Alice Ripà

Frequento il terzo anno di Ingegneria Chimica e biochimica presso l’università di Bologna.

Ho frequentato il corso Genio in 21 giorni a Marzo del 2017.

I risultati che ho avuto nello studio sono stati sorprendenti e soddisfacenti sin da subito. Il mese successivo al corso ho sostenuto 2 esami in due giorni consecutivi, analisi numerica, di cui non avevo frequentato le lezioni, e il primo parziale di ingegneria elettrica. Da aprile ai primi giorni di ottobre sono riuscita a preparare 7 prove d’esame e intanto lavorare, uscire con i miei amici, andare con regolarità in palestra. Ciò che mi ha permesso di ottenere questo risultato è stata la tranquillità di avere degli strumenti validi nello studio che mi permettessero di avere dei risultati straordinari senza provare la sensazione di ansia e stanchezza.

Con il tempo sono migliorata nell’applicazione del metodo e sono arrivate altre soddisfazioni e voglio condividere il mio ultimo risultato.

Prima del corso facevo fatica a preparare un esame, mi portava via molto tempo ed energia e spesso vivevo uno stato di ansia e tensione.

Queste due ultime emozioni erano mie compagne soprattutto durante gli esami orali.

Ricordo bene la sensazione vissuta in uno dei miei primi esami universitari in cui il professore mentre mi poneva delle domande non riuscivo a concentrarmi poiché ero in uno stato di agitazione e confusione e questo non mi permetteva di richiamare le informazioni nonostante le avessi studiate.

La sensazione provata nell’ultimo esame orale è stata del tutto differente.

Ho sostenuto l’esame di Laboratorio di Principi di ingegneria chimica verbalizzando un 27.

Cio’ che mi ha reso maggiormente felice è come mi sono sentita in quel momento: sono riuscita ad esporre in modo chiaro l’argomento e a rispondere alle domande che mi venivano fatte con tranquillità. Sono stata capace di concentrarmi e sentivo di essere padrona di me stessa e non di essere gestita dall’ansia.

E’ bello notare come a distanza di un anno dal corso il mio percorso è in continua crescita: se prima di apprendere questi strumenti facevo fatica a preparare gli esami e, di conseguenza a superarli, subito dopo sono riuscita a recuperarne molti e ora anche la qualità della mia preparazione sta migliorando poiché ho acquistato una nuova consapevolezza.

Questi risultati sono frutto del mio impegno e delle indicazioni che mi ha saputo dare il mio preparatore personale, Mauro Vittoni.
Le ore di tutoring svolte insieme sono state fondamentali per essere padrona del metodo e per superare le emozioni negative legate allo studio.