Ho 19 anni e mi sono diplomato il mese scorso in un istituito tecnico indirizzo informatico a Cagliari.
Voglio raccontare brevemente la mia esperienza prima e dopo il corso genio.

Nella mia vita non sono mai andato bene a scuola, prendevo l’approccio con i libri di studio con malessere, negatività e un’energia bassa, per non parlare dell’ansia e l’insicurezza che mi assalivano durante le verifiche, che nelle prove scritte mi portavano a lasciare quasi il foglio bianco, oppure a fare scena muta all’orale.
Infatti già dalla terza media le professoresse stesse non erano fiduciose in una conclusione positiva nella scuola successiva.
Ed effettivamente non ero una cima coi libri…
I primi tre anni di superiori fui rimandato sempre a settembre con la sospensione del giudizio in due o tre materie.

Ma all’inizio della quarta fui invitato ad una presentazione del corso e da lì capii che il motivo principale per cui non andavo bene non ero io, ma era legato al mio metodo… Visto che non avevo un metodo!
Allora decisi di frequentare il primo corso disponibile, e successivamente ad esso mi si riaccese la voglia di studiare ed impegnarmi nei miei obiettivi.
E senza ansia e senza rincorrere i prof per un’interrogazione “salvataggio” a fine anno, riuscii ad essere promosso a Giugno stesso per prima volta da quando iniziai le superiori!

Infine in quinta superiore ho preso voti mai visti gli altri anni! Non ho avuto più bisogno di usare bigliettini e copiare durante i compiti in classe, grazie alla mappe mentali son sempre stato pronto a verifiche a sorpresa.
Come ad esempio una volta a fine marzo quando il prof decise di interrogare tutta la classe in seguito ad una sfuriata con alcuni compagni, iniziò a chiamarci uno ad uno alla lavagna, ci faceva una domanda secca su un qualsiasi argomento del programma svolto fino ad all’ora! O la va o la spacca! Tra quelli chiamati prima di me ci furono anche i secchioni della classe (quelli che meno 7/8 non prendevano) che presero addirittura voti tra l’1 e il 3! Insomma nessuno riusciva ad avvicinarsi neanche al 5! E quando fui chiamato io fui l’unico a rispondere in maniera completa e concisa alla domanda posta dal prof tornando al posto con un bel 8! E questo grazie alle mappe mentali usate durante le lezioni per prendere appunti!
Durante le simulazioni delle prove di maturità ho preso voti superiori al 10 senza ripassare i giorni precedenti.
Poi la tanta temuta maturità sono riuscito ad affrontarla a cuor leggero, nonostante la difficoltà delle prova che coprivano argomenti che andavo al di fuori del programma.
E per l’ultima prova orale ero preparato e sicuro di me stesso. Decisi anche di invitare i miei amici e i miei genitori ad assistere al mio esame, cosa che prima non avrei minimamente pensato di fare, il tutto si concluse per il meglio.
Adesso mi sto preparando per il bando di concorso per ufficiali dell’esercito che uscirà a Gennaio mi preparerò anche memorizzando le domande dell’intera bancadati!

Sono felicissimo dei progressi che ho fatto dopo il corso e dei risultati che ho ottenuto, specialmente se penso al punto da cui sono partito.

Ringrazio il mio istruttore Giovanni Scarselletta e anche le tutor che mi hanno supportato Michela Perra e Rita Grazietti con tutti i consigli e le dritte date!


Studio al primo anno alla Scuola di Economia e Management (SAA) di Torino.

Non sono mai stata una grande studiosa, ho sempre avuto una media discreta ma non avevo mai pensato di iscrivermi all’Università. Ho scelto di farlo per superare me stessa e le mie aspettative perchè di natura mi piace darmi degli obiettivi e superarli.

Ho conosciuto il corso grazie ad un’amica e dalla presentazione ho iniziato a credere che per avere dei buoni risultati all’Università non avrei dovuto rinunciare ad altro, come lavoretti, uscite, tempo libero.

