Benedetta Bonizzoni

Sono una studentessa del terzo anno di Tecniche di Neurofisiopatologia a Pavia e del secondo anno dell’Accademia AINAO di Naturopatia Orientale.

All’inizio del secondo anno dell’Università il tirocinio mi teneva occupata dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 16:30 circa, più ovviamente lezioni ed esami. 
In quel periodo decisi di intraprendere in contemporanea anche il percorso di Naturopatia (lezione un week end al mese + tutti i martedì sera) ritrovandomi con 4 giorni liberi al mese (quando andava bene) e arrivando a fare tirate di 3 settimane senza neanche mezza giornata di riposo.

Risultato: ero stressata, esaurita e ammalata 6 giorni su 7 e mi ritrovavo a svolgere tutti gli impegni con il triplo della fatica, della stanchezza e del nervoso. 
In pratica ero una bomba ad orologeria.

Poi un giorno incontrai Matteo, un tutor del corso Genio in 21 giorni, che mi parló di “metodo di studio efficace e personalizzato”. Mi resi conto subito che avrebbe risolto, non dico tutti i miei problemi, ma quasi.

Le prospettive che mi offriva erano: organizzazione del mio poco tempo, studio efficace e a lungo termine e memorizzazione veloce di informazioni.

Così a Novembre 2017 scelsi di fare il corso e mi resi conto che le cose che poteva offrirmi in realtà erano molte di più.

Il lunedì pomeriggio dopo la domenica del mio corso avevo uno degli esami più tosti del mio anno. La prima volta che l’avevo provato a fine ottobre 2017 in 5 su 5 eravamo stati bocciati.
Il lunedì mattina tramite le tecniche apprese nei 3 giorni precedenti riuscii a memorizzare le più di 20 derivazioni (con 2 canali ciascuno) con tutti i nomi e parametri associati di ogni parte di uno degli esami strumentali che facciamo, i Potenziali Evocati, spendendo 1/10 del tempo e della fatica.

Risultato: un bel 27.

Risultato ancora più grande: zero ansia e zero stress, solo serenità, tranquillità e controllo della situazione.

Non è finita qui…

Dopo poco ho sostenuto l’esame di Neuroftalmologia che mi stavo trascinando da mesi per paura di fallire nuovamente e preparandolo in 3 giorni, ho preso 30.
Esame di Malattie cardiache e cardiovascolari, preparato in una mattina, 27.
E poi Farmacologia, memorizzando in una sera ed una mattina tutti i farmaci, 29.

Oltre agli esami sostenuti, una delle conquiste più grandi è stata la sicurezza con la quale ho imparato ad affrontare lo studio, consapevole delle mie capacità e delle abilità che sto sviluppando, senza le quali non sarei mai riuscita a raggiungere questi risultati.

Vorrei ringraziare in particolare il mio tutor Matteo Cristanelli per avermi parlato di questo metodo e l’istruttore Giovanni Broccio insieme a tutto lo staff del Genio Pavia per la forza e la motivazione che oggi mi spingono a chiedermi ancora e sempre di più.