Riccardo Castello

Sono uno studente al terzo anno di scienze biologiche e vivo a Lecce.

Ho fatto il corso perché ero stanco del mio metodo di studio.
Il mio problema non erano i voti, perché in effetti avevo una media alta, ma il problema era il tempo che ci mettevo per preparare un esame.
Riassumevo i concetti e per alcuni esami particolarmente impegnativi ero in grado di scrivere anche 2 o 3 quaderni di sintesi! Due/tre quaderni… Ero un amanuense esperto praticamente.

Ora ho decisamente diminuito il numero di pagine fino a 1/4 di quelle che facevo prima, grazie alle mappe mentali. Oltretutto era fastidioso e stancante ripetere, mentre ora faccio molta meno fatica.

Da quando ho fatto il corso ho preso 30 in citologia e istologia, 30 in igiene, 27 in anatomia, idoneità in inglese, 27 in biochimica, 30 in biologia molecolare e 23 in probabilità.

In questo periodo sto iniziando a scrivere la tesi e sono incappato in un problema che in passato mi avrebbe fatto sudare freddo. Le fonti da cui informarmi per scrivere la tesi, sono tutte pubblicazioni scritte rigorosamente in inglese, gli articoli in italiano sono pochissimi e poco approfonditi. Quindi ho deciso che studierò inglese parallelamente allo studio delle materie universitarie e grazie alle tecniche di memoria ho già memorizzato 450 vocaboli!

Sono stato sempre pessimo in inglese ed è stata un emozione stupenda quando ho realizzato che lo sto effettivamente imparando, nonostante il poco tempo che gli sto dedicando.
Ovviamente dopo i vocaboli, studierò la grammatica e so che sarà estremamente facile non confondermi tra le regole e le eccezione perché conoscere i vocaboli semplifica tutto il processo di apprendimento della lingua!

Il capitolo “ansia e stress” è chiuso! Ora preparo gli esami con più tranquillità, sono in grado di apprendere qualsiasi lingua in poco tempo e sono molto soddisfatto dei risultati che sto avendo.
Tutto grazie al metodo scientifico di apprendimento che ho imparato al corso Genio in 21 giorni.