Ho fatto il corso ad aprile e ho applicato il metodo fin da subito e grazie a questo sono riuscita a superare quattro esami con i seguenti risultati:
– istituzioni di economia, che per me è stato l’esame più tosto della sessione, superato con 18 studiando in 2 giorni un libro più delle dispense
– statistica 28 preparato in 3 giorni
– marketing 28 studiato anche questo in 3 giorni
– economia 29 preparata in 1 settimana

Oltre ai voti la cosa più bella che mi resta è la sensazione di sicurezza che ho provato quando mi sono seduta al momento dell’esame.


Mi chiamo Stefano, sono un artigiano e campione italiano e mondiale (age group) di OCR (Obstacle Course Race).
Per non farmi mancare nulla organizzo anche la gara Original Gram. Non chiedetemi quando riposo perché lo fa già la mia ragazza (ovviamente devo dedicare tempo anche a lei).

Ho sempre voluto imparare l’inglese per poter parlare e comunicare con i miei avversari prima e dopo le gare.
Avevo però la convinzione che l’unico modo per apprendere l’inglese fosse quello di stare mesi all’estero.
Il tempo libero a mia disposizione è veramente poco siccome lavoro dalla mattina alla sera e quando torno a casa mi alleno per le gare.
Di conseguenza avevo oramai rinunciato a studiare l’inglese.

Ho frequentato il corso Genio in 21 giorni a marzo con la mia ragazza.
Devo essere sincero, inizialmente l’ho frequentato più per lei che per me stesso ma avevo comunque l’idea di imparare qualcosa di nuovo che avrebbe potuto farmi comodo.

Dopo il corso ho imparato 800 vocaboli di inglese che sono diventati parte del mio vocabolario e ho già potuto comunicare con i miei avversari in inglese!
Un bel miglioramento rispetto a prima che avevo paura di bloccarmi quando non sapevo un termine!

Quando ho studiato? Di sera, finito il lavoro e gli allenamenti.

Oltre a questo ho notato la grande possibilità di utilizzare i vari metodi di apprendimento anche nella vita quotidiana.

Ho ottenuto tutto ciò e nel frattempo ho partecipato quasi ogni week-end alle gare in giro per Italia e Europa e ho organizzato due eventi dell’Original Gram a Torino e Como( il 2 settembre dove invito tutti a provare)

Ora ho un nuovo obiettivo: devo essere intervistato quando avrò la gara il 22/11 in Sud Africa e poter parlare in inglese in maniera sciolta!

Grazie a Matteo Delfino riesco a progredire passo passo, stiamo iniziando una nuova fase e ci metterò il massimo impegno!

Lo consiglio a chi vuole sempre migliorare se stesso.


Sono uno studente universitario quasi laureato in informatica, mi resta soltanto la discussione della tesi in seduta di laurea. Ho seguìto il corso una volta terminati tutti gli esami universitari, ma superare alcuni di essi è stata un’impresa molto difficile, che mi ha costretto ad uscire fuori corso. Non mi è mai mancata la forza di volontà, ma in alcuni momenti mi chiedevo davvero se fosse quella la mia strada.

Il mio primo obiettivo appena iscritto al corso era quello di trovare un metodo che non mi costringesse a passare ore incollato sui libri o a scrivere milioni di pagine di riassunti (il mio metodo di studio fin dalle scuole medie è sempre stato quello dei riassunti) per ottenere risultati molto al di sotto delle aspettative. Il corso è stato illuminante. Il primo obiettivo da raggiungere attraverso le tecniche ed il corretto atteggiamento consisteva nel superare il test per accedere alla laurea magistrale.

Avrei dovuto studiare 1600 pagine di argomenti a me sconosciuti come economia aziendale, economia politica e marketing. La data del test era esattamente 5 settimane dopo l’ultimo giorno di corso. Attraverso un corretto piano di studio impostato col mio tutor Francesco Iavarone ed alla messa in pratica delle tecniche avevo terminato lo studio in 3 settimane (sabati e domeniche esclusi). Il giorno del test mi sono presentato in università senza paura o ansie di alcun genere. Ero semplicemente carico. Cercavo con gli occhi la traccia del test, per poterla risolvere con tutta la tranquillità del mondo e con la assoluta certezza di portarmi a casa un posto per la magistrale.

