E se ci ripenso?

Se stai leggendo questa pagina, significa che ti sei già iscritto al corso Genio in 21 Giorni.

Hai visto la presentazione del corso, hai letto le testimonianze sul sito, forse hai sperimentato l’efficacia di alcune tecniche, magari ne hai parlato con  amici.

Questo è normale: quando ci capitano cose belle è normale volerle condividere con le persone alle quali vogliamo bene.

Io stesso quando mi ero iscritto al mio primo corso di memorizzazione, appena tornato a casa avevo iniziato a tentare di convincere mia madre a far iscrivere mia sorella…

Molte volte questo è ciò che succede: tu diventi l’idolo dei tuoi amici per avergli fatto scoprire come prendere voti più alti diminuendo le ore sui libri, e loro decidono a loro volta di iscriversi a “Genio in 21 Giorni”.

Una bella cosa, anche perché potrete studiare tutti assieme con lo stesso metodo.

Ma ci sono volte in cui invece le cose non vanno esattamente come avevi immaginato: magari nelle settimane dopo esserti iscritto a “Genio in 21 Giorni” ne parli in termini entusiastici al tuo migliore amico, ti aspetti meraviglia ed entusiasmo, ma invece Lui reagisce in modo freddo e distaccato, o addirittura ti prende in giro, e ti dice: “Guarda che non è possibile migliorare il modo in cui si studia! La memoria è quella che è, e non ci si può fare niente” oppure “Ti sei fatto fregare, ti insegneranno al massimo due o tre trucchetti di memoria che poi non ti servono a niente per superare gli esami”, o ancora “Se questo metodo funzionasse davvero lo farebbero tutti, non credi? Troppo bello per essere vero!”.

Ecco allora che il castello che ti eri costruito in testa crolla… “…Ma come? Io pensavo di aver scoperto la cosa più bella del mondo, la chiave per smettere per sempre di angosciarmi sui libri, e invece lui mi dice che ho fatto male e che ci sono cascato? Accidenti, mi sa che sono stato troppo impulsivo a scegliere di iscrivermi subito. E se poi questo metodo non funziona davvero? Meglio che torni dove ho fatto la lezione gratuita e gli dica che non ne voglio più sapere!

La paura, come sai, blocca la capacità di ragionamento: lo hai sicuramente già sperimentato sulla tua pelle durante gli esami quando, preso dall’ansia, non riuscivi a ricordare delle informazioni che eri assolutamente sicuro di aver studiato. Decidi quindi di recedere subito dal corso. E’ un tuo diritto: farlo è estremamente facile, proprio perché non vogliamo che nessuno si senta costretto a fare il corso controvoglia o per obbligo.

Prima di farlo, il nostro desiderio è solo quello di evidenziarti un dettaglio fondamentale: se ben ricordi nel contratto che hai firmato, al punto numero 7, c’è la TOTALE GARANZIA 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI, che ti permette di frequentare due interi giorni di corso e – se quello che imparerai non ti soddisferà o ti sembrerà banale, o al contrario troppo difficile – potrai riavere indietro senza il minimo

problema ogni Euro che hai versato. Allora, non adeguare il tuo pensiero solo al “sentito dire” o a opinioni di terze persone, ancorché amiche e in buona fede: non hanno letto il libro, non hanno sperimentato nessuna tecnica in prima persona, non hanno partecipato alla lezione gratuita, e non hanno letto nessuna delle migliaia di testimonianze di studenti soddisfatti. Sperimenta in prima persona! Frequenta i primi due giorni di corso e, nel caso in cui quello che hai imparato non ti soddisferà al 100%, avrai la certezza di poter recedere dal corso e riavere indietro tutta la somma che hai investitoNon corri nessun rischio.

Per contro, se sei fermamente deciso a voler recedere dal corso e sei certo che nulla potrà farti cambiare idea, ti invitiamo a farcelo sapere il prima possibile: frequentare i primi due giorni di corso vuol dire frequentare già 16 ore di lezione, avere un professionista dell’apprendimento che si dedicherà solo a te durante ogni parte pratica, usare manuali e materiali didattici che non potranno essere riutilizzati. Ma soprattutto vuol dire che abbiamo già effettuato la profilazione del tuo modello di studio, analizzato i risultati e preparato un piano di intervento specifico per il tuo caso; tutto lavoro che, se sei già convinto di recedere, si sarà rivelato inutile ma che avrà richiesto ore e ore di tempo ed attenzione da parte dei nostri specialisti.

Inoltre, siccome il corso “Genio” ha i posti limitati – proprio per avere la possibilità di seguire chiunque personalmente – se sei già sicuro di voler recedere ti chiedo di farcelo sapere prima dell’inizio del corso in modo da non occupare il posto di altri studenti in lista d’attesa.

Quindi, se dopo aver letto questa pagina sei ancora convinto a tutti i costi di voler recedere, clicca QUI e leggi cosa devi fare. Ma se invece hai solo qualche ragionevole dubbio non lasciare che l’opinione mal informata di qualcuno ti impedisca di scoprire il metodo che potrà risolvere tutti i tuoi problemi con lo studio, garantendoti i voti che hai sempre desiderato e tanto tempo libero in più per te stesso.

Spero di vederti presto in aula, ma se così non fosse… in bocca al lupo comunque per la tua vita e per il tuo percorso scolastico o professionale!