieresti il sapore, il profumo e anche il solo sentir parlare di tiramisù ti farà venire la nausea.

Lo stesso discorso vale per lo studio. Anzi, anche peggio visto che di certo non lo ami come potresti amare una bella torta.

Ovviamente se hai un metodo di studio inefficace è ancora peggio.

Il leggi e ripeti è noioso. La ripetizione è sempre noiosa.

Qual è quindi il miglior metodo per studiare?

Immagina di avere un problema di vista: un certo giorno ti accorgi che non ci vedi più tanto bene, vedi le lettere sfocate o non riesci più a mettere bene a fuoco gli oggetti in lontananza.

Qual è la prima cosa che fai in questa situazione?

Vai forse in farmacia e ti compri un paio di occhiali con una gradazione a caso?

O non vai forse prima da un oculista a fare un esame attento della tua vista per capire esattamente qual è il problema?

Ecco, con lo studio la faccenda è esattamente la stessa: non esiste in assoluto un metodo migliore per studiare. Hai bisogno prima di capire come funziona il tuo cervello e, solo dopo, puoi stabilire il modo per “curare” i tuoi problemi di apprendimento.

Certamente, se hai un problema di vista, sai che avrai bisogno di uno strumento detto “occhiali da vista”. Ma la gradazione di questi occhiali deve essere messa a punto sulla base delle tue personali caratteristiche.

Allo stesso modo, se hai un problema con lo studio o anche semplicemente sei alla ricerca di un metodo per studiare meglio, più velocemente e con meno sforzo, avrai bisogno di uno strumento detto “metodo di studio”. Ma perché questo metodo funzioni nel tuo caso specifico devi assicurarti che sia messo a punto sulla base delle tue personali caratteristiche.

“Sì va bene, ma veramente io sono solo alla ricerca di un metodo veloce per studiare. Ho sentito in giro parlare di tecniche di memoria, metodi per studiare più in fretta e cose simili che, dicono, aiutano le persone ad imparare più velocemente. Non sapevo niente di questa cosa che il metodo deve essere personalizzato…”.

Se questo è quello che stai pensando, ti capisco.

In effetti il modo con cui noi di Genio in 21 Giorni affrontiamo le problematiche legate allo studio e all’apprendimento, è completamente diverso da tutto quello che puoi trovare in giro.

Abbiamo messo a punto un sistema di valutazione delle modalità di apprendimento di ogni persona che ci permette di andare a ritagliare su misura delle diverse esigenze di ognuno, il metodo più efficace per studiare bene e apprendere velocemente.

In conclusione

  • Esistono tanti metodi per studiare bene quante le persone che hanno bisogno di studiare bene. Ogni persona funziona con un metodo diverso.
  • Alla base di qualunque metodo per studiare bene ci sono un insieme di componenti così come in un paio di occhiali ci sono sempre due lenti, due stanghette, un nasello e una montatura. Ma il modo in cui tutto questo viene assemblato e soprattutto le caratteristiche delle lenti che vanno montate dipende dalla tua situazione personale e a questa deve essere adattata

Per fare questo è necessario

  1. Avere una profilazione cioè un’analisi precisa delle tue specifiche caratteristiche di apprendimento
  2. Avere un pacchetto di strategie che sia veramente efficace
  3. Prendere queste strategie e calzarle esattamente dentro le tue caratteristiche

(se desideri approfondire, abbiamo parlato più nel dettaglio di queste 3 fasi nella prima puntata del nostro podcast, Cos’è Genio in 21 Giorni)

Arrivati a questo punto puoi anche tu iniziare questo viaggio cominciando ad approfondire tutti i contenuti gratuiti che puoi trovare nel sito, nel blog, nel podcast o iscrivendoti al nostro esclusivo BOT con consigli personalizzati per la tua specifica situazione. Trovi tutto nella pagina: Consigli per lo studio

Se invece hai già compreso l’importanza di tutto questo e vuoi un aiuto veloce, puoi approfittare del super regalo che abbiamo pensato per te: una consulenza gratuita per ricevere la profilazione attraverso il nostro test professionale, delle tue caratteristiche di apprendimento.

Puoi richiedere questa consulenza senza nessun vincolo ma con l’immenso vantaggio di ricevere l’analisi indispensabile del modo in cui il tuo cervello apprende al meglio, così da poterti muovere con sicurezza nella costruzione del miglior metodo di studio per te.

Come fare a richiedere la tua? Facilissimo! Compila il form nella pagina Contatti.

PS: Se ancora hai qualche dubbio sull’efficacia dei nostri metodi per studiare personalizzati sulle tue esigenze, qui trovi non solo una pagina ma addirittura un intero sito di testimonianze di nostri studenti. Certificate.