Non è stata pubblicata una classifica dei punteggi, ma stando al docente che ha corretto il mio elaborato, il mio punteggio è stato di 28/30. Sapevo di aver passato il test esattamente un istante dopo aver visto la traccia, una sensazione che avevo dimenticato.

Studio a parte, sono membro di una startup, per cui la costante formazione è di vitale importanza. Non ho mai avuto molto tempo per leggere a causa del tempo dedicato allo studio ed al lavoro. Ora, attraverso le tecniche, riesco a leggere circa due libri a settimana, a prescindere che siano scritti in inglese o in italiano. La giornata è sempre di 24 ore.

Ho semplicemente imparato ad utilizzare al meglio il mio tempo e mi sono resto conto che il cervello umano ha un potenziale inquantificabile se alimentato col giusto carburante.

Ai miei amici non smetto mai di ripetere che seguire il corso è l’investimento migliore che possano mai fare per la loro vita.


Sono una studentessa iscritta al primo anno di economia aziendale all’Università di Bergamo.
Ho frequentato il corso Genio in 21 giorni a Maggio 2018 perché ero consapevole di non avere un metodo di studio adeguato per affrontare l’università.
Prima del corso riuscivo ad ottenere buoni risultati stando però tutto il giorno sui libri (ero solita fare appunti discorsivi e molto dispersivi e poi riassumerli nuovamente per avere un quadro migliore della situazione) senza riuscire ad avere del tempo libero per me. 
Il mio problema più grande è sempre stato non riuscire a gestire l’ansia pre esame: le notti precedenti agli esami faticavo a dormire perché mi immaginavo fallire miseramente all’esame e quindi anche il giorno della prova mi era difficile sia stare concentrata che tranquilla, con l’unico e inevitabile risultato di vivere con angoscia ogni esame.
Dopo il corso mi sono resa conto di tutto il tempo buttato per scrivere appunti discorsivi. Con le mappe mentali riesco a gestire il discorso, a padroneggiare e a fare collegamenti tra i diversi argomenti (cosa che non sono quasi mai riuscita a fare in passato!).
Il risultato più bello che sono riuscita a raggiungere è stato riuscire a gestire l’ansia: dormire la notte e arrivare piuttosto calma all’esame senza contare che ora riesco ad allenarmi 4 volte a settimana e a lavorare la sera

Nella sessione estiva sono riuscita a superare:
* Istituzioni di economia politica prendendo 27
* Secondo parziale di Economia e gestione delle imprese prendendo 26 (preparato in 3 giorni)
* Informatica
* Matematica

Per tutti questi risultati volevo ringraziare Alice Armanasco e soprattutto il mio tutor Davide Rossi che mi ha seguito in questo bellissimo percorso.


Sono uno studente al 3 anno del liceo scientifico e ho frequentato il corso Genio in 21 giorni ad Ottobre 2017 a Cagliari.
Prima del corso impiegavo tanto tempo a studiare perchè facevo riassunti di troppe pagine, che andavo poi a ripetere 100 volte.

Dopo il corso grazie alle mappe mentali riesco a riassumere una decina di pagine in un unico foglio e grazie alle tecniche di memoria è molto più semplice e rapido memorizzare qualsiasi informazione.
Una delle materie in cui andavo peggio prima del corso era fisica, mentre dopo il corso sono riuscito a prendere 9 memorizzando diverse formule con le tecniche di memoria.
Inoltre quest’anno in storia ho preso tutti 7-8, mentre prima prendevo tutti 45 perchè non riuscivo ad esporre e fare collegamenti, cosa molto più semplice con le mappe mentali.

Sono arrivato alla fine del secondo anno scolastico che non avevo paura di essere rimandato e così è stato. Sono più che soddisfatto di quello che ho imparato e sono sicuro che il terzo anno non avrò alcun problema.


Ho 16 anni, dovrò frequentare il terzo anno dell’istituto alberghiero Colombatto di Torino e ho frequentato il corso Genio in 21 Giorni a maggio 2018, sia per curiosità ma soprattutto perché una mia amica ne aveva parlato benissimo.

