Immagina di trovarti davanti a un professore, durante un esame.

Hai studiato, ma sai che sarà tosta.

Stai aspettando che lui ti rifili una di quelle perfide domande-trabocchetto a cui non sapresti rispondere neanche col libro aperto davanti.

Ma proprio quando la goccia di sudore sta per saltare dalla fronte per tuffarsi sulla tua tempia destra… lui se ne esce con un inaspettato:

«Mh… e mi dica: cosa ne pensa del finale del Trono di Spade? Le è piaciuto?»

«Anche lei avrebbe sferrato il primo attacco agli Estranei solamente con i Dothraki?»

Immagina poi che tutte le domande seguenti dell’esame – e di tutti gli esami futuri – riguardino film e serie TV che hai visto e amato alla follia e visto così tante volte da poterne descrivere dettagli che solo i veri appassionati hanno colto.

Quanto PAGHERESTI affinché tutto questo diventasse realtà?

Ti ritroveresti a vedere la goccia di sudore di prima che ti ripercorre al contrario il volto per scomparire nel punto in cui si era creata, come se il tempo si fosse riavvolto trascinando con sé ansia e paura di non saper rispondere.

Un sogno eh? Già… peccato che non sia così. 

Per superare gli esami, devi aprire i libri e studiare. Il più delle volte, argomenti che magari neanche ti piacciono così tanto. Altroché catalogo di Netflix. 

Per quanto possa sembrare strano, le tue serie preferite potrebbero rivelarsi più utili di quanto pensi per il tuo percorso universitario. Esatto: le serie tv e i film possono aiutarti a velocizzare efficacemente il tuo studio, aiutandoti a superare con successo gli esami che ti mancano.

Com’è possibile una cosa del genere? Nostradamus ha previsto la fine del mondo per oggi? Se apri le finestre vedi maiali volanti e professori nudi che corrono con le birre in mano fregandosene di rovinarti la vita?

Non esattamente.

Tutto sta nel modo in cui il tuo cervello processa le informazioni. Quando studi lavora in un modo. Quando guardi le tue serie preferite lavora in un altro modo (quello che ci serve). E indovina un po’ cosa stiamo per fare?

Hai fatto centro: faremo lavorare il tuo cervello quando studi… nel modo in cui “lavora” quando guardi le tue serie preferite.

Per far sì che tutto questo diventi realtà rivoluzionando il tuo modo di vivere lo studio, è necessario approfondire un paio di concetti.

 

Perché quando studi sembra che le informazioni “scappino a gambe levate” dalla tua testa – mentre invece ricordi ogni singolo dettaglio (inutile per la tua carriera) delle serie tv che divori su Netflix?

Se interrogassimo un campione di 100 persone su argomenti studiati alle superiori, avremmo una nuova Top-100 intitolata “I 100 momenti più culturalmente imbarazzanti del 2019” da inserire su You Tube. 

Al contrario, se l’interrogazione riguardasse i “10 film che ami di più” probabilmente non ci sarebbe neppure una risposta sbagliata. Roba inspiegabile? Esperimenti alieni di cui non ci rendiamo conto? No amico: si tratta di scienza.

Questa particolarità del cervello è stata studiata in modo approfondito da Linda J. Levine, professoressa presso la Chicago University ed esperta di neuroscienza. Le scoperte evidenziate dai suoi studi sono ben precise: c’è un legame strettissimo fra emozioni e ricordi.

In pratica, quando guardi un film che ti fa provare delle emozioni – che si tratti di allegria, paura, malinconia, eccitazione, e così via – ogni dettaglio si marchia a fuoco nella tua memoria.

Al contrario, ogni volta che trascorri un pomeriggio intero con gli occhi sui libri e l’unica emozione a fare capolino nel tuo cervello è la noia – o al limite, l’ansia e la paura per l’esame – ti ritrovi solo un sacco di confusione in testa.

La parte peggiore è che magari ti impegni pure tanto, ma poi quando sei davanti al professore sembra che sia passata un aspirapolvere dentro la tua testa ed abbia eliminato le informazioni studiate manco fossero ciuffi di polvere.

A quel punto, la tua fiducia nella possibilità di laurearti in corso svanisce come un sasso lanciato nel mare.

Anche perché quando vieni bocciato sai che dovrai preparare da capo l’esame. Riinizieranno tutte quelle giornate passate sui libri che porteranno la tua amica Ansia a fare nuovamente capolino sulla tua spalla.

