Sono tornato a casa con la nausea e il mal di testa. Dovevo nascondere gli occhi gonfi per il pianto a mia madre, che invece mi aspettava gasatissima.

Era passato un anno ormai dalla mia iscrizione al Politecnico di Milano e la mia famiglia pensava di avere in casa un vero genio dell’ingegneria fisica.

Ho sbattuto i libri sul pavimento per farle capire che “non era andata”.

Ancora prima che avessi il tempo di spiegarle qualunque cosa, mia madre è corsa ad abbracciarmi per dirmi quando lei e mio padre fossero soddisfatti di me.

Certo che è soddisfatta: mi vede studiare ogni giorno, ripetere infinite volte gli stessi concetti e ripassare fino a tardi.

Ho rinunciato alle uscite con gli amici, tranne il sabato.

Non vado più a basket e a giocare a calcetto; e chi ne ha il tempo?

Studio e basta, quindi i miei genitori mai e poi mai sospetterebbero che in realtà in un intero anno universitario non ho ancora passato un esame.

Ecco che mi ritrovo con nessuna ragazza, una vita sociale che fa schifo, zero tempo libero e con una bugia grande quanto la Cina che mi mangia lo stomaco. Sto svalvolando…

Non sono mai stato un nerd occhialuto, però studiare e prendermi il tempo per approfondire gli argomenti che più mi interessano non mi ha mai dato la nausea.

Sono uscito dallo scientifico con la media dell’8 e ora non riesco a superare nessun’ esame.

Spesso il problema, quando si “boccia” un esame, non è tanto recuperare lo studio perso, ma recuperare la grinta, l’entusiasmo e la fiducia in te stesso.

Se una sessione d’esami ti è andata male, la tua autostima se ne va a quel paese: pensi di essere un fallimento totale, di essere stupido e meno bravo dei tuoi compagni, che invece ce l’hanno fatta.

Se sei fuori come un balcone, in preda alla depressione e ai sensi di colpa, è più difficile partire alla grande nella prossima sessione!

Ti vergogni di te stesso e quando i tuoi genitori , speranzosi, ti chiedono com’è andata, ti senti una merda e il senso di colpa ti divora.

Non hai nemmeno il coraggio di rispondere al messaggio degli amici che ti chiedono:

“Allora? Che hai preso alla fine, secchioncello?”

Ti chiudi in camera e non hai nessuna voglia di riaprire un libro.

Sai che sei indietro, ma quest’ansia non è mai una motivazione che ti spinge a rimboccarti subito le maniche. Piuttosto è un freno che ti blocca.

“Che devo fare per non sentirmi un verme e recuperare il tempo che ho buttato nel cesso?”

Guardare la tua serie preferita ti consola momentaneamente, ma non risolve il problema.

Magari internet sa come aiutarti. Fai una ricerca online e trovi consigli come:

1) Organizza meglio la tua sessione d’esame;

Hanno scoperto l’acqua calda! Puoi organizzarti quanto vuoi ma se ogni volta che studi non ti ricordi niente, a che cavolo ti è servito organizzarti?

Puoi anche decidere di studiare 3 capitoli al giorno, ma dopo quattro ore, ti ritroverai ancora a ripetere il primo.

2) Dai un esame difficile e uno facile insieme:

Se non ti ricordi quello che studi, poco importa il livello di difficoltà di un esame; per te tutte le materie sono difficili e una fatica immane da superare.

3) Immergiti nella natura

Sì, hai letto bene! Qualche consulente ti vuole consigliare di fare come Heidi perché, secondo uno studio del Prof. Berman dell’Università del Michigan, il contatto con la natura potenzia la tua memoria.

Studia pure in giardino avvolto dal profumo delle rose e il ronzio delle api, ma lo stesso quando studierai le informazioni ti scivoleranno via dal cervello come burro sciolto.

E tanti auguri a chi deve studiare su una panchina a Milano d’inverno con la nebbia e 2 gradi sotto zero…

4) Vai dallo psicologo!

Chi va dallo psicologo? Tendenzialmente chi ha un blocco o qualche altro problema più serio.

Ma nella stragrande maggioranza degli studenti il problema è solo la mancanza di voglia e di un metodo di studio che ti permetta di raggiungere tutti i tuoi obbiettivi.

Se hai fallito la sessione d’esami, l’unica cosa intelligente che puoi fare è cercare di capirne il perché

  • Non hai studiato abbastanza?
  • Hai studiato tutto all’ultimo minuto?
  • Hai studiato in modo consapevolmente superficiale, tralasciando cose importanti?

Se la risposta ad una di queste domande è SÌ non c’è psicologo o albero che ti possano aiutare. È solo una questione di impegno.

Anche se, ovviamente, l’impegno senza un metodo non sempre serve…

  • Hai studiato con tutte le energie che avevi?
  • Hai dedicato ogni singolo attimo allo studio?
  • Sei stato diligente e hai persino letto le didascalie sotto le foto, solo che non riesci proprio a ricordarti le informazioni che studi?
  • Quando vai all’esame il panico ti manda in pappa il cervello e dimentichi persino il tuo nome?

In questo caso studiare di più non ti servirà a nulla, se non ad aumentare il tuo nervosismo e far sparire anche quel poco tempo libero che ti resta.

Notti insonni e sessioni sui libri da 12 ore non ti aiuteranno a risolvere il tuo problema.

Non è la quantità a fare la differenza, ma il come.

I miei studenti lo sanno bene. Molti di loro prendono 30 agli esami studiando in pochi giorni quello che i loro compagni, che prendono voti più bassi, hanno studiato in qualche settimana.

Se non troverai una soluzione a questo problema per te lo studio sarà sempre una tortura e l’università un inferno dantesco

Arriverai ad un punto dove potresti arrivare a mollare tutto, abbandonare gli studi e finire per accontentarti di un lavoro sottopagato che nemmeno ti piace, perché pensi di non poter avere di meglio.

Lascia perdere quindi i rimedi “tappa buchi” che leggi su internet. Sono più inutili dei farmaci omeopatici.

Quello di cui hai bisogno NON è studiare ancora di più, ma studiare MEGLIO, con un metodo che trasformerà ogni sessione d’esame in un successo

Con il metodo Genio in 21 giorni imparerai come studiare e ricordare tutto quello che ti serve leggendolo una sola volta, senza perdere ore inutili in ripetizioni

 

Genio in 21 giorni è l’unico metodo che non ti farà mai più fallire ad un esame.

Non avrai più l’ansia di essere bocciato o di tornare a casa con un voto più basso di quello che avresti voluto perché, quando hai studiato nei minimi particolari e ti ricordi ogni cosa, sai che nessun prof potrà mai trovare il modo di fregarti.

Ogni sessione sarà migliore della precedente perché, più diventerai esperto con il metodo Genio e più ogni esame sarà sempre più facile.

Alcuni dei nostri studenti sono riusciti a preparare esami da 12 CFU in un SOLO giorno!

Immagina come sarebbe studiare un’oretta, ricordare tutto subito e poi uscire con gli amici e ritornare a casa con ancora tutte le informazioni in testa.

O addirittura andare a lezione e ricordare tutto mentre sei ancora seduto in aula…

Tutto quello che devi fare è cliccare su questo link e inserire in tuoi dati alla fine per

accedere ad una lezione gratuita dove toccherai con mano lo sconfinato potere delle tecniche di studio di Genio in 21 Giorni

Non pensarci troppo però, risolvi il tuo problema ora, cliccando qui, per partire con il piede giusto alla prossima sessione di esame, prima di fallire ancora

E ancora

E ancora.