Prima del corso come tutti avevo qualche difficoltà nel mio studio, mi arrangiavo spesso con qualche aiuto di mia madre e di mio fratello.
Avevo soprattutto difficoltà a gestire l’ansia e il tempo, la mia pagella era discreta ma io non ne ero mai soddisfatto. Più in particolare, prima del corso:
-nel generale capivo gli argomenti ma mi perdevo i dettagli, quindi dovevo andare a ricontrollarli e questo mi faceva perdere molto tempo
-non riuscivo ad esprimere i concetti usando parole mie, nell’esposizione mi sentivo insicuro e se mi inceppavo nelle parole non riuscivo più ad andare avanti
-mi sentivo spesso ansioso e stressato, questo causato da una mancanza di sicurezza e dal fatto che non mi sentivo mai abbastanza preparato, vivevo con la paura che in verifica mi chiedessero qualcosa che non ricordavo
-studiavo tutto all’ultimo e negli ultimi giorni avevo ancora tantissimo da finire

Dopo il corso è cambiato tutto nel vero senso della parola:
-ho imparato a gestire al meglio l’organizzazione del mio studio. Ora arrivo due giorni prima delle interrogazioni che ho già studiato tutto. Tutto questo nel minimo dispendio di tempo e energie, e senza dover rinunciare ai miei impegni, come ad esempio aikido.
-la mia ansia si è ridotta tantissimo e ora riesco a gestirla. Questo mi permette di vivermi sia lo studio per le verifiche sia le verifiche stesse in modo tranquillo
tutti i miei 6 si sono alzati di un voto, ottenendo molti 7 in pagella. Questo mi fa sentire molto soddisfatto del mio lavoro, anche perché mi ricordo quanto studiato anche se è passato un mese dalle interrogazioni, e questo dà valore al tempo che ho dedicato allo studio
-ora in un’ora studio il triplo delle pagine rispetto a prima. Quando leggo un testo non solo alla prima lettura ho una completa comprensione, ma riesco a spiegarlo a parole mie e applicando il metodo imparato al corso mi ricordo anche i dettagli più importanti
-nella mia esposizione mi sento tranquillo e richiamo velocemente tutte le informazioni
mi sono potuto concentrare anche sulle lingue: ho iniziato a studiare il cinese per un futuro impegno lavorativo (prima non avrei mai pensato a un progetto simile). Senza avere una base ho potuto memorizzare alcuni vocaboli base, mettendoci soltanto 3 minuti a vocabolo.
Ho anche ripassato l’inglese tanto che sono migliorato, e ne ho la prova perché ho parlato in inglese con due ragazzi iraniani, che si sono complimentati per il mio livello

Mi sento molto soddisfatto del corso e dei miei progressi, il mio impegno mi ha portato a risultati gratificanti.
Voglio fare un particolare ringraziamento alla mia tutor Alessia che mi ha seguito in questo mio percorso con cura e costanza.


Sono una studentessa iscritta alla magistrale di Sociologia e Servizio Sociale all’università di Bologna.

Ho frequentato il corso Genio ad ottobre 2017, avevo già ottenuto dei bei risultati durante il primo semestre dell’anno accademico (ad esempio memorizzazione di 900 vocaboli di spagnolo in 3 settimane studiano mezz’ora al giorno).

Ma i veri e propri risultati sono arrivati quest’ultimo semestre.

Per la prima volta sono riuscita a sostenere 4 esami con la media del 28 (abbondante come si suol dire).

Voi potresti dire: vabbè se ti impegni e studi non è una cosa impossibile.

Certo non è impossibile, ma è cambiata la modalità con cui ho affrontato questa sessione.

Non ho dovuto fare studiate pazzesche fino a notte fonda, ho avuto molto tempo per me (addirittura nel periodo della sessione mi sono presa quasi una settimana di “vacanza”), sono riuscita ad allenarmi costantemente (pratico tessuti aerei) anche tre volte a settimana durante l’ultimo mese della sessione.

Ho affrontato il tutto senza ansia e stress.

La soddisfazione più grande è arrivata con l’esame di Diritto della Previdenza Sociale. 
Preparato in 10 giorni con esito finale 28. 
Più che del voto sono rimasta contenta dell’esposizione.
Ho padroneggiato la materia con una scioltezza tale da essermi meravigliata di me stessa.
È stato l’esame che mi ha dato più gratificazione in tutto il mio percorso universitario.