Inoltre, quando vieni bocciato nonostante le molte ore passate a studiare, rischi che il prossimo appello non vada molto diversamente. Ecco perché invece di ripetere le stesse azioni che ti hanno portato alla bocciatura dovresti capire in che modo rendere più efficaci le ore che trascorri sui libri.

 

Se vuoi studiare e ricordare tutto, assicurandoti la promozione al prossimo esame… devi studiare come guardi film!

Quando impari preparare gli esami come guardi film, ottieni 2 vantaggi enormi:

1) Come abbiamo visto poco fa, ti ricordi meglio OGNI informazione letta dal libro o ascoltata a lezione.

A quel punto è palese che superare gli esami e laurearti diventa semplice e veloce. 

Non sei più costretto a patire l’ansia che si gonfia nel tuo petto come un palloncino ogni volta che la sessione si avvicina. L’estate si trasforma da “stagione calda in cui fra sudore e zanzare devi recuperare gli esami che non hai dato” a “stagione in cui te ne stai spaparanzato su un lettino, al sole, mentre i tuoi amici sono col torcicollo in biblioteca”.

Probabilmente faresti carte false pur di preparare gli esami con la stessa facilità con cui fai partire il “prossimo episodio” su Netflix. Ma c’è dell’altro…

2) Se impari ad utilizzare le emozioni CHE VUOI TU quando prepari un esame, ti liberi inevitabilmente da noia, ansia e stress.

Ti ricordi le emozioni che hai provato quando Arya Stark ha ucciso il Re della Notte? Ecco, immagina di viverle ogni singola volta che apri un libro.

Sarebbe meno noioso e frustrante dedicare (anche svariate ore) alla preparazione dei tuoi esami, eh? Già: una volta padroneggiato il potere delle emozioni nell’apprendimento, studiare non è più un peso.

Arrivato a questo punto, è possibile che nel tuo cervello stia ronzando senza sosta una domanda:

 

Come si fa a provare emozioni – che non siano noia e ansia – quando si studia?

A dir la verità, non esiste una risposta univoca a questa domanda.

Online puoi trovare centinaia di “trucchetti” per associare informazioni ad emozioni, così da migliorare la memoria.

Solo che un conto è limitarti a stupire i tuoi amici con qualche trucchetto mnemonico…

… un altro è essere in grado di sfruttare le emozioni che preferisci all’interno del tuo metodo di studio

La prima non ti permette di laurearti più velocemente. 

La seconda sì.

Come probabilmente saprai se hai già letto altri articoli di questo blog, ogni persona possiede un cervello “unico”. 

E allo stesso modo deve essere “unico” (e personale) il tuo metodo di studio.

Per questo NON esiste un “libretto delle istruzioni” per studiare più velocemente.

Se vuoi laurearti in meno tempo e con voti più alti, devi adattare delle tecniche (come quella di associare le informazioni del libro a delle emozioni) al TUO modo di apprendere.

Ecco perché dopo aver frequentato il corso Genio viene messo a disposizione un tutor che ti insegna ad adattare le varie tecniche al tuo modo di studiare – creando così un metodo perfetto per te.

Esattamente come ha fatto Margherita, che era solita essere preda di attacchi di panico e a volte non si presentava neppure all’esame pur avendo studiato una montagna di ore. Dopo il corso tutto è cambiato. Grazie a un metodo cucito su misura per lei è riuscita a passare gli esami senza essere più presa di mira da ansia e stress. Non solo, in contemporanea ha cominciato a lavorare, allenarsi e studiare lo spagnolo.

 

Ti sto dicendo che dopo il corso non dovrai più aprire libro?

Ovviamente no. Mi guardo bene dal passarti un messaggio del genere, e non sono qui per prenderti in giro: sono qui per aiutarti e mostrarti il metodo di studio che NESSUNO si è mai preso la briga di mostrarti.

È palese, dovrai studiare per superare i prossimi esami e laurearti con successo. 

Ma un conto è rinchiuderti in biblioteca come un carcerato e vivere perennemente con l’acqua alla gola per l’esame che si avvicina. 

Un altro è studiare senza ansia, consapevole di padroneggiare un metodo che ti assicurerà la promozione.

Se vuoi stringere fra le mani la tua laurea nel più breve tempo possibile, e desideri superare tutti i prossimi esami senza essere sommerso da badilate di ansia e noia ogni volta che studi, clicca qui!