Rita Grazietti

Sono un tecnico di laboratorio biomedico.
Ho fatto il corso Genio in 21 giorni a Gennaio 2016, a Cagliari, inizialmente per allenare e tenere sempre attiva la mia memoria e, onestamente, anche per capire l’entusiasmo delle mie due figlie che l’avevano fatto prima di me.

Non avevo un obiettivo preciso, ma già dal primo giorno ho capito che con il metodo che stavo sviluppando avrei avuto delle potenzialità inaspettate.
Subito ho capito quale potesse essere il mio obiettivo:
Riprendere a studiare inglese!

In un mese ho memorizzato 900 vocaboli e le principali regole grammaticali.
Questo mi ha permesso di iniziare a capire una conversazione base in inglese, ma soprattutto mi ha dato il coraggio di andare a fare il test d’ingresso nella principale scuola d’inglese della mia città per verificare il mio livello ed avere la soddisfazione di essere valutata direttamente livello B1.

Ti assicuro che a 50 anni, quando non tocchi un libro d’inglese da 30 anni e non hai nemmeno il coraggio di dire buongiorno alla reception di un hotel di Londra (dove vado spesso in vacanza con la mia famiglia), è un risultato fantastico! E questo lavorando tutte le mattine in laboratorio e occupandomi della mia famiglia.

Ed è stato solo l’inizio!
Ora so che posso arrivare al livello che voglio, che non è vero che non ero “portata per le lingue” , ma era il metodo di studio ad essere sbagliato, non io!

Ora utilizzo le tecniche anche nel mio lavoro, dove ogni analita ha un codice, ogni reattivo un numero di lotto e ogni paziente un suo ID, e dove non doversi scrivere tutto è fondamentale! Ora memorizzo appena leggo.
Inoltre usare le mappe mentali ai corsi di aggiornamento mi permette di ricordare tutto appena il corso è finito, quindi di alleggerire enormemente il lavoro a casa e di non avere più l’ansia per il test di verifica!