Mi sono appena diplomata al Liceo Scientifico di Cagliari.
Durante l’anno temevo di non farcela nonostante fossi sempre andata abbastanza bene a scuola.
All’inizio dell’anno mi sono resa conto che mi serviva un metodo di studio il quale mi permettesse di riuscire a ricordare i concetti a lungo termine senza dover studiare di nuovo tutto il programma a fine anno.

Ho frequentato il corso presso la sede di Cagliari ad Ottobre 2017 e l’ho rifrequentato ad Aprile 2018 per essere sicura di aver applicato tutte le tecniche al meglio.
Grazie al corso ho vissuto l’esame di maturità con molta tranquillità, sicura delle mie capacità e senza alcuna ansia. Non è servito stare giorni e giorni sui libri, dato che, grazie alle mappe, il “ripasso” era veramente rapido. 
Il voto finale è stato 85, mentre il mio obiettivo all’inizio dell’anno era 80. A questo voto ha contribuito il 30 preso all’orale nel quale le tecniche di studio e di public speaking mi hanno aiutato tantissimo a fare una grande figura e a superare l’ostacolo di parlare davanti a tutti i professori. Si sono addirittura complimentati per la sicurezza che ho dimostrato. La tecniche di memoria, tra cui “stanze e loci” di Cicerone e il PAV mi hanno aiutato molto nell’esposizione della tesina, grazie al quale ho potuto ricordare con facilità alcuni particolari dettagli tra cui:
• Reazioni della glicolisi e i relativi partecipanti
•Temperature e fasi della PCR
•Fasi dell’elettroforesi su gel

Prima del corso stavo ore e ore a studiare chiusa nella mia camera, studiando spesso fino a tarda notte. 
Da quando ho fatto il corso non ho più studiato di notte e ciò che faccio in due/tre ore è molto di più di quanto facessi prima in tutto quel tempo.
Ringrazio tanto Giovanni Scarselletta, istruttore della sede di Cagliari per esserci sempre stato e per tutti i consigli che mi ha dato, ringrazio la mia tutor Giorgia e tutti i ragazzi e le ragazze della sede per avermi aiutato ad avere la carica giusta e affrontare ogni cosa.


Sono al primo anno di Ingegneria Energetica alla Sapienza di Roma. Non avendo enormi problemi nello studio dal punto di vista didattico volevo migliorare il mio metodo di studio, precedentemente reputato come infallibile e immortale, velocizzando i tempi di memorizzazione per avere più tempo per me stesso e per dedicarmi a degli hobby che avevo tristemente abbandonato.

Volevo essere più sicuro degli argomenti studiati senza il peso dello stress e volevo ricordare la mole di formule che mi sarebbero capitate.
Dopo il corso, riscoprendo l’entusiasmo e la creatività, ho immagazzinato con divertimento formule matematiche, fisiche e chimiche senza doverle ripetere all’infinito, ho raddoppiato la velocità di lettura e ho un gusto diverso nell’affrontare una materia complessa.
Ma parlando di fatti: Analisi 1 & 2 (29 e 30 e lode), Geometria (27), Chimica (29) e Fisica 1 (27).

L’esame di Fisica 1 di fine luglio l’ho preparato in un mese (teoria ed esercizi) impiegando circa 3 ore al giorno senza rinunciare alle gioie dell’estate, ed è stato ancora più entusiasmante aver affrontato con successo la paura dell’orale dopo aver superato lo scritto. Niente più la voce tremolante oppure silenzio tombale. Grazie all’allenamento ho migliorato l’esposizione, la sicurezza (con gli argomenti chiaramente visualizzati in testa) e soprattutto l’atteggiamento, che è stato determinante per il voto finale. Mi sono seduto con un obiettivo in testa, e non con indifferenza ma con una calda determinazione e con grande energia l’ho raggiunto.

Esco dal corso con la voglia di fare. Con la voglia di superare i limiti e ottimizzare i tempi. Impari ad essere disciplinato nello studio, a seguire un calendario, ad essere persistente e tenace senza dimenticare di dedicare del tempo a te stesso.
Ringrazio il mio tutor Matteo Zaralli per essere stato paziente e di supporto nel chiarire i dubbi e nell’affrontare gli esami.