Rossella Bisogno

Ciao a tutti! Sono una studentessa di fisioterapia e ho frequentato il primo anno in Svizzera.

Prima di frequentare il corso genio quel che più mi risultava noioso nello studio era il dover sottolineare con mille colori i concetti più importanti, ripeterli più volte per poi non ricordare nulla distanza di tempo. La stessa cosa accadeva per i vocaboli stranieri, formule chimiche, dettagli fondamentali di materie scientifiche di cui non potevo fare a meno: credere di averli memorizzati e ben consolidati, ma dopo un bel po’ avere la consapevolezza di non averli fatti miei.

Impiegavo una mole di tempo notevole per ottenere ottimi risultati e ciò mi ha limitato molto nella scelta di fare sport, lavorare.

Dopo aver frequentato il corso ho ottenuto una serie di risultati straordinari: il mio primo anno in Svizzera si è concluso con la media del 28,16 sostenendo tutti gli esami relativi al primo anno senza nessuna bocciatura. Ho imparato a studiare durante le ore di lezione e a revisionare il materiale didattico subito dopo la stessa per poi correggere l’esposizione ed elaborando un gergo tecnico per quella data materia.

Ciò mi ha permesso di lavorare come animatrice presso una ludoteca, seguire serate di formazione, imparare una nuova lingua durante i lunghi e noiosi viaggi in treno ed avere una vita sociale serena ed appagante. Per di più ho iniziato un nuovo programma di allenamento con fine competitivo.

Successivamente ho avanzato la richiesta di trasferimento dall’ateneo di Chiasso all’Università di Napoli: i posti disponibili erano 12, e su 42 persone mi sono posizionata terza in graduatoria. La media e il numero di esami sostenuti, inclusi quelli facoltativi, hanno fatto la differenza facendomi posizionare tra i primi posti. Un grazie particolare va a Mila Di Nardo che è stata al mio fianco e mi ha guidata in ogni piccola vittoria.