Il CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche, il più importante istituto di ricerca
pubblico italiano, ha concluso un accordo di partnership con il team “Genio in 21 Giorni” –
prima rete di esperti di apprendimento strategico nel nostro Paese, con un obiettivo
comune: divulgare know-how scientifico nel campo dell’apprendimento e garantire
la migliore formazione possibile a studenti universitari e professionisti, rimettendo il
tema dell’apprendimento al centro dell’attenzione in Italia.
In un periodo storico in cui – per la prima volta – le nuove generazioni hanno prospettive
economiche inferiori a quelle dei genitori, il metodo di studio e la formazione sulle softskills
diventano i principali pilastri sui quali si può costruire il futuro, accrescendo le
competenze e le attitudini della futura classe dirigente del Paese.
Massimo De Donno – specialista in apprendimento strategico e autore del bestseller di
Sperling&Kupfer “Genio in 21 Giorni”, accetta la sfida e ingaggia nel progetto CNR tutta la
sua rete di istruttori esperti di apprendimento strategico, inizialmente con due progetti
pilota (Torino e Milano), ma con l’ambizione di estendere poi il progetto a tutta le rete
Genio in 21 Giorni presente – oltre che in Italia – in Svizzera, Spagna, Inghilterra e Stati
Uniti.
I contenuti dell’accordo di partnership CNR-Genio sono stati presentati in un incontro alla
stampa il 3 ottobre a Milano. A proposito dell’intesa tra CNR e GENIO, ecco la
dichiarazione dell’Ing. Massimo Arattano, 1^ ricercatore del Consiglio Nazionale delle
Ricerche, referente del progetto: “L’apprendimento è la base della capacità espressiva, e
per questo abbiamo avviato da tempo al CNR una ricerca per migliorare la capacità di
apprendimento e d’insegnamento dei docenti. Ci siamo anche accorti che gli studenti non
sapevano esprimere concetti noti, anche riferibili a cose semplici: un’ombra, un foglio,
oppure l’aria. Grazie alla ricerca, abbiamo compreso che molto spesso i nostri studenti
senza saperlo avevano dati errati, omessi o non conosciuti, cioè che pensavano solo di
conoscere, ma che in realtà, approfondendo, non padroneggiavano affatto. Lavorando
sulla linguistica, abbiamo quindi riscontrato miglioramenti notevoli non solo nella loro
capacità espressiva, ma anche più in generale sulle performance legate
all’apprendimento. La collaborazione con “Genio in 21 Giorni” è iniziata in quanto –
essendo un’azienda di formazione nel settore dell’apprendimento, composta da un team
appassionato, ricettivo e disponibile – poteva essere una dei “recettori” delle nostre
scoperte; una collaborazione che sarà pluriennale, essendo appunto stato firmato un
contratto in tal senso tra il CNR e “Genio in 21 Giorni”.
“Sono davvero onorato che il mio team sia stato coinvolto con il CNR in questa importante
collaborazione”, ha dichiarato il Dott. Massimo De Donno: “la mia mission – alla quale mi
dedico da anni con tutte le mie energie – è permettere alle persone di reinnamorarsi dello
studio. Mi auguro che il nostro impegno nel mettere a disposizione di ognuno un metodo di
studio personalizzato, contribuisca a rimettere l’importanza dell’apprendimento al centro
del dibattito sull’istruzione in Italia. Gli strumenti che ci forniranno i ricercatori del CNR
andranno in tal senso a costituire un booster molto potente e prezioso”