Valeria Buttazzo

Ho 18 anni e sono al quinto anno del Liceo classico.
Prima del corso i miei tempi di studio erano molto lunghi: trascorrevo ore sui libri, a volte anche fino a sera inoltrata, per imparare delle informazioni che, dopo qualche settimana, non ricordavo più. 
Dopo 5 ore di studio, che occupavano interamente i miei pomeriggi, il tempo libero che avevo a disposizione per me stessa era pari a zero. Si sa, in quinto anno bisogna conciliare lo studio scolastico e la preparazione per i test universitari: ecco, per me era diventato veramente un inferno.
Sebbene avessi una buona media, intorno al 7/8, era frustrante e deprimente il fatto di dimenticare date storiche, formule dopo poco tempo.
Ho conosciuto il corso grazie ad una mia compagna di banco, e ho deciso di fidarmi.
Genio in 21 giorni è stato uno dei migliori investimenti della mia vita.
La mia media si è notevolmente alzata, ed ora, anziché trascorrere tutto il pomeriggio nello studio, mi bastano poche ore per riuscire a studiare, concentrata e motivata dai risultati che ho raggiunto. Sono fioccati 8/ e 9 nelle interrogazioni di letteratura Italiana, Greca, Latina, Fisica, sebbene il giorno precedente avessi veramente fatto molto poco! È straordinario.
La lettura strategica poi è stata, per me, una grandissima sorpresa: non credevo fosse possibile leggere più velocemente e capire allo stesso modo. Mi sono ricreduta, e resa conto dei miei progressi nel momento esatto in cui sono riuscita a leggere “il codice Da Vinci” in 3 giorni (525 pagine).
Sono molto più sicura di me stessa, e non ho più il terrore dell interrogazione. Con la consapevolezza dell efficacia delle tecniche, il mio “stress da scuola” è notevolmente diminuito: non credevo fosse possibile in quinto anno andare al liceo senza quell’ansia perenne del “ora mi interroga” “oh dio non ricordo nulla” “ora mi frega”. È una sensazione incredibile, che ha reso migliore la mia vita!